Menu Chiudi

Newsletter del centro Informare un’h, 12 settembre 2019

Toscana, ripartito il Fondo per il “Dopo di noi”
Con propria Delibera la Regione Toscana ha provveduto ad assegnare e ripartire il Fondo per il “Dopo di noi”. Lo stanziamento complessivo è di quasi 3 milioni e mezzo di euro.

Buone prassi nel contrasto alla violenza nei confronti delle donne con disabilità
Non basta riconoscere che le donne con disabilità sono esposte a violenza più delle altre donne, e che solitamente la disabilità comporta minori possibilità di difesa, servono azioni e servizi che tengano in considerazione questa maggiore discriminazione e le specifiche esigenze connesse alla disabilità. Proprio nell’intenzione di sondare la dimensione operativa del contrasto alla violenza abbiamo rivolto qualche domanda a Nadia Muscialini, psicologa, psicoanalista, saggista, responsabile del Progetto Codice Rosa del Centro Antiviolenza dell’Ospedale Vittore Buzzi di Milano a tutela delle donne in gravidanza e delle mamme che subiscono violenza.

Un corso di make-up per donne non vedenti
«C’è chi ritiene che truccarsi sia impossibile per una persona cieca. E invece, pur non essendo semplicissimo, si può ed è importante, anche perché il modo in cui ci presentiamo agli altri non è irrilevante»: così Nunziata “Titti” Panzarea, vicepresidente e responsabile del Comitato Pari Opportunità dell’UICI di Torino (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti), presenta il corso di trucco proposto da tale Associazione e rivolto alle proprie socie non vedenti, per valorizzarne la femminilità.

Il parcheggio per persone con disabilità? Una “riserva” dalla quale non è consentito uscire
Molte persone “non disabili” non guardano ai posti auto riservati alle persone con disabilità per ciò che realmente sono – uno strumento volto a colmare uno svantaggio e a realizzare l’uguaglianza sostanziale –, ma come un privilegio arbitrariamente concesso (infatti non si fanno scrupolo ad occuparli). Non solo.  L’esistenza di questi stalli riservati ha indotto qualcuno a considerare improprio che le persone con disabilità possano legittimamente utilizzare anche gli altri spazi, quasi che il parcheggio riservato fosse una sorta di “riserva” dalla quale non è consentito uscire. Un’aberrazione culturale che possiamo cogliere anche nell’ennesima vicenda di ordinaria inciviltà accaduta pochi giorni fa a Novate Milanese.

FIRST: una tassa di scopo per finanziare la Legge sul caregiver familiare
Partendo dalla considerazione che i bisogni, le tutele e le esigenze di vita dei caregiver familiari non possono trovare adeguata risposta senza una forte implementazione del fondo nazionale a ciò destinato, la FIRST – Federazione Italiana Rete Sostegno e Tutela dei diritti delle persone con disabilità – propone che venga istituita una tassa di scopo su cibi e bevande dannose per l’alimentazione dei bambini e degli adulti finalizzata all’incremento del fondo in questione.

Belle foto del micro/macro mondo, per ricordare Andrea Pierotti
È dedicata al tema “Natura: colori e forme del micro/macro mondo”, la nona edizione del Concorso Fotografico “Andrea Pierotti”, bella iniziativa cui tutti possono partecipare fino al 30 settembre, sempre promossa – con il patrocinio del Comune di Pietrasanta (Lucca) e del Parco Regionale delle Alpi Apuane – dalla Sezione UILDM della Versilia (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare), che la lanciò nel 2011 per onorare la memoria di Andrea Pierotti, persona con distrofia muscolare scomparsa a 41 anni, che per molti anni fu Presidente di quella stessa Sezione.

Disabilità. L’annuncio di Conte: “Deleghe restano alla presidenza del Consiglio”
Erano state proprio le due maggiori federazioni delle persone con disabilità, Fish e Fand, a chiederlo. “Dobbiamo coltivare il progetto del codice unico della disabilità, promuovendo politiche non meramente assistenziali, ma orientate all’inclusione”.

Alunni disabili, quelli senza sostegno possono fare ricorso: ecco come
Tra pochi giorni ricomincia la scuola e alcuni studenti disabili potrebbero non avere l’assistenza sin dall’inizio. In questo caso, consigliano le associazioni, bisogna fare ricorso.

