Menu Chiudi

Newsletter del centro Informare un’h, 12 luglio 2021

O è uguaglianza per tutti e tutte oppure non lo è
«Ad accomunarci è la lotta contro tutte le disuguaglianze e le discriminazioni, perché l’uguaglianza è per tutti e tutte o non è»: così si apre l’appello con cui ASGI (Associazione per gli Studi Giuridici sull’Immigrazione), Rete Lenford (Avvocatura per i diritti LGBTI+) e FISH (Federazione italiana per il Superamento dell’Handicap), chiedono al Senato di approvare il cosiddetto “Disegno di Legge Zan” (“Misure di prevenzione e contrasto della discriminazione e della violenza per motivi fondati sul sesso, sul genere, sull’orientamento sessuale, sull’identità di genere e sulla disabilità”).

Le persone con disabilità sanno riconoscere i propri interessi senza che glieli indichi un’autorità terza
Su «Avvenire», quotidiano di ispirazione cattolica, un articolo firmato da Enrico Negrotti esprime una critica riguardo al fatto che la FISH (Federazione italiana per il Superamento dell’Handicap) ed altre entità afferenti alla disabilità sostengano pubblicamente l’approvazione del cosiddetto “Disegno di Legge Zan”, che introduce delle aggravanti per la discriminazione e la violenza per motivi fondati sul sesso, sul genere, sull’orientamento sessuale, sull’identità di genere e sulla disabilità. Tra le argomentazioni esposte anche il suicidio assistito e l’aborto terapeutico, ma il DDL Zan non parla di questo.

«Chi sono io per giudicare?»
Abbiamo già avuto modo di occuparci dell’articolo di Enrico Negrotti, pubblicato nei giorni scorsi sull’«Avvenire», critico sul sostegno manifestato dall’associazionismo delle persone con disabilità all’approvazione del “Disegno di Legge Zan”. Torniamo ora sull’argomento ospitando l’ottima riflessione di Salvatore Nocera, che, da cattolico praticante, chiede ai suoi fratelli e alle sue sorelle di fede di sostenere le persone con disabilità nelle lotte contro le discriminazioni, «che sono ancora troppe in un mondo in cui il rispetto dell’eguaglianza fra tutti è ancora un’aspirazione di centinaia di milioni di diversi».

Istituito il Registro Italiano delle Persone con Distrofie Muscolari e Miopatie
Nato grazie al contributo della Fondazione Telethon e della Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare (UILDM), il Registro Italiano delle Persone con Distrofie Muscolari e Miopatie ha l’obiettivo di raccogliere informazioni e dati utili allo studio di questo tipo di malattie genetiche rare.

L’ISS ritiri la raccomandazione di usare gli antipsicotici per bambini con autismo
È rivota al Ministro della Salute ed al presidente dell’Istituto Superiore di Sanità (ISS) la petizione volta a chiedere che l’ISS ritiri la raccomandazione di usare gli antipsicotici per bambini con autismo. Promossa dall’APRI – Associazione Cimadori per la ricerca italiana sulla sindrome di Down, l’autismo e il danno celebrale -, l’iniziativa ha lo scopo di «evitare la liberalizzazione di antipsicotici e altri psicofarmaci che in molti casi recano danni anche gravi e permanenti senza dare benefici».

Un’indagine su sessualità e maternità rivolta a donne con disabilità motoria
Il Gruppo Donne UILDM (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare), in collaborazione con un Gruppo Psicologi/ghe, sta portando avanti un progetto volto a sviluppare due filoni di indagine. Uno sui temi della “Sessualità, maternità, disabilità” (attraverso un questionario rivolto a donne con disabilità motoria), l’altro sull’“Accessibilità dei servizi ostetrico-ginecologici alle donne con disabilità” (attraverso un questionario rivolto ad un campione di strutture ed enti sanitari). Le donne con disabilità motoria che vogliono contribuire alla ricerca possono farlo compilando, in forma anonima, il questionario online appositamente predisposto entro il 30 settembre 2021.

Firenze: il Percorso Diagnostico Terapeutico Assistenziale e Sociale per la SLA
Ha richiesto una collaborazione multidisciplinare tra svariate competenze del sistema sanitario e fotografa l’interscambio e la proficua collaborazione tra l’Autorità Sanitaria e l’AISLA di Firenze (Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica): è il Percorso Diagnostico Terapeutico Assistenziale e Sociale (PDTAS) per le persone interessate da SLA (sclerosi laterale amiotrofica) e i loro familiari, firmato e pubblicato dall’Area fiorentina dell’AUSL Toscana Centro, documento che si attiva dal momento della diagnosi della malattia e per tutte le fasi della stessa.

