Anche cittadini e associazioni di pazienti possono richiedere l’aggiornamento dei LEA

Includere nei LEA (Livelli Essenziali di Assistenza) nuove prestazioni o servizi, modificare quelli esistenti, richiedere nuove esenzioni per patologia o modificare le prestazioni erogabili in esenzione: da oggi, attraverso il portale ministeriale, tutte queste attività possono essere svolte direttamente anche dai cittadini e dalle associazioni di pazienti. Lo ha reso noto il Ministero della Salute nei giorni scorsi.

 

Un disegno esemplifica alcune prestazioni, servizi e attività che i cittadini hanno diritto a ottenere dal Servizio Sanitario Nazionale (SSN), allo scopo di garantire parità di trattamento nell’accesso ai servizi sanitari a tutti e su tutto il territorio nazionale.

Un disegno esemplifica alcune prestazioni, servizi e attività che i cittadini hanno diritto a ottenere dal Servizio Sanitario Nazionale (SSN), allo scopo di garantire parità di trattamento nell’accesso ai servizi sanitari a tutti e su tutto il territorio nazionale.

«Da oggi anche i cittadini e le associazioni dei pazienti potranno richiedere al Ministero della Salute l’inclusione nei Livelli Essenziali di Assistenza (LEA) di nuove prestazioni o servizi. La Commissione nazionale per l’aggiornamento dei LEA, presieduta dal Ministero, fornirà una risposta, positiva o negativa. Una novità significativa che rende sempre più reale il dialogo con i cittadini e le associazioni», con queste parole, divulgate il 6 giugno scorso, il Ministero della Salute ha reso noto il nuovo servizio di richiesta di aggiornamento dei LEA, già operativo sul portale ministeriale.

In specifico, la Commissione nazionale per l’aggiornamento dei LEA e la promozione dell’appropriatezza nel Servizio Sanitario Nazionale prende in considerazione le seguenti tipologie di modifiche: inclusione nei LEA di nuove prestazioni e/o servizi; modifica di prestazioni e/o servizi già inclusi nei LEA (per esempio: estensione dell’indicazione di una prestazione/servizio; introduzione o modifica di condizioni di erogabilità; trasferimento di prestazioni da un setting assistenziale a un altro, ecc.); esclusione di prestazioni e/o servizi inclusi nei LEA; nuova esenzione per patologia o modifica delle prestazioni erogabili in esenzione.

Oltre ai cittadini e alle associazioni di pazienti, possono richiedere l’aggiornamento dei LEA le Aziende sanitarie, le Aziende ospedaliere, le Società scientifiche, gli IRCCS, i Policlinici universitari, i professionisti del SSN e le loro associazioni, ecc., ed anche le aziende produttrici e loro associazioni. A tal fine, nel sito del Ministero è possibile trovare il dettaglio delle procedure di accesso al servizio e scaricare i relativi moduli. (Simona Lancioni)

 

Per approfondire:

Pagina del sito del Ministero della Salute dedicata al servizio di richiesta di aggiornamento dei LEA.

 

 

Ultimo aggiornamento: 11 giugno 2019

Pubblicato in News