Newsletter del centro Informare un’h, 30 aprile 2019

La partecipazione delle donne con disabilità ai processi decisionali, un valore irrinunciabile
Nei giorni scorsi è stata resa pubblica la traduzione in lingua italiana del Commento Generale n. 7 del Comitato ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità, in tema di partecipazione delle persone con disabilità nell’implementazione e nel monitoraggio della Convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità. Nel testo la questione del genere connesso alla disabilità è posta con costanza e meticolosità in relazione a molti aspetti considerati. Pur non essendo il Commento specificamente rivolto all’Italia, se teniamo presente la sostanziale assenza, nel nostro Paese, di politiche specificamente rivolte alle donne e alle ragazze con disabilità, diventa subito chiara l’importanza di un documento che mette in luce il valore irrinunciabile della partecipazione delle donne con disabilità ai processi decisionali.

Silvia Cutrera: «libertà e indipendenza hanno caratterizzato le mie più importanti scelte di vita»
Impegnata nella rivendicazione dei diritti umani delle persone con disabilità (impegno che le è valso un importante riconoscimento), promotrice dei principi di vita indipendente (intesa come assistenza autogestista), sentinella della memoria dell’Olocausto, consapevole della discriminazione multipla che colpisce le donne con disabilità e determinata nel contrastarla, attiva (molto attiva) nell’associazionismo di settore. Silvia Cutrera è questa e molte altre cose, come emerge dall’interessante intervista che ci ha rilasciato.

Senza resistere è impossibile esistere. Primi passi tra lesbismo, femminismo e disabilità
Il tema “lesbismo e disabilità” è davvero poco conosciuto e dibattuto. Per questo motivo ci fa davvero piacere ospitare uno scritto di Francesca Talozzi, lesbica e femminista da sempre, attivista della Casa della donna di Pisa da venticinque anni, con una formazione in archeologia classica, un interesse per la letteratura delle donne e la drammaturgia, una passione per l’arte e la fotografia, una disabilità motoria acquisita dieci fa. Non è il semplice racconto della propria esperienza, anche se a questa si fa riferimento, è una riflessione più ampia e articolata, espressa con una lucidità ed una competenza poco comuni.

A Pontedera, un incontro sul Progetto Autismo 2018-2019
La transizione della persona con autismo dall’età evolutiva a quella adulta sarà il focus del “Progetto Autismo 2018-2019”, un importante incontro previsto, a Pontedera, il prossimo 10 maggio. 

Persone Down al lavoro, “una scelta che conviene”. Parola d’imprenditore
Gestiscono hotel, ristoranti e bar e hanno inserito nel proprio staff un lavoratore con sindrome di Down. Oggi assicurano: “Il clima di squadra è migliorato, c’è più tolleranza tra i dipendenti e i clienti sono contenti. E c’è anche un vantaggio economico”. Flash mob #Downlavoro il primo maggio.

Festa della mamma: UILDM e Telethon per le malattie rare
Il 4 e 5 maggio, in più di 1.600 piazze in tutta Italia, saranno distribuiti i Cuori di biscotto dai volontari di Fondazione Telethon e UILDM – Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare, e di AVIS, Anffas e UNPLI. Dolci biscotti distribuiti come ringraziamento con una donazione minima di 12 euro per sostenere la campagna “Io per lei” a favore della ricerca scientifica sulle malattie genetiche rare e neuromuscolari.

Nessuno tocchi la riabilitazione: 40 associazioni scrivono al ministro Grillo
Perplessità e preoccupazioni in merito al decreto ministeriale sui “criteri di appropriatezza”. Due i nodi critici: la soglia del 20% per chi proviene dal domicilio e l’introduzione del Nucleo di Valutazione Multidimensionale. Appello di 40 associazioni dell’Alleanza Malattie rare.

Dopo di noi: che fine ha fatto la relazione sul 2017?
Era attesa, secondo la legge, entro il 30 giugno 2018. Ma ancora non è stata presentata alla Camere. Un’interrogazione la richiede ai ministri Fontana e Di Maio.

Scuola, intesa sul riparto dei 100 milioni per i servizi per gli alunni con disabilità
Il riparto dei 100 milioni arriva con largo anticipo rispetto al nuovo anno scolastico: «Vogliamo che gli Enti Locali siano messi nelle migliori condizioni per poter erogare i necessari servizi», afferma il ministro Fontana. Sancita intesa anche sul riparto del Fondo per la Famiglia.

Quei dirigenti scolastici che su Whatsapp prendono di mira la disabilità dei loro docenti
In un gruppo Whatsapp intitolato: “Dirigenti Scolastici Italiani” nasce una curiosa discussione, che sfocia nel dileggio fatto da alcuni DS nei confronti della disabilità dei loro docenti. Oltre il pessimo gusto di ridere della disabilità altrui, quello che preoccupa è la critica alle leggi dello Stato che proprio i DS dovrebbero garantire.

