Menu Chiudi

Il dibattito in tema di aborto terapeutico

“Anastasia”, opera pittorica dell’artista argentina Sofia Bonati. Essa raffigura il busto di una giovane donna vestita con una sorta di chimono colorato con differenti gradazioni di rosa. Sullo sfondo beige motivi floreali astrati con tonalità non distanti da quelle del vestito. Il viso della donna non tradisce emozioni.

C’è un tema che si ripropone ciclicamente all’interno dell’associazionismo delle persone con disabilità, quello secondo cui l’aborto terapeutico lederebbe il diritto alla vita delle persone con disabilità. Di recente lo ha fatto l’ANFFAS (Associazione Nazionale Famiglie di Persone con Disabilità Intellettiva e/o Relazionale) commentando un fatto di cronaca avvenuto in Inghilterra e rilanciato dal quotidiano l’«Avvenire». Questi i testi interessati: Silvia Guzzetti, «Noi Down discriminati e scartati, ma resistiamo», la battaglia di Heidi, «Avvenire», 30 settembre 2021, e ANFFAS Nazionale, Il Caso Crowter e le vite degne di essere vissute, «Superando.it», 5 ottobre 2021. Ne è scaturito il dibattito che segue. Tutte le riflessioni pubblicate sono state segnalate all’ANFFAS, alla quale è stata offerta la possibilità di replicare. Possibilità che non ha mai colto né pubblicamente, né privatamente.

 

 

Vedi anche:

Sezione del centro Informare un’h dedicata al tema “Donne con disabilità: diritti sessuali e riproduttivi”.

Sezione del centro Informare un’h dedicata al tema “La violenza nei confronti delle donne con disabilità”.

Sezione del centro Informare un’h dedicata al tema “Donne con disabilità”.

 

Data di creazione: 2 Dicembre 2021

Ultimo aggiornamento il 3 Dicembre 2021 da Simona