Menu Chiudi

Newsletter del centro Informare un’h, 11 novembre 2020

La risposta alla violenza abilista non può essere essa stessa abilista
Nei giorni scorsi abbiamo avuto modo di occuparci di un recente fatto di cronaca accaduto ad Asola, un comune in provincia di Mantova, che ha visto una donna con disabilità motoria subire, per quattro anni, maltrattamenti, mortificazioni e violenze fisiche ad opera della sorella convivente. Torniamo ad occuparci della vicenda per mettere in luce un paradosso insito alle attuali modalità di risposta alla violenza abilista.

VIVIEN, due eventi sulla violenza di genere con attenzione alle donne con disabilità
Nell’agosto 2018 abbiamo avuto modo di segnalare l’imminente avvio del progetto VIVIEN, acronimo di “VIctim VIolence Educational Network”, un progetto educativo per migliorare la capacità di assistere le donne vittime di violenza, con l’obiettivo di prevenire e affrontare la violenza contro le donne, con un’attenzione particolare alle donne con disabilità. Ora che il progetto si avvia a conclusione, sono previsti due importanti eventi online, entrambi gratuiti: un incontro pubblico di presentazione del progetto stesso (il 20 novembre), e un training nazionale (articolato in tre date: 30 novembre, 4 e 11 dicembre 2020).

Toscana: i Centri Riabilitativi e le Residenze Sanitarie Disabili allo stremo
«I Centri di Riabilitazione e le Residenza Sanitarie per Disabili denunciano la grave difficoltà economica in cui si trovano a seguito delle ripetute inadempienze dell’USL Toscana Centro nell’erogazione dei sostegni economici previsti sia dai provvedimenti governativi durante e dopo il lockdown, sia dai successivi provvedimenti regionali»: lo denunciano una serie di organizzazioni della Toscana, ricordando trattarsi di strutture che assistono tutte persone con disabilità neuropsichiche gravi e gravissime, quali ritardo mentale, autismo o gravi disturbi del comportamento.

Si fa presto a dire Vita Indipendente
Tornano gli appuntamenti formativi con il Gruppo Giovani UILDM! Giovedì 12 novembre alle 17:30 nuovo webinar all’interno del progetto “Si fa presto a dire Vita Indipendente”: a condurre sarà Natascia Curto del Centro Studi Universitario DiVi – per i Diritti e la Vita Indipendente dell’Università degli Studi di Torino.

Il “Decreto Ristori Bis” e le misure di interesse per la disabilità
Pubblicato nella serata di ieri, 9 novembre, in Gazzetta Ufficiale, il cosiddetto “Decreto Ristori Bis” (Decreto Legge 149/20) contiene – come segnala il Servizio HandyLex.org in un approfondimento di cui suggeriamo la consultazione – due disposizioni di interesse per le famiglie con minori o con persone con disabilità, provvedimenti riguardanti i congedi straordinari (articolo 13) e il “Bonus Baby Sitting” (articolo 14).

Scuola: sono ora disponibili nuove pillole informative dell’Anffas
Anffas Nazionale è lieta di diffondere tre nuove pillole informative sul tema della scuola elaborate dai suoi esperti, come sempre, sulla base di alcuni specifici quesiti o problematiche che sono state sollevate da parte di familiari, soprattutto per quanto riguarda le modalità con cui garantire la didattica in presenza agli studenti/sse con disabilità in caso di sospensione delle lezioni in classe.

Oltre 100mila alunni con disabilità coinvolti nella didattica a distanza
Sono 111 mila gli alunni con disabilità nelle scuole statali costretti dal DPCM 3 novembre a starsene a casa e a seguire l’attività didattica a distanza. Sono invece almeno 68mila i docenti di sostegno che lo stesso DPCM obbliga ad operare a distanza. I dati di Tuttoscuola.

Discriminazioni multiple: gli eventi formativi FISH
“Disabilità: la discriminazione non si somma, si moltiplica. Azioni e strumenti innovativi per riconoscere e contrastare le discriminazioni multiple” è un progetto della Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap. L’obiettivo è facile da intuire quanto complesso da promuovere: affrontare il tema delle discriminazioni multiple cui spesso sono soggette le persone che assommano alla disabilità ulteriori fattori di rischio. È in questo contesto operativo che FISH presenta un ciclo di quattro eventi che si svolgeranno nel mese di novembre.

Successo per il progetto Tassibile: oltre 100 richieste per il taxi per diversamente abili
Il progetto nasce dalla onlus Tutto Possibile per soddisfare l’esigenza di molte persone con varie disabilità e delle loro famiglie di potersi spostare.