Una speranza concreta per i ragazzi Asperger
Inaugurata a Milano dal sindaco Sala la prima scuola di formazione dedicata ai giovani che soffrono di questa sindrome. Ideata dall’imprenditore Massimo Montini, presidente della fondazione Un futuro per l’Asperger, e realizzata con il supporto scientifico del professor Lucio Moderato, la Scuola Futuro Lavoro avvierà da ottobre i primi sei corsi di alta specializzazione a disposizione di una settantina di studenti: dal graphic design al video making, dal web design al game design, fino alle professioni tecnologiche necessarie all’industria 4.0 e alla digital fabrication.

Perché la Vita Indipendente è tutt’altro
«La Regione Toscana stanzia pochissimi soldi per l’assistenza personale per la vita indipendente. Il risultato è che oltre 200 persone sono in lista di attesa di ricevere il contributo vita indipendente, mentre molti di coloro che lo percepiscono prendono il minimo previsto di 800 euro mensili (due ore al giorno di assistenza personale) e solo pochi disabili gravi percepiscono la cifra massima di 1.800 euro mensili (sei ore al giorno di assistenza personale)»: l’AVI Toscana (Associazione Vita Indipendente) individua varie criticità in una recente Delibera della propria Giunta Regionale.

La vita, dopo una diagnosi di distrofia muscolare
Prodotto dall’Associazione Parent Project, il documentario “New lives: stories linked by Duchenne and Becker Muscular Dystrophy” (“Nuove vite: storie legate alle distrofie muscolari di Duchenne e Becker”), è basato sulle testimonianze di persone che vivono in sette diversi Paesi e che raccontano come la vita cambi dopo la diagnosi di una grave forma di distrofia, ma anche come le cose possano cambiare per la comunità dei pazienti, grazie all’impegno delle persone. Il film è stato presentato il 10 settembre alla Casa Internazionale delle Donne di Roma.

“Liberi di comunicare. Tecnologie intelligenti e innovazione per l’autismo”
Fondazione TIM lancia oggi il bando “Liberi di comunicare. Tecnologie intelligenti e innovazione per l’autismo”, iniziativa mirata a realizzare soluzioni digitali per favorire l’autonomia personale, domestica e lavorativa, l’apprendimento scolastico, lo sviluppo di abilità di linguaggio e di comunicazione nelle persone maggiori di 16 anni con autismo. Il bando, destinato a soggetti pubblici e privati che operino senza finalità di lucro, è indirizzato in particolare a stimolare nuove idee basate sulle tecnologie più innovative come ad esempio gli algoritmi di intelligenza artificiale, stampa 3D, sistemi vocali, realtà aumentata, giochi e robot, tool immersivi e di localizzazione.

Usa, stadi football con stanze sensoriali per le persone con autismo
Negli Usa tre squadre di football americano hanno aperto nei propri stadi una ‘sensory room’, una stanza silenziosa (con luci soffuse, pareti insonorizzate e giochi) dedicata a tutte quelle persone, a partire da chi è interessato da autismo, che potrebbero avere problemi per i rumori e le luci. Le stanze, racconta il sito Npr, sono state aperte durante la preseason e saranno disponibili per tutta la stagione, che è appena iniziata.

Panchina inclusiva?
Un paio di settimane fa in un gruppo facebook che si occupa di progettazione e inclusione, c’è stato uno scambio di opinioni su una tipologia di panchina per parchi che sta facendo il giro della rete. Questa panchina presenta un buco centrale che permetterebbe il posizionamento di una sedia a ruote o un carrellino per anziani che quindi potrebbero “sedersi” in mezzo a due amici e non di lato come accade in caso di panchine classiche. Ne è nata una bella discussione.

La cooperazione allo sviluppo per le persone disabili diventa un libro
La pubblicazione “Essere persona. La disabilità nel mondo: le sfide per una nuova cooperazione allo sviluppo nasce dal confronto tra tre grandi ong come Aifo, Fondazione Don Gnocchi e Ovci-La Nostra Famiglia.

