Menu Chiudi

A Castelnuovo di Garfagnana parte il progetto “Emergenza e disabilità”

“Emergenza e disabilità”: è questo il nome del progetto pilota portato avanti dalla Protezione Civile di Castelnuovo di Garfagnana (Lucca) nell’ambito del più ampio progetto “Emergenza! Dialogo tra disabilità e protezione civile“, promosso dalla Regione Toscana. L’iniziativa prevede il censimento e la mappatura delle persone con disabilità e/o fragilità presenti nel territorio, e la predisposizione di un sistema di allarme che, nel caso di emergenze sismiche e idrogeologiche, consente di allertare la popolazione in tempo reale.

 

Una bambina con la gamba ingessata, un cieco col bastone bianco e il cane guida, ed un giovane in sedia a rotelle vengono aiutati negli spostamenti da delle persone.
La vignetta scelta dalla Protezione Civile di Castelnuovo di Garfagnana per illustrare il progetto “Emergenza e disabilità”.

Castelnuovo di Garfagnana (LU) è uno dei tre Comuni pilota – gli altri due sono Poggio a Caiano (PO) e Monte San Savino (AR) – scelti dalla Regione Toscana per realizzare il più ampio progetto “Emergenza! Dialogo tra disabilità e protezione civile“, promosso dalla stessa Regione Toscana in collaborazione con il Cesvot, l’Anci, il Centro Regionale di Informazione e Documentazione per l’Accessibilità (CRID), insieme alle federazioni operanti nell’ambito della disabilità FISH (Federazione Italina per il Superamento dell’Handicap) e FAND (Federazione tra le Associazioni nazionali delle persone con disabilità). L’iniziativa è finalizzata ad aggiornare i Piani di Emergenza Comunali inserendo misure di prevenzione e di intervento efficaci e necessarie affinché, nel caso di emergenze sismiche e idrogeologiche, anche le persone con disabilità siano adeguatamente soccorse.

Il progetto “Emergenza e disabilità” (questo il nome specifico assegnato all’iniziativa dalla Protezione Civile di Castelnuovo) coinvolge 5 volontari del servizio civile, tra cui Vincenzo Suffredini, il responsabile della protezione civile comunale. Diverse le attività previste: un censimento ed una mappatura delle persone con disabilità e/o fragilità presenti nel territorio (persone non autosufficienti, ma anche anziani e tutti coloro che, anche temporaneamente, si trovano in una condizione di inabilità); incontri con la popolazione e le associazioni; incontri di formazione specifici con i volontari di protezione civile, e con i corpi di soccorso preposti; la predisposizione di un servizio di alert system, vale a dire un sistema che, utilizzando i numeri telefonici, consente di allertare la popolazione in tempo reale.

I cittadini residenti nel Comune che desiderano partecipare sono invitati a contattare la Protezione Civile locale e a manifestare il loro interesse all’inserimento nel Piano Comunale della Protezione Civile attraverso la presentazione dei modelli, disponibili presso gli uffici comunali, opportunamente compilati, oppure compilando on line l’apposito form pubblicato nella pagina dedicata al progetto “Emergenza e disabilità”.

Per informazioni è possibile telefonare ai numeri 0583-6448311 e 0583-6448313 dal lunedì al venerdì dalle ore 8:30 alle ore 13:00, o scrivere all’e-mail prociv.cdg@gmail.com.

 

Simona Lancioni
Responsabile del centro Informare un’h di Peccioli (PI)

 

Per approfondire

Sito ufficiale della Protezione Civile di Castelnuovo Garfagnana

Pagina dedicata al progetto “Emergenza e disabilità

Pagina del Dipartimento della Protezione Civile della Presidenza del Consiglio dei Ministri in tema di “Attività per le persone con disabilità” (contiene delle schede che spiegano cosa fare per dare assistenza alle persone disabili, per soccorrere una persona con disabilità motoria, una persona con disabilità cognitiva, ed una persona con disabilità sensoriale).

Sito Abili a proteggere

 

 

Ultimo aggiornamento: 28 novembre 2016

Ultimo aggiornamento: