Newsletter del centro Informare un’h, 9 gennaio 2019

Toscana: fondi per la non autosufficienza e la Vita Indipendente per il 2019
Invariati, rispetto allo scorso anno, gli importi stanziati dalla Regione Toscana per il 2019 per il Fondo per la Non Autosufficienza, i progetti di Vita Indipendente delle persone con grave disabilità, e le quote sanitarie per l’inserimento di persone anziane ultrasessantacinquenni non autosufficienti nelle residenze sanitarie assistenziali e nei centri diurni. Introdotta una lieve modifica all’Atto d’indirizzo per la predisposizione dei progetti di Vita Indipendente, senza, tuttavia, che siano ammessi nuovi accessi agli stessi. Per il sesto anno consecutivo non è previsto alcun incremento delle risorse destinate a tale servizio. Chiediamo con forza che la Regione si disponga a sanare quanto prima questa situazione. 

Contributo a favore delle famiglie con figli minori disabili per il triennio 2019-2021
700 euro all’anno: è questa l’entità del contribuito finanziario a favore delle famiglie con figli minori disabili gravi per il triennio 2019-2021 istituito dalla regione Toscana sul finire del 2018. Vediamo i requisiti e le modalità di accesso ai contributi di cui si tratta.

Quella violenza incrociata che nega la libertà di scelta delle donne in tema di maternità
Capita ancora oggi che davanti ad una diagnosi prenatale che accerti la presenza di rilevanti anomalie o malformazioni del nascituro, le donne in stato interessante siano sottoposte ad una duplice pressione di segno opposto, una di matrice abilista, e un’altra di matrice antiabortista. Due pressioni che spesso si traducono in una violenza psicologica incrociata. Nella storia che segue la stessa donna ha subito entrambi i tipi di violenza. I fatti di cui si tratta risalgono a diversi anni fa, quelli necessari a Maria per trovare la forza di parlarne, e la voglia di mettere il suo vissuto a disposizione di altre donne che dovessero trovarsi in una situazione simile.

Donne, maternità e disabilità: diritti, sfide culturali, etica
Il primo dicembre 2018 presso la Sala Galmozzi in via Tasso a Bergamo si è svolto, su iniziativa del Consiglio delle Donne del Comune, un incontro intitolato “Diritto alla maternità nella disabilità”. In quella occasione la UILDM locale ha presentato il “Secondo Manifesto sui diritti delle Donne e Ragazze con disabilità nell’Unione Europea” insieme ad altri interventi importanti tra i quali quelli di alcune madri con disabilità.

La professoressa con autismo che aiuta gli animali a stare meglio
È tra i maggiori esperti internazionali di comportamento animale, insegna alla Colorado State University, ed è una signora settantunenne con autismo “altamente funzionale”. «Temple Grandin – scrive Stefania Delendati – è una donna speciale che ha capito, tra mille difficoltà, di avere il dono di vedere le cose da un’altra prospettiva, e ha messo a frutto questo dono. “Il mondo ha bisogno di tutti i tipi di mente” è la sua frase più famosa. E non sono soltanto belle parole, la sua vita lo dimostra».

Massa, uno sportello informativo sull’inclusione scolastica degli alunni con disabilità
Ha iniziato ad essere operativo proprio in questi giorni lo sportello informativo per l’inclusione scolastica degli studenti con disabilità inaugurato lo scorso dicembre presso il Palazzo Ducale di Massa. Un servizio fortemente voluto dalla Consulta Provinciale delle persone con disabilità per fornire alle persone con disabilità e ai loro familiari informazioni certe e competenti in un luogo predisposto a tale scopo, e senza perdite di tempo.

Niente aumento delle pensioni di invalidità
«Sono molto vivi e montanti la delusione e lo sconcerto fra le persone con disabilità e le famiglie, a fronte delle aspettative verosimilmente deluse dall’imminente Decreto su reddito e pensione di cittadinanza»: lo si legge in una nota diffusa dalla FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap), che motiva poi tale sconcerto, entrando nel dettaglio dei provvedimenti previsti.

Cosa cambia con la Legge di Bilancio per le persone con disabilità?
Reddito e pensione di cittadinanza, scuola, cani guida, Carta Europea della Disabilità, Fondi vecchi e nuovi: sono i temi trattati dal Servizio HandyLex.org, in un ampio approfondimento dedicato alla Legge di Bilancio per il 2019, pubblicata il 31 dicembre in Gazzetta Ufficiale, rispetto alle varie parti che più direttamente interessano le persone con disabilità e le loro famiglie. E non mancano le novità e le conferme, insieme alle incertezze e ai rinvii.

Nel 2019 il fondo per il Dopo di noi torna a 56,1 milioni
Con il comma 455 la legge di bilancio ripristina per l’anno 2019 la dotazione del Fondo prevista dalla legge 112/2016.

