Menu Chiudi

FIRST, si approvi subito la Legge sui caregiver

«Il periodo pandemico ha messo a durissima prova i Caregiver che si sono dovuti fare carico completamente da soli dei loro cari in un momento in cui tutti i sostegni, gli aiuti e le assistenze che, a vario titolo sono garantite alle persone con disabilità, sono state sospese e interrotte», lo afferma la FIRST (Federazione Italiana Rete Sostegno e Tutela dei diritti delle persone con disabilità) in un accorato appello volto a sollecitare l’immediata approvazione di un Disegno di Legge finalizzato a riconoscere questa importante figura. DdL tutt’ora giacente presso l’11ª Commissione del Senato della Repubblica.

 

Un bambino con disabilità motoria sorride divertito mentre un cane infila il muso nella mano della sua caregiver.

È rivolto direttamente ai senatori e alle senatrici dell’11ª Commissione in tema di “Lavoro pubblico e privato, previdenza sociale” del Senato della Repubblica, quella in cui giace il Disegno di Legge n. 1461 avente ad oggetto le “Disposizioni per il riconoscimento ed il sostegno del caregiver familiare”, l’accorato appello rivolto dalla FIRST (Federazione Italiana Rete Sostegno e Tutela dei diritti delle persone con disabilità) volto a sollecitarne l’immediata approvazione.

«Il periodo pandemico ha messo a durissima prova i Caregiver che si sono dovuti fare carico completamente da soli dei loro cari in un momento in cui tutti i sostegni, gli aiuti e le assistenze che, a vario titolo sono garantite alle persone con disabilità, sono state sospese e interrotte – spiega la Federazione in un proprio comunicato stampa –. Le misure di sostegno, anche monetarie, adottate dal Governo per le varie categorie di persone, le imprese, i lavoratori dipendenti e autonomi, non hanno riguardato i Caregiver, quella categoria di persone che spesso viene definita invisibile e, di fatto, lo è. La spesa sociale non può tenere fuori chi di fatto, prestando cura ed assistenza a persone con gravi disabilità, costituisce il vero welfare familiare

«Queste famiglie hanno retto da sole il gravoso carico e la responsabilità di sostenere le persone con disabilità, in un momento in cui, come detto, tutti gli altri servizi sono stati sospesi – proseguono –. Non è stato facile, anzi è stato tremendamente difficile, ma il welfare familiare ha sopperito alla carenza dei detti sostegni come meglio si è potuto. La mancata approvazione del Disegno di Legge sul riconoscimento dei Caregiver familiare, giacente presso l’11ª Commissione del Senato, probabilmente ha impedito che queste figure potessero essere destinatarie di misure di aiuto economico diretto». Infatti, la mancanza di un riconoscimento formale dei Caregiver impedisce che essi possano essere individuati e riconosciuti come tali. La qual cosa ha come conseguenza che non possano essere utilizzati neppure i pochi fondi stanziati per loro in passato. Dunque «non c’è più un solo momento da perdere» concludono, il Disegno di Legge va calendarizzato e rapidamente approvato, anche «accogliendo quegli apporti che non solo la FIRST, ma anche altri hanno fornito, per migliorare il testo in esame e renderlo più aderente alle effettive condizioni di vita dei Caregiver.» (S.L.)

 

Per approfondire:

FIRST – Federazione Italiana Rete Sostegno e Tutela dei diritti delle persone con disabilità

Il testo del comunicato stampa “Subito la Legge sui Caregiver” diramato dalla FIRST

 

Ultimo aggiornamento: