Newsletter del centro Informare un’h, 11 luglio 2019

Toscana, bando di tre milioni di euro per progetti sul sociale
La Regione Toscana ha approvato un avviso pubblico per la concessione di contributi in ambito sociale a soggetti di terzo settore. L’importo complessivo del bando è di 3 milioni di euro, l’anno di riferimento il 2019. Le domande vanno presentate entro e non oltre il 9 agosto 2019.

Pubblicato il rapporto “Welfare e salute in Toscana 2019”
È stato pubblicato in questi giorni “Welfare e salute in Toscana 2019”, un rapporto di ricerca teso a fotografare il benessere fisico, psicologico e sociale della popolazione toscana. Tra i dati riportati alcuni riguardano le persone con disabilità. Vediamo i più importanti.

Ora parlo io!
Alla base del progetto “Ora parlo io!”, lanciato dal CoorDown (Coordinamento Nazionale Associazioni delle Persone con Sindrome di Down), vi è la volontà di permettere realmente alle persone con sindrome di Down di raccontarsi direttamente, con l’opportuna consapevolezza e i giusti strumenti, nel contesto della società e in contesti di vita “ordinari” (lavoro, scuola, vita sociale, affettività, sport, tempo libero). E il tutto tramite un questionario innovativo anche nel linguaggio prescelto, con il supporto di immagini e sintesi vocale, utilizzabile da persone con differenti livelli cognitivi.

Vita indipendente, abitare, lavoro. I bisogni espressi dalle persone con disabilità intellettiva
Terzo approfondimento sui risultati della ricerca-azione promossa da Fondazione CRC curata dal nostro Laboratorio: spazio agli elementi emersi dalle interviste che hanno coinvolto le persone con disabilità e i loro familiari.

Progetto “Plus”, formazione al lavoro per 50 persone con disabilità
Il progetto dell’Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare entra nella fase di formazione pratica. Offrirà opportunità di inserimento lavorativo per 80 persone con disabilità in 16 regioni italiane.

Sport, ricerca scientifica, inclusione, borse di studio: quattro bandi aperti sulla disabilità
Quattro bandi, per un valore complessivo di 275.000 euro, per progetti volti a favorire l’inclusione sociale e l’autonomia delle persone con disabilità e a sostenere la ricerca scientifica nel campo delle neuroscienze. A promuoverli e finanziarli è la Fondazione Giovan Battista Baroni.

11 milioni dalla Fondazione Telethon alla ricerca sulle malattie genetiche
Oltre 11 milioni di euro sono stati messi a disposizione dalla Fondazione Telethon alla ricerca scientifica di eccellenza, per rispondere alla propria missione, che è quella di trovare cure e terapie per le malattie genetiche rare. I fondi assegnati tramite il bando di concorso 2019 permetteranno di finanziare ben 35 progetti, sostenendo il lavoro di 50 gruppi di ricerca italiani, e riguarderanno complessivamente 34 malattie genetiche rare.

Di sorriso in sorriso, di lotta in lotta, ce la stiamo facendo!
Dietro modi gentili, uno sguardo sereno e un grande sorriso, si nasconde la forza incredibile di Milena, madre di due ragazzi con disturbo dello spettro autistico, per la cui crescita è finora stato fondamentale lo sport del nuoto, praticato con il movimento Special Olympics. «È soprattutto importante – racconta Milena – non perdere tutto il lavoro fatto fino ad oggi. Non mollare, ad altri genitori dico questo, perché si può vincere! Se non lotti per qualsiasi cosa non arrivi. Questa è diventata la mia filosofia, così come affrontare la vita con il sorriso».

Quel “cigno” che porta le persone con disabilità sull’aereo
Da brutto anatroccolo a cigno. Magari non ancora adulto, ma sicuramente una giovane idea che ha possibilità di crescere. Si chiama Swan, cigno appunto, ed è l’acronimo di Smart Wheelchair for Air travel Needs. In pratica è una sedia a rotelle di ridotte dimensioni, motorizzata e capace di muoversi in tutte e quattro le direzioni che da progetto cartaceo è diventato un prototipo funzionante.

Bologna diventa capitale mondiale delle tecnologie per l’inclusione
Il capoluogo emiliano ospiterà la quindicesima edizione della conferenza dell’associazione europea per lo Sviluppo delle tecnologie assistive: appuntamento dal 27 al 30 agosto.

“Auto elettriche vietate ai disabili”
Venturini, presidente della Guidosimplex, azienda leader del settore delle auto modificate per ogni tipo di disabilità, denuncia: “Iva da pagare per intero, poche agevolazioni e leggi vecchie: per i disabili la mobilità green è impossibile”.