Gli importi e i limiti per il 2019 di pensioni e indennità
Come ad ogni nuovo anno, l’INPS ha ridefinito – collegandoli agli indicatori dell’inflazione e del costo della vita – gli importi delle pensioni, degli assegni e delle indennità erogati agli invalidi civili, ai ciechi civili e ai sordi e i relativi limiti reddituali previsti per alcune provvidenze economiche. A fissare dunque per il 2019 i vari importi e i relativi limiti di reddito – che rendiamo disponibili ai Lettori – è stata la Circolare n. 122, prodotta il 27 dicembre scorso dalla Direzione Centrale delle Prestazioni dell’INPS.

Insegnanti di sostegno: il 36% non è specializzato
Lo afferma l’Istat nel suo report sull’inclusione scolastica nell’anno 2017/18. Gli alunni con disabilità sono il 3,1% degli iscritti: il 41% ha cambiato insegnante di sostegno da un anno all’altro. Solo una scuola su tre è a norma rispetto alle barriere architettoniche.

Erasmus e disabilità: i numeri di un’esperienza senza barriere
Dal 2014 al 2017 hanno partecipato a esperienze professionalizzanti in Europa 709 giovani con bisogni speciali. Numeri più esigui per gli studenti di istituti tecnici e licei e per gli universitari.

Toscana, la formazione in una scuola di Montecatini
Stage di tre anni per 15 giovani con la sindrome di Down e poi al lavoro in un vero hotel che sarà aperto a Pistoia con l’aiuto della Fondazione Caript.

Una riflessione sulla notizia dell’autistico di 14 anni che ha accoltellato a morte il padre
Si parlerà molto da oggi dell’autistico che ha ucciso il padre accoltellandolo. La notizia nella sua cruda ricostruzione è riportata qui sotto dai primi lanci di agenzia. Nulla sappiamo di più e nulla vogliamo affidare alle congetture. Sarà compito degli inquirenti stabilire la dinamica esatta dei fatti, anche se appare abbastanza lineare, manca solo la ricostruzione del fratello gemello, quindi minorenne anche lui, ma non pensiamo ci sia spazio per altre possibili ipotesi che la seguente: due fratelli litigano tra loro come è naturale e fisiologico che accada in tutte le famiglie, potrebbe essere che tra i due fosse in atto un gioco pericoloso in cui aveva parte un coltello, tutti abbiamo giocato con i fratelli con oggetti pericolosi…Il padre è intervenuto per separarli o per far terminare il gioco, una coltellata lo ha ucciso.

Spesa sociale. Il report Istat: nei Comuni diminuisce quella per gli anziani, cresce invece la quota destinata ai disabili
Secondo il Rapporto sulla “Spesa dei Comuni per i servizi sociali”, prosegue la ripresa iniziata nel 2014 riportando gradualmente la spesa sociale quasi ai livelli precedenti la crisi economica. Diminuiscono però le risorse dedicate ai servizi per gli anziani. La spesa per i disabili invece aumenta sia in valore assoluto che in rapporto alla popolazione di riferimento: da 1.478 euro annui pro-capite nel 2003 (19,7% l’incidenza sulla spesa sociale dei Comuni) a 2.854 nel 2016 (25,5%).

Sla, ecco il farmaco cannabinoide efficace contro gli spasmi muscolari
Lo studio pubblicato sulla rivista Lancet. Mario Melazzini: «La lotta alla malattia è un gioco di squadra».

 

Il centro Informare un’h promuove la lettura, l’adozione e l’applicazione di questo importante strumento, ed invita caldamente tutte e tutti a contribuire alla sua divulgazione:
Forum Europeo sulla Disabilità, Secondo Manifesto sui diritti delle Donne e delle Ragazze con Disabilità nell’Unione Europea. Uno strumento per attivisti e politici, adottato a Budapest il 28-29 maggio 2011 dall’Assemblea Generale del Forum Europeo sulla Disabilità (EDF) in seguito ad una proposta del Comitato delle Donne dell’EDF, approvato dalla Lobby Europea delle Donne, revisione realizzata alla luce della Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle Persone con Disabilità, versione in lingua italiana approvata dal Forum Europeo sulla Disabilità, traduzione a cura di Simona Lancioni e Mara Ruele, Peccioli (PI), Informare un’h, 2017, p. 70, in formato pdf.
Esso è disponibile che in versione facile da leggere (qui la presentazione).

Un cordiale saluto e buona lettura
Informare un’h – Centro Gabriele e Lorenzo Giuntinelli, Peccioli (PI)

 

Questa newsletter è un servizio offerto da Informare un’h – Centro Gabriele e Lorenzo Giuntinelli della UILDM (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare) sezione di Pisa.
Per richiedere informazioni, inviare segnalazioni, per ricevere o non ricevere più la newsletter scrivi a: info@informareunh.it
Seguici anche su Facebook.

 

Da gennaio 2018 il centro Informare un’h inizia una collaborazione con il Coordinamento DiPoi – Durante e dopo di noi (www.dipoi.it), ospitando nella propria newsletter le informazioni e le segnalazioni prodotte dagli enti aderenti al Coordinamento stesso.