Rendere più bella la scuola: così il liceo fa inclusione. In presenza e a distanza
Il racconto del dirigente scolastico del Liceo Artistico Enzo Rossi, che ha recepito e messo in pratica le indicazioni dell’ultimo Dpcm e della circolare esplicativa del ministero dell’Istruzione: studenti con disabilità a scuola insieme ai compagni più grandi, per recuperare e valorizzare insieme le opere d’arte.

Demenze senili, autismo e disabilità intellettive: la voce del Garante
In questi mesi il Garante Nazionale dei diritti delle persone detenute o private della libertà personale ha partecipato attivamente ad alcuni gruppi di lavoro riguardanti le persone con disabilità nello scenario del Covid-19. I risultati prodotti sono confluiti in due documenti dell’Istituto Superiore di Sanità, ove si parla tra l’altro dell’abuso di strumenti di contenzione verso le persone con demenza senile, nonché della massima attenzione da riservare alle persone con autismo o con altre disabilità intellettive, nell’àmbito delle strategie di prevenzione e controllo della pandemia.

Non chiamiamola più 328: è la «legge della dignità sociale»
Venne licenziata l’8 novembre 2000, segnando il passaggio dalla logica dell’assistenza a quella dei diritti. Dopo 20 anni la pandemia ne mostra l’attualità, la lungimiranza, il grado di innovatività ma anche l’incompiutezza. Gazzi (Cnoas): «Come assistenti sociali diciamo che se gli obiettivi della 328 fossero stati raggiunti, il disastro da Covid-19 avrebbe provocato meno dolore e meno solitudine. Subito, dalla prossima legge di bilancio si punti a realizzare i livelli essenziali delle prestazioni sociali».

Dal potenziamento della ricetta dematerializzata al coinvolgimento dei pazienti. Da Cittadinanzattiva la Raccomandazione civica sulla Governance del farmaco
Il documento pone l’attenzione su processi decisionali, semplificazione delle procedure, innovazione e governo della spesa e procedure delle gare d’acquisto dei farmaci, e mette così in luce l’urgente necessità di trovare un equilibrio tra sostenibilità economica, riduzione delle disuguaglianze e accesso ai farmaci equo e tempestivo per i cittadini.

Ictus. Posti letto in neurologia riconvertiti in Covid: “Così si rischiano per i pazienti conseguenze catastrofiche”
La Società italiana di Neurologia (Sin), Alice Italia Odv e Italian Stroke Organization lanciano l’allarme: “Necessario mantenere il più possibile le attività, in risposta alle patologie e alle problematiche assistenziali dei pazienti non-Covid in elezione e in urgenza, sia in regime ospedaliero sia in quello ambulatoriale”.

 

Il centro Informare un’h promuove la lettura, l’adozione e l’applicazione di questo importante strumento, ed invita caldamente tutte e tutti a contribuire alla sua divulgazione:
Forum Europeo sulla Disabilità, Secondo Manifesto sui diritti delle Donne e delle Ragazze con Disabilità nell’Unione Europea. Uno strumento per attivisti e politici, adottato a Budapest il 28-29 maggio 2011 dall’Assemblea Generale del Forum Europeo sulla Disabilità (EDF) in seguito ad una proposta del Comitato delle Donne dell’EDF, approvato dalla Lobby Europea delle Donne, revisione realizzata alla luce della Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle Persone con Disabilità, versione in lingua italiana approvata dal Forum Europeo sulla Disabilità, traduzione a cura di Simona Lancioni e Mara Ruele, Peccioli (PI), Informare un’h, 2017, p. 70, in formato pdf.
Esso è disponibile che in versione facile da leggere (qui la presentazione), e nella versione in comunicazione aumentativa alternativa – CAA (qui la presentazione).

Un cordiale saluto e buona lettura
Informare un’h – Centro Gabriele e Lorenzo Giuntinelli, Peccioli (PI)

 

Questa newsletter è un servizio offerto da Informare un’h – Centro Gabriele e Lorenzo Giuntinelli della UILDM sezione di Pisa (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare).

Per richiedere informazioni, inviare segnalazioni, per ricevere o non ricevere più la newsletter scrivi a: info@informareunh.it

Seguici anche su Facebook.

Consulta l’archivio delle nostre newsletter.

 

Da gennaio 2018 il centro Informare un’h inizia una collaborazione con il Coordinamento DiPoi – Durante e dopo di noi (www.dipoi.it), ospitando nella propria newsletter le informazioni e le segnalazioni prodotte dagli enti aderenti al Coordinamento stesso.

 

Ultimo aggiornamento il 11 Novembre 2020 da simona