Menu Chiudi

Far sentire in Europa la voce delle ragazze e delle donne con disabilità

Come segnala il Gruppo Donne dell’EDF, il Forum Europeo sulla Disabilità, la Commissione Europea ha dato il via in questi mesi a due importanti consultazioni pubbliche sul fenomeno della violenza contro le donne, basate su altrettanti questionari aperti fino al 10 maggio. «È certamente una buona opportunità – sottolinea Luisella Bosisio Fazzi, componente del Direttivo dell’EDF – per contribuire a portare anche la voce delle ragazze e delle donne con disabilità, tramite le Associazioni italiane impegnate in difesa dei diritti delle persone con disabilità».*

Disegno di un particolare di un volto femminile (si vedono un occhio, parte del naso, parte della bocca, un accenno di orecchio dietro ad una ciocca di capelli).

Come segnala il Gruppo Donne dell’EDF, il Forum Europeo sulla Disabilità, la Commissione Europea ha dato il via in questi mesi a due importanti consultazioni pubbliche sul fenomeno della violenza contro le donne. Si tratta rispettivamente di Violence against women and domestic violence – Fitness check of EU legislation (letteralmente “Violenza contro le donne e violenza domestica – Verifica dell’adeguatezza della legislazione dell’Unione Europea”) e di Combating gender-based violence – Protecting victims and punishing offenders (“Combattere la violenza di genere – Proteggere le vittime e punire gli autori di reato”), basate su altrettanti questionari aperti fino al 10 maggio (raggiungibili rispettivamente a questo e a questo link).
«Si tratta di una buona opportunità – sottolinea Luisella Bosisio Fazzi, che fa parte tra l’altro del Direttivo dell’EDF – per contribuire a portare anche la voce delle ragazze e delle donne con disabilità, tramite le Associazioni italiane impegnate in difesa dei diritti delle persone con disabilità».

Ricordiamo anche, in conclusione, che in occasione del decimo anniversario della Convenzione di Istanbul (Convenzione del Consiglio d’Europa sulla prevenzione e la lotta contro la violenza nei confronti delle donne e la violenza domestica), l’EDF aveva prodotto un documento politico sul fenomeno della violenza nei confronti delle donne con disabilità e dei reati ai loro danni, con una serie di informazioni riguardanti l’intero territorio europeo. Ne avevamo scritto ampiamente anche sulle nostre pagine, in EDF: difendere la Convenzione di Istanbul è difendere anche le donne con disabilità (Stefano Borgato)

 

A questo link è disponibile il documento di osservazioni sull’accessibilità dei questionari lanciati dalla Commissione Europea, di cui si parla nella presente nota, testo redatto da Luisella Bosisio Fazzi, in collaborazione con il CRABA della Federazione lombarda LEDHA (Centro Regionale per l’Accessibilità e il Benessere Ambientale).

 

* Il presente testo è già stato pubblicato su Superando.it, il portale promosso dalla FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap), e viene qui ripreso, con lievi adattamenti al diverso contesto, per gentile concessione.

Vedi anche:

Sezione del centro Informare un’h dedicata al tema “La violenza nei confronti delle donne con disabilità”.

Sezione del centro Informare un’h dedicata al tema “Donne con disabilità”.

 

Ultimo aggiornamento il 22 Aprile 2021 da simona