Nujeen dalla Siria alla Germania in sedia a rotelle. E ora all’Onu: «Non dimenticateci»
Affetta dalla nascita da una paralisi cerebrale, Nujeen con la sua volontà di ferro ha conquistato il mondo e ispirato milioni di persone commuovendo anche il Consiglio di Sicurezza.

Perché tante palestre chiudono le porte alle persone con disabilità?
Sembra proprio che nella maggior parte dei casi le palestre private tengano le porte chiuse alle persone con disabilità. «Occorrerebbe dunque costruire percorsi per preparare meglio gli addetti e per dotare gli spazi di aree adeguatamente attrezzate»: a dirlo è Roberto Speziale, coordinatore della Consulta Disabilità nel Forum Nazionale del Terzo Settore, e insieme a Stefano Gobbi, coordinatore della Consulta Sport del Forum, propone un patto di inclusione fra le reti delle Associazioni Sportive Dilettantistiche e quelle che si occupano di disabilità, aderenti al Forum stesso.

Adozioni, in Italia oltre 420 bambini con bisogni speciali: le storie di chi accoglie
Per loro è difficile trovare una mamma e un papà, anche se in questi casi è consentita l’adozione anche da parte di coppie non sposate o single. Se ne parla nel numero di aprile di “SuperAbile Inail”, il mensile sui temi della disabilità pubblicato dall’istituto.

Un’altra visione della bellezza
I ritratti di Marinka Masséus per Radical Beauty Project hanno vinto il prestigioso premio Sony World Photography. Il progetto fotografico ritrae solo modelli con sindrome di Down, con l’obiettivo di offrire una visione alternativa della bellezza.

“Codice Celiachia”, dal 1 giugno in Toscana addio ai buoni cartacei
II buono sarà sostituito da un codice numerico che, abbinato alla tessera sanitaria, consentirà ai celiaci di acquistare i prodotti alimentari specifici: una nuova e moderna modalità telematica di gestione del vecchio buono cartaceo, che fino ad ora permetteva loro di acquistare i prodotti alimentari specifici per celiaci.

Salute Mentale. Le performance in ospedale e sul territorio: grandi difformità regionali. L’analisi della Siep basata sui nuovi indicatori del sistema di garanzia dei Lea
In ospedale solo Friuli Venezia Giulia e Basilicata promosse a pieni voti (9 punti). Poi Toscana (6 punti), Campania, Molise, Lazio, Marche, Umbria e P.A. Bolzano (tutte con 3 punti) e infine Lombardia, Veneto e Abruzzo (appena sufficienti). Bocciate le altre 9 regioni. Più o meno stesso rapporto tra promossi e bocciati sul territorio, ma con posizioni diverse tra le Regioni: la migliore è infatti l’Emilia Romagna, tra le bocciate per l’assistenza psichiatrica ospedaliera. L’analisi è stata effettuata dalla Società di epidemiologia psichiatrica. Ecco tutti i risultati

 

Il centro Informare un’h promuove la lettura, l’adozione e l’applicazione di questo importante strumento, ed invita caldamente tutte e tutti a contribuire alla sua divulgazione:
Forum Europeo sulla Disabilità, Secondo Manifesto sui diritti delle Donne e delle Ragazze con Disabilità nell’Unione Europea. Uno strumento per attivisti e politici, adottato a Budapest il 28-29 maggio 2011 dall’Assemblea Generale del Forum Europeo sulla Disabilità (EDF) in seguito ad una proposta del Comitato delle Donne dell’EDF, approvato dalla Lobby Europea delle Donne, revisione realizzata alla luce della Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle Persone con Disabilità, versione in lingua italiana approvata dal Forum Europeo sulla Disabilità, traduzione a cura di Simona Lancioni e Mara Ruele, Peccioli (PI), Informare un’h, 2017, p. 70, in formato pdf.
Esso è disponibile che in versione facile da leggere (qui la presentazione).

Un cordiale saluto e buona lettura
Informare un’h – Centro Gabriele e Lorenzo Giuntinelli, Peccioli (PI)

 

Questa newsletter è un servizio offerto da Informare un’h – Centro Gabriele e Lorenzo Giuntinelli della UILDM sezione di Pisa (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare).
Per richiedere informazioni, inviare segnalazioni, per ricevere o non ricevere più la newsletter scrivi a: info@informareunh.it
Seguici anche su Facebook.
Consulta l’archivio delle nostre newsletter.

 

Da gennaio 2018 il centro Informare un’h inizia una collaborazione con il Coordinamento DiPoi – Durante e dopo di noi (www.dipoi.it), ospitando nella propria newsletter le informazioni e le segnalazioni prodotte dagli enti aderenti al Coordinamento stesso.