Menu Chiudi

Newsletter del centro Informare un’h, 10 maggio 2021

Nuova ordinanza del Comm. Figliuolo su vaccinazioni persone disabili e caregiver
Nel sito del Ministero per le disabilità sono state pubblicate le disposizioni contenute in una nuova ordinanza firmata dal Commissario Straordinario per l’emergenza Covid19, Gen. Francesco Paolo Figliuolo, che disciplina la prenotazione dei vaccini per le persone con disabilità e i loro caregiver nelle varie regioni. Tra le misure previste l’allestimento immediato di un portale online per le prenotazioni delle persone con disabilità grave, un servizio di assistenza telefonica, massima tempestività a vaccinare le persone con disabilità grave in condizione di assistenza continuativa domiciliare.

Cosa dovrebbe essere la vita indipendente: voglio dirlo alle Istituzioni Europee
Il 5 maggio si è celebrata l’8^ Giornata Europea della Vita Indipendente e, per l’occasione, il Forum Europeo sulla Disabilità ha lanciato un sondaggio rivolto a tutte le persone con disabilità, per conoscerne le storie di vita indipendente realizzata o di quella che invece dovrebbe essere tale, ma che richiede di superare ancora tante (troppe!) sfide per diventare reale. Ne risulteranno due documenti che arriveranno alla Commissione Europea e agli Europarlamentari. Si tratta di un’opportunità preziosa, per fare arrivare le voci dei “direttamente coinvolti” a chi “deve decidere” a livello continentale.

L’accessibilità è la base di ogni altro diritto: approvata una Mozione alla Camera
«Il diritto all’accessibilità è sia diritto in sé e per sé, sia diritto fondamentale “funzionale”, presupposto imprescindibile per il godimento di tutti gli altri diritti della persona umana, perché la sua garanzia consente alle persone con disabilità di vivere in maniera indipendente, di compiere le proprie scelte e di partecipare a tutti gli aspetti della vita su base di eguaglianza con gli altri»: è uno dei tanti passaggi della lunga e importante Mozione concernente “Iniziative volte al superamento delle barriere architettoniche”, che è stata approvata all’unanimità ieri, 6 maggio, alla Camera dei Deputati.

Spagna, una legge pone fine alla sterilizzazione forzata delle persone con disabilità
Nonostante la Spagna abbia ratificato la Convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità già dal 2008, sino a pochi mesi fa la sterilizzazione forzata non era ancora considerata un reato per il Codice Penale spagnolo. Una recente modifica dello stesso ha corretto questa grave anomalia che ha portato alla violazione dei diritti umani di più di mille persone con disabilità, ed ha penalizzato soprattutto le adolescenti e le donne con disabilità.

Si è concluso RISEWISE, le donne con disabilità come soggetti e “oggetti” di studio
Si è concluso dopo quattro anni e mezzo RISEWISE, un progetto finanziato dalla Commissione Europea allo scopo di accrescere la partecipazione sociale delle donne con disabilità. Un progetto dove queste ultime erano contemporaneamente il soggetto e l’oggetto di uno studio condotto con un approccio olistico, senza che nessuna sfaccettatura della vita quotidiana e delle politiche sociali venisse tralasciata. Ben volentieri pubblichiamo un testo nel quale Cinzia Leone, coordinatrice del progetto stesso, descrive e sintetizza i risultati ottenuti.

I Protocolli Opzionali delle Convenzioni ONU e le donne con disabilità
Una volta ratificati dai vari Stati, i Protocolli Opzionali delle Convenzioni ONU consentono di presentare ai Comitati delle Nazioni Unite che ne monitorano l’attuazione di ricevere anche ricorsi individuali – di singoli o di gruppi di individui – e di avviare eventuali procedure d’inchiesta. Durante l’utile e importante incontro online promosso per oggi, 10 maggio, dal Forum Europeo sulla Disabilità e dall’Alleanza Internazionale sulla Disabilità, si spiegherà come utilizzare al meglio quegli stessi Protocolli Opzionali, in difesa dei diritti delle donne e delle ragazze con disabilità.

Sarà realizzata delle persone autistiche toscane una nuova versione di Marco Cavallo
A distanza di 48 anni, verrà realizzata in Toscana una nuova versione di Marco Cavallo, l’enorme cavallo blu di legno e cartapesta, simbolo della liberazione e autodeterminazione delle persone con disabilità intellettive e mentali. Parteciperanno all’impresa ragazzi, ragazze e adulti con autismo e l’artista Antonio Massarutto. Essa sarà espressione della rinnovata voglia di libertà delle persone autistiche toscane.