Fare la spesa da soli: una piccola grande conquista di autonomia
A Fontanellato (Parma), mentre si fa la spesa in alcuni negozi, è facile incontrare clienti con disabilità cognitiva intenti a fare acquisti in modo autonomo: sono ospiti del Centro Riabilitativo Cardinal Ferrari Santo Stefano, che si occupa di gravi cerebrolesioni acquisite o congenite. «È un conforto – scrive Anna Maria Gioria – constatare che oggi anche in Italia esistono strutture capaci di affermare il rispetto delle persone con disabilità e della loro libertà. Le “campane di vetro”, infatti, non servono, se non ad alimentare sentimenti iperprotettivi e alla fine pietistici».

Dalla parte dei siblings: il film di Cipani che commuove con leggerezza
Recensione del film “Mio fratello rincorre i dinosauri” (prodotto da Paco Cinematografica, Neo Art Producciones, Rai Cinema), opera prima di Stefano Cipani presentata in anteprima a Venezia fuori concorso alle Giornate degli Autori e già nelle sale, che racconta il rapporto tra due fratelli, uno dei quali con disabilità.

“La psichiatria è innanzitutto gentilezza”: dialogo con Eugenio Borgna tra scienza, poesia e follia
Parola al celebre psichiatra autore di numerosi libri sulla follia: “È un diverso modo di intendere la vita, per questo la psichiatria è soprattutto una scienza umana”.

Alla Messa con un figlio autistico: la liturgia deve far sentire coinvolti tutti
Un genitore di un figlio autistico scrive alla testata «Toscana Oggi» ponendo il problema di come coinvolgerlo nella celebrazione eucaristica. Risponde don Roberto Gulino, docente di Liturgia alla Facoltà teologica dell’Italia centrale.

“Aumentano le disuguaglianze in sanità in Europa, stiamo fallendo obiettivo”
Nuovo rapporto Oms indica come invertire la rotta: “Si potrebbe guadagnare fino al 4% di PIL.” Reddito, condizioni di vita, accesso ai servizi, lavoro e livello istruzione. Il Rapporto identifica i 5 fattori chiave di rischio che trattengono molti bambini, giovani, donne e uomini dal raggiungimento di una buona salute e dal condurre una vita sicura e dignitosa. “Quella della riduzione delle disuguaglianze e l’unico obiettivo che non sta migliorando nella nostra regione”.

 

Il centro Informare un’h promuove la lettura, l’adozione e l’applicazione di questo importante strumento, ed invita caldamente tutte e tutti a contribuire alla sua divulgazione:
Forum Europeo sulla Disabilità, Secondo Manifesto sui diritti delle Donne e delle Ragazze con Disabilità nell’Unione Europea. Uno strumento per attivisti e politici, adottato a Budapest il 28-29 maggio 2011 dall’Assemblea Generale del Forum Europeo sulla Disabilità (EDF) in seguito ad una proposta del Comitato delle Donne dell’EDF, approvato dalla Lobby Europea delle Donne, revisione realizzata alla luce della Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle Persone con Disabilità, versione in lingua italiana approvata dal Forum Europeo sulla Disabilità, traduzione a cura di Simona Lancioni e Mara Ruele, Peccioli (PI), Informare un’h, 2017, p. 70, in formato pdf.
Esso è disponibile che in versione facile da leggere (qui la presentazione), e nella versione in comunicazione aumentativa alternativa – CAA (qui la presentazione).

Un cordiale saluto e buona lettura
Informare un’h – Centro Gabriele e Lorenzo Giuntinelli, Peccioli (PI)

 

Questa newsletter è un servizio offerto da Informare un’h – Centro Gabriele e Lorenzo Giuntinelli della UILDM sezione di Pisa (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare).
Per richiedere informazioni, inviare segnalazioni, per ricevere o non ricevere più la newsletter scrivi a: info@informareunh.it
Seguici anche su Facebook.
Consulta l’archivio delle nostre newsletter.

 

Da gennaio 2018 il centro Informare un’h inizia una collaborazione con il Coordinamento DiPoi – Durante e dopo di noi (www.dipoi.it), ospitando nella propria newsletter le informazioni e le segnalazioni prodotte dagli enti aderenti al Coordinamento stesso.

Ultimo aggiornamento il 26 Settembre 2019 da simona