Menu Chiudi

Newsletter del centro Informare un’h, 1 ottobre 2020

Una Guida per collaborare col Comitato CEDAW e promuovere i diritti delle donne con disabilità
Il Forum Europeo sulla Disabilità (EDF) ha pubblicato una Guida per le organizzazioni di persone con disabilità sul Comitato ONU per l’eliminazione della discriminazione contro le donne (Comitato CEDAW), affinché queste conoscano il lavoro di questo importante organo e collaborino con esso per promuovere i diritti delle donne e delle ragazze con disabilità. Impegnarsi con il Comitato CEDAW offre alle organizzazioni di persone con disabilità l’opportunità di portare le proprie priorità e le proprie questioni all’attenzione degli/delle esperti/e delle Nazioni Unite, e può aumentare il loro potere di pressione a livello nazionale.

La CEDAW e le donne con disabilità
La Convenzione sull’eliminazione di tutte le forme di discriminazione nei confronti delle donne, meglio nota con l’acronimo inglese di CEDAW, non contiene richiami specifici alla condizione delle donne con disabilità, ma rappresenta comunque un importante riferimento giuridico posto anche a loro tutela, come dimostrano alcune raccomandazioni contenute nelle Osservazioni conclusive elaborate dal Comitato per l’eliminazione della discriminazione nei confronti della donna in risposta all’ultimo Rapporto periodico presentato dall’Italia sull’applicazione della stessa nel 2015.

Ritrarre le persone sorde e i loro silenzi pieni di rumore
Il sito del settimanale «L’Espresso» ospita alcuni scatti di Valerio Bispuri, un fotografo che ha realizzato un progetto volto a raccontare il mondo delle persone sorde. Per realizzarlo Bispuri ha provato ad affrontare il silenzio assoluto ricreandolo nella propria persona. I suoi scatti in bianco e nero restituiscono l’espressività e la vitalità di una bellezza spontanea.

L’accessibilità del web punto di svolta per l’accessibilità complessiva
Approvata nel 2016, la Direttiva Europea sull’Accessibilità del Web stabiliva che tutti i siti della Pubblica Amministrazione diventassero accessibili entro il giorno 23 di questo mese di settembre del 2020. Per l’occasione, il Forum Europeo sulla Disabilità ha ospitato una discussione online, per evidenziare i risultati finora ottenuti in questo àmbito e le sfide ancora aperte, oltre a lanciare un proprio sondaggio. «L’accessibilità digitale – ha dichiarato durante l’incontro il commissario europeo Thierry Breton – ha un ruolo chiave quale punto di svolta per l’accessibilità complessiva».

Si riunisce l’Osservatorio nazionale disabilità. Lo presiede Conte
Per la prima volta il premier ha partecipato direttamente all’incontro a Palazzo Chigi. Presenti rappresentanti delle federazioni e associazioni delle persone con disabilità e di altri enti ed istituzioni. Falabella: “Il premier usa il nostro linguaggio e ha effettiva attenzione. C’è tanto da fare, ma è tutto nel secondo Programma d’azione. Nuova sinergia darà frutto”.

Violenza nei confronti delle donne con disabilità: la nuova indagine della FISH
«Sei una ragazza o una donna con disabilità? Allora ti chiediamo di compilare il nostro questionario dedicando 15 minuti del tuo tempo al tema delle violenze e degli abusi sulle donne. Che tu abbia subito o meno piccole o grandi violenze, le tue esperienze e i tuoi pensieri sono importanti»: viene lanciata così, dalla Federazione FISH, l’iniziativa “VERA 2”, nuova edizione aggiornata di un’indagine degna della maggiore attenzione possibile, che rientra nell’àmbito del progetto “Disabilità: la discriminazione non si somma, si moltiplica”.

Mascherine trasparenti per aiutare i non udenti. In Emilia Romagna presentate due risoluzioni
Il primo atto, a firma dei consiglieri di ER-Coraggiosa e del Pd, prende le mosse dalla necessità di garantire che nelle scuole gli studenti con difficoltà uditiva possano comprendere docenti e compagni. La seconda, presentata dalla Lega, avanza la stessa proposta per gli operatori sanitari e gli operatori delle istituzioni locali. Da tutti la richiesta alla Regione di farsi portavoce presso il Governo per introdurre le mascherine trasparenti a livello nazionale.

