Menu Chiudi

“Io per lei”, la campagna che mette al centro le mamme che credono nella ricerca

In vista della prossima Festa della Mamma, l’1e il 2 maggio torna “Io per lei”, la campagna della Fondazione Telethon per celebrare le mamme “rare”. Essa si compone di diverse attività. Da un lato prevede una raccolta fondi volta a sostenere la ricerca scientifica attraverso la vendita dei Cuori di biscotto, che costituisce un atto di solidarietà verso le mamme di bambini e bambine con una malattia genetica rara. Dall’altro lato si presenta come un racconto corale che mette al centro le mamme “rare” e il loro impegno.

 

Laura, mamma in sedia a rotelle, tiene in braccio il suo piccolo Ferdinando. I due sono immersi in un paesaggio fiabesco fatto di cuori, fiori, farfalle, lune e stelline, su cui risalta il nome della campagna “Io per lei”.

In vista della prossima Festa della Mamma, l’1e il 2 maggio torna “Io per lei”, la campagna della Fondazione Telethon per celebrare le mamme “rare”. Essa si compone di diverse attività. Da un lato prevede una raccolta fondi volta a sostenere la ricerca scientifica attraverso la vendita dei Cuori di biscotto, che costituisce un atto di solidarietà verso le mamme di bambini e bambine con una malattia genetica rara. Dall’altro lato si presenta come un racconto corale che mette al centro le mamme “rare” e il loro impegno, chiedendo a tutti ed a tutte di attivarsi per sconfiggere le malattie genetiche rare.

Rientra nel racconto corale il breve filmato realizzato da Rocío Muñoz Morales, attrice, madrina dei volontari Telethon e ambasciatrice della campagna di primavera “Io per lei”, ed Elena, mamma di Ilaria, nata con la atrofia muscolare spinale di tipo 2. Rocìo e Elena sono state protagoniste della maratona tv, e subito hanno trovato un’intesa. Il filmato nasce dalla voglia di condividere cosa significa essere madri, saper accudire, proteggere, ma anche sapersi supportare a vicenda in nome di un profondo amore per i propri figli e figlie. Il messaggio più importante lanciato da Rocìo ed Elena? «Per migliorare il futuro bisogna lavorare nel presente», sostenendo nella ricerca scientifica. La storia di Elena ed Ilaria è disponibile a questo link. Quella di Laura, una mamma con disabilità che ha prestato il suo volto e la sua storia per la campagna “Io per lei”, a quest’altro link.

Nel rispetto delle norme emanate per contenere l’emergenza epidemiologica da Covid-19, in tutta Italia sarà possibile trovare 1.300 punti di raccolta dove circa 4.000 volontari di Fondazione Telethon e UILDM – Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare, e di AVIS – Associazione Volontari Italiani Sangue, ANFFAS – Associazione Nazionale Famiglie di Persone con Disabilità Intellettiva e/o Relazionale, UNPLI – Unione Nazionale delle Pro Loco d’Italia – e Azione Cattolica Italiana distribuiranno i Cuori di biscotto, un regalo perfetto per festeggiare la mamma, con una donazione minima di 12 euro.

Per partecipare attivamente alla campagna e aiutare a distribuire i Cuori di biscotto è possibile contattare il numero 06 44015758, oppure scrivere all’indirizzo volontari@telethon.it. A questo link invece è possibile la mappa dei punti di distribuzione. (Simona Lancioni)

 

Per approfondire:

Fondazione Telethon

Pagina dedicata alla campagna di primavera “Io per lei”.

Il filmato realizzato da Rocío Muñoz Morales e Elena.

La storia di Elena e Ilaria.

La storia dli Laura.

 

Ultimo aggiornamento il 4 Maggio 2021 da simona