Menu Chiudi

Eliminazione barriere: chi può richiedere i contributi?

Secondo il regolamento regionale della Toscana (DPGR 11 R/2005), possono presentare le domande per accedere ai contributi:

– le persone con disabilità fisica, o sensoriale, o cognitiva che abbiano la residenza anagrafica negli edifici interessati dagli interventi di eliminazione delle barriere architettoniche;

– le persone con disabilità fisica, o sensoriale, o cognitiva che assumano la residenza anagrafica negli edifici interessati dagli interventi di eliminazione delle barriere architettoniche entro tre mesi dal momento della comunicazione del comune dell’ammissione al contributo quale beneficiario.

In luogo della persona disabile sono legittimanti a presentare la domanda anche gli eventuali tutori, curatori, o amministratori di sostengo della persona disabile stessa.

Oltre alle persone disabili possono percepire i contributi regionali i soggetti che hanno sostenuto le spese di realizzazione degli interventi per l’eliminazione delle barriere architettoniche. Se questi soggetti sono diversi da quelli indicati sopra (persone disabili, o i loro tutori, curatori, amministratori di sostengo), questi ultimi devono sottoscrivere la domanda per conferma del contenuto e per adesione.

 

Simona Lancioni
Responsabile del centro Informare un’H di Peccioli (PI)
Ultimo aggiornamento: 25.06.2013

Torna alla pagina principale: Toscana, contributi per l’abbattimento delle barriere architettoniche negli edifici privati

Ultimo aggiornamento il 26 Giugno 2013 da simona