La disabilità non è un limite, soprattutto sott’acqua: parola di DDI
La sede italiana di Disabled Divers International dal 2015 ha fatto conseguire il brevetto a decine di giovani con disabilità. E affianca un’intensa attività di corsi ad eventi di aggregazione e integrazione anche molto particolari.

Una collezione di abiti fashion per superare la disabilità
Presentata la linea ‘FashionAble’ a Villa Bardini, evento conclusivo del progetto di sartoria Easy Living, promosso da Fondazione CR Firenze all’interno progetti Hands4work e Siamosolidali.

Perché la Barbie disabile non serve a nulla
Mattel ha messo in commercio in Usa un modello in sedia a rotelle e uno con una protesi. Ignorando che è il significato che i bambini attribuiscono al gioco a fare la differenza e non il gioco stesso. E questa responsabilità la povera bambola non può reggerla.

Disabilità: arriva Portlab, il laboratorio di manifattura portatile
Dedicato alle associazioni del territorio toscano, consente di ideare e realizzare soluzioni ad-hoc ai problemi delle persone assistite coinvolgendole direttamente.

“I prescelti”, la verità sullo sterminio dei bambini disabili nella Vienna nazista
Dal 1940 al 1945 all’interno dell’ospedale di Spiegelgrund, nella Vienna nazista, trovarono la morte quasi 800 piccoli, le cui vite furono considerate indegne di essere vissute.

Morto Vincent Lambert il paziente tetraplegico simbolo del “Fine vita” in Francia
Martedì 2 luglio era stata disposta la sospensione dell’alimentazione e dell’idratazione del 43enne rimasto in stato vegetativo dopo un incidente stradale. Il Vaticano: “Sconfitta per l’umanità”.

Alessandra Locatelli nuovo ministro per la Famiglia
La vicesindaco di Como, segretaria cittadina della Lega Nord dal 2016, deputata, questa sera giurerà al Quirinale. A Como nei due anni passati su famiglia e disabilità si è visto poco di nuovo, mentre la vicesindaca si è distinta per le battaglie su migranti e mendicanti. Forum Famiglie: «Serve un cambio di passo. L’assegno unico resti la priorità».

Con caregiver depressi, più visite al PS i pazienti con demenza
La depressione del caregiver si riflette pesantemente nella gestione del paziente con demenza e si traduce in un maggior numero di visite al pronto soccorso dell’assistito. Ma anche il caregiver vede compromettersi la qualità di vita, instaurando quindi un circolo vizioso tra assistente ed assistito.

Lupus. Negli ultimi due decenni, migliorati esiti gravidanze
Un ampio studio americano ha fatto luce sui tassi di mortalità materna e fetale e sulle complicanze della gravidanza tra le donne affette da LES.

 

Il centro Informare un’h promuove la lettura, l’adozione e l’applicazione di questo importante strumento, ed invita caldamente tutte e tutti a contribuire alla sua divulgazione:
Forum Europeo sulla Disabilità, Secondo Manifesto sui diritti delle Donne e delle Ragazze con Disabilità nell’Unione Europea. Uno strumento per attivisti e politici, adottato a Budapest il 28-29 maggio 2011 dall’Assemblea Generale del Forum Europeo sulla Disabilità (EDF) in seguito ad una proposta del Comitato delle Donne dell’EDF, approvato dalla Lobby Europea delle Donne, revisione realizzata alla luce della Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle Persone con Disabilità, versione in lingua italiana approvata dal Forum Europeo sulla Disabilità, traduzione a cura di Simona Lancioni e Mara Ruele, Peccioli (PI), Informare un’h, 2017, p. 70, in formato pdf.
Esso è disponibile che in versione facile da leggere (qui la presentazione).

Un cordiale saluto e buona lettura
Informare un’h – Centro Gabriele e Lorenzo Giuntinelli, Peccioli (PI)

 

Questa newsletter è un servizio offerto da Informare un’h – Centro Gabriele e Lorenzo Giuntinelli della UILDM sezione di Pisa (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare).
Per richiedere informazioni, inviare segnalazioni, per ricevere o non ricevere più la newsletter scrivi a: info@informareunh.it
Seguici anche su Facebook.
Consulta l’archivio delle nostre newsletter.

 

Da gennaio 2018 il centro Informare un’h inizia una collaborazione con il Coordinamento DiPoi – Durante e dopo di noi (www.dipoi.it), ospitando nella propria newsletter le informazioni e le segnalazioni prodotte dagli enti aderenti al Coordinamento stesso.