L’accesso delle donne con disabilità alla comunità lesbica

«Questa tre giorni sarà utile a riflettere, interrogarci criticamente anche rispetto agli aspetti che concernono la partecipazione e l’accesso alle donne con disabilità alla comunità lesbica e alla partecipazione attiva alla politica e alla vita associativa», ci spiega una delle organizzatrici di Lesbicx, un’iniziativa che si terrà nei giorni 1, 2 e 3 febbraio a Bologna, e che ospiterà, tra gli altri, anche l’intervento “Abilmente lesbica” di Francesca Talozzi, lesbica e femminista da sempre, disabile motoria da dieci anni.

 

Un’opera street art raffigura un bacio appassionato tra due personaggi della Disney: Biancaneve e Cenerentola.

Un’opera street art raffigura un bacio appassionato tra due personaggi della Disney: Biancaneve e Cenerentola.

L’associazione Lesbiche Bologna e la Scuola Femminista: femminismi in dialogo stanno organizzando una tre giorni di eventi denominata Lesbicx. L’iniziativa si terrà nei giorni 1, 2 e 3 febbraio 2019 e sarà ospitata al Cassero – LGBT center* (in Via Don Minzoni, 18,) ed al Centro delle Donne (in Via del Piombo, 5) di Bologna. Tra i tanti momenti di riflessione, tutti importanti, ci preme segnarne uno in particolare. Si tratta dell’intervento intitolato “Abilmente lesbica”, previsto nella mattinata di sabato 2 febbraio. Ad esporlo Francesca Talozzi, lesbica e femminista da sempre, attivista della Casa della donna di Pisa da venticinque anni, ha studiato archeologia classica, si interessa di letteratura delle donne e drammaturgia, appassionata di arte e fotografia, da dieci anni guarda il mondo da una sedia a rotelle.

Consapevoli che la sede in Via Don Minzoni non è completamente accessibile, le organizzatrici hanno predisposto degli accomodamenti ragionevoli per l’accessibilità, inoltre delle volontarie sono disponibili per supportare gli spostamenti dalla stazione o autostazione al Cassero e viceversa, nonché per gli spostamenti all’interno del luogo. Il luogo è dotato di bagno accessibile, e sarà presente un’interprete LIS (lingua italiana dei segni). Verranno proiettati dei cortometraggi che sono sottotitolati.

Domenica 3 gli eventi si terranno al Centro delle Donne. Il luogo è completamente accessibile (anche il bagno), e sono predisposti gli stessi servizi dei giorni precedenti.

«Questa tre giorni sarà utile a riflettere, interrogarci criticamente anche rispetto agli aspetti che concernono la partecipazione e l’accesso alle donne con disabilità alla comunità lesbica e alla partecipazione attiva alla politica e alla vita associativa», ci spiega una delle organizzatrici. E non può sfuggire l’importanza di questa riflessione quanto mai rara, se si considera che, a parte la ricerca “Abili di cuore – Omo-disabilità: quale rapporto tra omosessualità e disabilità?”, condotta nel 2007, non ci risulta che il tema dell’orientamento sessuale connesso alla disabilità sia oggetto di particolare attenzione pubblica. Una lacuna che rende particolarmente apprezzabili iniettive come questa. (Simona Lancioni)

 

* LGBT è una sigla utilizzata come termine collettivo per riferirsi a persone Lesbiche, Gay, Bisessuali e Transgender.

 

Per approfondire:

Consulta il programma di Lesbicx sulla pagina Facebook dedicata.

Pagina Facebook dell’associazione Lesbiche Bologna.

Pagina Facebook della Scuola Femminista: femminismi in dialogo.

Pagina Facebook del Gruppo Jump LGBT – Oltre tutte le barriere.

Abili di cuore – Omo-disabilità: quale rapporto tra omosessualità e disabilità?”, rapporto di ricerca di Priscilla Berardi, con la collaborazione di Cristina Chiari e Ilaria Grasso ed il supporto del Centro Bolognese di Terapia della Famiglia, del Centro Documentazione Handicap di Bologna e di Handygay di Roma, supervisione e coordinamento di Raffaele Lelleri, Bologna, luglio 2007.

Sezione del centro Informare un’h dedicata al tema “Donne con disabilità”.

 

Data di creazione: 22 gennaio 2019
Ultimo aggiornamento: 23 gennaio 2019

Pubblicato in News