2 aprile, grande manifestazione, a Firenze, per la Giornata mondiale per l’autismo

Sarà «una manifestazione esterna, colorata, visibile», quella che il Coordinamento regionale delle Associazioni Toscane Familiari con Autismo sta organizzando a Firenze per il prossimo 2 aprile, ricorrenza della Giornata mondiale della consapevolezza sull’autismo, «un momento per farsi conoscere senza imbarazzi e senza barriere», spiegano dal Coordinamento, del quale, ben volentieri, ospitiamo il comunicato.

 

Un’immagine di “Marco Cavallo”, la scultura simbolo della lotta che portò alla chiusura dei manicomi, e che guiderà il corteo che, il prossimo 2 aprile, in occasione della Giornata mondiale per l’autismo, sfilerà per le strade di Firenze.

Un’immagine di “Marco Cavallo”, la scultura simbolo della lotta che portò alla chiusura dei manicomi, e che guiderà il corteo che, il prossimo 2 aprile, in occasione della Giornata mondiale per l’autismo, sfilerà per le strade di Firenze.

Si sono riunite nuovamente, questa volta a Livorno, domenica 24 febbraio, le associazioni che fanno parte del Coordinamento regionale delle Associazioni Toscane Familiari con Autismo.
Obiettivo: coordinare i lavori in vista della manifestazione di martedì 2 aprile 2019 (Giornata mondiale della consapevolezza sull’autismo) in programma a Firenze.
Le Associazioni hanno deciso di celebrare questa Giornata Internazionale, definita dalle Nazioni Unite dodici anni fa, con una manifestazione esterna, colorata, visibile: un momento per farsi conoscere senza imbarazzi e senza barriere.
A guidare il corteo sarà Marco Cavallo”, la storica scultura, realizzata a Trieste nel 1973, simbolo della liberazione e della lotta etica, sociale, medica e politica a favore della Legge sulla chiusura dei manicomi e dell’autodeterminazione delle persone con disabilità intellettiva [la cosiddetta Legge Basaglia, Legge 180/1978, N.d.R.].
È la prima volta che questi temi escono dai teatri, dalle sale congressi, dai dibattiti televisivi e vanno incontro alla gente.
Un impegno ed una sfida che unisce con forza e convinzione tutte le associazioni toscane: Orizzonte Autismo (Prato), Autismo LivornoAutismo ArezzoAutismo ToscanaAutismo Casa di Ventignano (Fucecchio – Firenze), Autismo Apuania (Massa Carrara), Autismo Siena Piccolo PrincipeIron Mamme (Grosseto), Autismo Toscana sezione Firenze, Associazione Agrabah (Pistoia), Autismo Pisa (Pisa e Valdera), Autismo In Blu (Valdinievole – Pistoia).
È giunto il momento per far sentire la nostra voce in maniera univoca in tutta la Toscana e in Italia.
Le storiche strade di Firenze questa volta saranno colorate di blu, il colore dell’Autismo.
Le Associazioni lanciano un appello a tutta la comunità toscana perché senza paura si unisca a questa festa di consapevolezza per i diritti delle persone con autismo e disabilità intellettiva.

Nelle prossime settimane partirà una campagna informativa e di sensibilizzazione in tutta la Regione finalizzata a rendere reale l’applicazione delle Leggi esistenti ed a rivendicare i diritti degli autistici in ogni ambito.
L’impegno del Coordinamento sarà ad ogni livello sia regionale che territoriale, nessuno sarà più solo.

 

Fonte: Autismo Pisa e Valdera

 

Per approfondire:

Nasce il Coordinamento delle associazioni toscane di familiari con autismo, «Informare un’h», 21 gennaio 2019.

 

Ultimo aggiornamento: 4 marzo 2019

Pubblicato in News