Un altro Tribunale sentenzia: i cani guida dovevano accedere alle scale mobili
Dopo la Sentenza prodotta lo scorso anno dalla Corte d’Appello di Venezia – che dopo una lunga battaglia giudiziaria aveva condannato il Comune di Belluno e la Società di gestione della scala mobile che porta al centro storico della città, per discriminazione nei confronti di quelle persone con disabilità visiva accompagnate dai loro cani guida, alle quali era stato vietato di accedere a quella stessa scala mobile -, anche il Tribunale di Treviso ha sentenziato in modo analogo. La parola, per una decisione definitiva, passerà ora alla Corte di Cassazione.

Non autosufficienza, Orlando a Speranza: “Prepariamo insieme un disegno di legge”
Il ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali ha inviato una lettera al ministro della Salute, con la richiesta di collaborazione tra i rispettivi Dicasteri per predisporre in tempi brevi un disegno di legge che affronti questioni sociali e sanitarie legate al tema della non autosufficienza. “La pandemia ha evidenziato con durezza i limiti e i ritardi accumulati…”.

Webinar “Alla ricerca di una cura” Per i 60 anni della UILDM
Venerdì 16 luglio alle 17.30 si terrò il 3° appuntamento digitale per i 60 anni della UILDM! “Alla ricerca di una cura. L’impegno di Fondazione Telethon e dei Centri NeMO per la distrofia e le altre malattie neuromuscolari”: questo il titolo del webinar dedicato al racconto dell’impegno della nostra associazione a favore della ricerca medico-scientifica.

Persone con disabilità, il 40% non si sente valorizzato come individuo nella propria azienda
A rilevarlo è una ricerca sul Clima aziendale in relazione a diversità, equità, inclusione co-progettata da Euromedia Research e Dynamo Academy. «Nel 2021 ci si aspetta da parte di CEO e investitori un incremento delle azioni per lo sviluppo della S, il valore “sociale”, degli ESG, e azioni a sostegno di diversità, equità, inclusione», sottolinea Serena Porcari, presidente dell’impresa sociale.

Tokyo 2020, sul pubblico alle Paralimpiadi si decide fra un mese
Stato di emergenza nel paese prorogato fino al 22 agosto, due giorni prima dell’avvio dei Giochi paralimpici. Diventa ufficiale intanto la decisione che le Olimpiadi saranno disputate senza spettatori sugli spalti.

Spiagge aperte alla disabilità a Budoni
Nella località sarda parte il progetto voluto dall’amministrazione comunale per rendere i litorali fruibili anche a chi ha disabilità fisiche. Con parcheggi riservati, passerelle aumentate, servizi igienici ripensati e potenziati, parchi giochi senza barriere e uno spazio informativo online dedicato.

Servizi sociali comunali: dai 22 euro procapite della Calabria ai 392 del Trentino Alto Adige. Il Rapporto Federsanità, Anci e Ifel
Nel 2018 la spesa dei comuni per i servizi sociali per abitante è pari a 124 euro con differenze molto ampie: nel Mezzogiorno è pari a 78 euro, poco meno della metà del dato registrato al Nord (152 euro). In particolare si riscontrano dati davvero eterogenei: dai 22 euro pro capite della Calabria ai 392 euro per abitante del Trentino-Alto Adige. La prima regione del Mezzogiorno in termini di spesa dei comuni per servizi sociali è la Sardegna, con 243 euro di uscite per cittadino.

 

Il centro Informare un’h promuove la lettura, l’adozione e l’applicazione di questo importante strumento, ed invita caldamente tutte e tutti a contribuire alla sua divulgazione:
Forum Europeo sulla Disabilità, Secondo Manifesto sui diritti delle Donne e delle Ragazze con Disabilità nell’Unione Europea. Uno strumento per attivisti e politici, adottato dall’Assemblea Generale del Forum Europeo sulla Disabilità (EDF)nel 2011, versione in lingua italiana approvata dal Forum Europeo sulla Disabilità.
Esso è disponibile che in versione facile da leggere (qui la presentazione), e nella versione in comunicazione aumentativa alternativa – CAA (qui la presentazione).

Un cordiale saluto e buona lettura
Informare un’h – Centro Gabriele e Lorenzo Giuntinelli, Peccioli (PI)

 

Questa newsletter è un servizio offerto da Informare un’h – Centro Gabriele e Lorenzo Giuntinelli della UILDM sezione di Pisa (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare).
Per richiedere informazioni, inviare segnalazioni, per ricevere o non ricevere più la newsletter scrivi a: info@informareunh.it
Seguici anche su Facebook.
Consulta l’archivio delle nostre newsletter.

 

Da gennaio 2018 il centro Informare un’h inizia una collaborazione con il Coordinamento DiPoi – Durante e dopo di noi (www.dipoi.it), ospitando nella propria newsletter le informazioni e le segnalazioni prodotte dagli enti aderenti al Coordinamento stesso.

 

Ultimo aggiornamento il 12 Luglio 2021 da simona