Covid-19 e Sindrome di Down, mortalità fino a 10 volte più alta
«La prevalenza di persone con Sindrome di Down nel nostro campione è stata dello 0,5%. Questo porta a una stima di 100-130 individui con SD deceduti con CoVID-19 in Italia fino all’11 giugno scorso. La prevalenza di SD nella popolazione generale italiana è circa lo 0,05%, suggerendo che la mortalità da CoVID-19 in questa popolazione potrebbe essere fino a 10 volte maggiore della popolazione generale», spiega Graziano Onder.

Sindrome di Down, “le associazioni rischiano di scomparire”. Appello di Coordown
In vista della giornata nazionale dell’11 ottobre, il Coordinamento lancia la campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi: “Obiettivo: trovare le risorse per continuare il nostro impegno quotidiano, oggi più che mai necessario, di promozione della cultura della diversità, di lotta a pregiudizi, stereotipi e basse aspettative”.

Psichiatria e criminalità, “servono strutture quando la psicosi diventa pericolosa”
Lo psichiatra Tito Gattoni ha lavorato per oltre 30 anni nell’Ospedale psichiatrico giudiziario di Castiglione delle Stiviere: “Quando il disturbo si manifesta e inizia a diventare psicosi, occorre prendere in carico all’interno di una struttura. Così eviteremmo tanti omicidi e suicidi”. Con la pandemia, situazione più grave: “Mi risultano almeno 70 suicidi collegati ad essa”.

Inaugurato il centro clinico NeMO di Brescia
Situato presso la Fondazione “Ospedale e Casa di Riposo Nobile Paolo Richiedei” di Gussago a Brescia, la nuova sede del Centro Clinico NeMO disporrà di oltre 1.500 metri quadri di superficie e 16 posti letto per assistere bambini e adulti con malattia neuromuscolare senza alcun onere a carico dei pazienti e delle loro famiglie.

In Italia il turismo diventa sempre più accessibile
GTI (Guide Turistiche Italiane) celebra le Giornate Europee del Patrimonio con una serie di itinerari dedicati: Viaggi nella storia, Rotelle in pendenza, Il David inSegna, Ciottoli e Rotelle. Da Roma a Sabbioneta.

Fibrosi cistica, al via la campagna “Una cura per tutti”
Ad ottobre, mese della ricerca sulla patologia, previsti numerosi eventi di sensibilizzazione e di raccolta fondi.

 

Il centro Informare un’h promuove la lettura, l’adozione e l’applicazione di questo importante strumento, ed invita caldamente tutte e tutti a contribuire alla sua divulgazione:
Forum Europeo sulla Disabilità, Secondo Manifesto sui diritti delle Donne e delle Ragazze con Disabilità nell’Unione Europea. Uno strumento per attivisti e politici, adottato a Budapest il 28-29 maggio 2011 dall’Assemblea Generale del Forum Europeo sulla Disabilità (EDF) in seguito ad una proposta del Comitato delle Donne dell’EDF, approvato dalla Lobby Europea delle Donne, revisione realizzata alla luce della Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle Persone con Disabilità, versione in lingua italiana approvata dal Forum Europeo sulla Disabilità, traduzione a cura di Simona Lancioni e Mara Ruele, Peccioli (PI), Informare un’h, 2017, p. 70, in formato pdf.
Esso è disponibile che in versione facile da leggere (qui la presentazione), e nella versione in comunicazione aumentativa alternativa – CAA (qui la presentazione).

Un cordiale saluto e buona lettura
Informare un’h – Centro Gabriele e Lorenzo Giuntinelli, Peccioli (PI)

 

Questa newsletter è un servizio offerto da Informare un’h – Centro Gabriele e Lorenzo Giuntinelli della UILDM sezione di Pisa (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare).
Per richiedere informazioni, inviare segnalazioni, per ricevere o non ricevere più la newsletter scrivi a: info@informareunh.it
Seguici anche su Facebook.
Consulta l’archivio delle nostre newsletter.

 

Da gennaio 2018 il centro Informare un’h inizia una collaborazione con il Coordinamento DiPoi – Durante e dopo di noi (www.dipoi.it), ospitando nella propria newsletter le informazioni e le segnalazioni prodotte dagli enti aderenti al Coordinamento stesso.

 

Ultimo aggiornamento il 1 Ottobre 2020 da simona