Servizi socio-assistenziali e territorio. Uno sguardo oltre la pandemia
Gli investimenti insufficienti nel welfare territoriale acuiscono il divario tra Nord e Sud Italia. Ma i dati dicono che con provvedimenti adeguati si può invertire la rotta.

Una prima azione concreta per “La catena dell’assunzione” lanciata dal CoorDown
Oltre a registrare tantissimo interesse per “The Hiring Chain” (“La catena dell’assunzione”), la campagna lanciata per affermare che assumere una persona con sindrome di Down o con un’altra disabilità intellettiva cambia la vita non solo dell’interessato, ma innesca un circolo virtuoso di nuove opportunità per tutti. il CoorDown (Coordinamento Nazionale Associazioni delle Persone con Sindrome di Down) ha anche annunciato, nei giorni scorsi, il primo passo concreto compiuto da un’azienda italiana, la Società Ferragamo, che ha deciso appunto di assumere una persona con sindrome di Down.

Caregiver familiari sono lavoratori: siano riconosciuti. Appello dei “Genitori tosti”
L’associazione scrive al governo, chiedendo stipendio e tutele e rilanciando la proposta depositata nel febbraio 2020. I bisogni dei caregiver erano stati fotografati in un questionario. Emergenza non più procrastinabile”.

L’Italia verso il riconoscimento della lingua dei segni
«La Repubblica riconosce, promuove e tutela la Lingua dei Segni Italiana (LIS) e la Lingua dei Segni Italiana Tattile (LIST)»: così un emendamento al Decreto Sostegni approvato ieri dalle Commissioni Bilancio e Finanze del Senato. Vengono inoltre riconosciute le figure dell’interprete LIS e dell’interprete LIST quali professionisti specializzati.

Come tagliare i capelli ai ragazzi con autismo e ricevere… un cinque
Pazienza, luci basse, musica spenta e tanto affetto: così Christian Plotegher taglia i capelli ai ragazzi con disturbo dello spettro autistico. «E alla fine – dice – mi danno il cinque guardandomi negli occhi, un gesto che può sembrare scontato, ma che per loro so essere un grande sforzo e soprattutto un atto di fiducia». Christian, tra l’altro, è stato anche insignito dal Presidente della Repubblica del titolo di Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica, «per il contributo nella realizzazione di ambienti della vita quotidiana accessibili e inclusivi anche per ragazzi con disabilità».

Giornata europea diritti malato. Da rete europea di Cittadinanzattiva “dieci” raccomandazioni a Parlamento e Commissione UE
Un Manifesto con 10 raccomandazioni che 32 associazioni di 15 Paesi hanno firmato e indirizzato alle istituzioni, per ricordare le necessità non accolte dei pazienti non-Covid. La prima raccomandazione è di incoraggiare iniziative perché in ogni Paese siano coinvolti i cittadini nell’uso dei fondi del Recovery Plan al fine di migliorare il sistema sanitario.

 

Il centro Informare un’h promuove la lettura, l’adozione e l’applicazione di questo importante strumento, ed invita caldamente tutte e tutti a contribuire alla sua divulgazione:
Forum Europeo sulla Disabilità, Secondo Manifesto sui diritti delle Donne e delle Ragazze con Disabilità nell’Unione Europea. Uno strumento per attivisti e politici, adottato dall’Assemblea Generale del Forum Europeo sulla Disabilità (EDF)nel 2011, versione in lingua italiana approvata dal Forum Europeo sulla Disabilità.
Esso è disponibile che in versione facile da leggere (qui la presentazione), e nella versione in comunicazione aumentativa alternativa – CAA (qui la presentazione).

Un cordiale saluto e buona lettura
Informare un’h – Centro Gabriele e Lorenzo Giuntinelli, Peccioli (PI)

 

Questa newsletter è un servizio offerto da Informare un’h – Centro Gabriele e Lorenzo Giuntinelli della UILDM sezione di Pisa (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare).
Per richiedere informazioni, inviare segnalazioni, per ricevere o non ricevere più la newsletter scrivi a: info@informareunh.it
Seguici anche su Facebook.
Consulta l’archivio delle nostre newsletter.

 

Da gennaio 2018 il centro Informare un’h inizia una collaborazione con il Coordinamento DiPoi – Durante e dopo di noi (www.dipoi.it), ospitando nella propria newsletter le informazioni e le segnalazioni prodotte dagli enti aderenti al Coordinamento stesso.

 

Ultimo aggiornamento il 10 Maggio 2021 da simona