Newsletter del centro Informare un’h, 17 gennaio 2018

Il programma d’azione sulla disabilità e la prospettiva di genere
Un’attenta lettura del “Secondo programma di azione biennale per la promozione dei diritti e l’integrazione delle persone con disabilità”, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale lo scorso dicembre, rivela una cresciuta attenzione alla prospettiva di genere (testimoniata dalla presenza di diverse azioni specifiche), ma mostra anche la mancanza di riferimenti e azioni di contrasto alla violenza nei confronti delle ragazze e delle donne con disabilità. Una lacuna che deve essere assolutamente colmata, giacché la natura di questo fenomeno (la violenza di genere) è tale da richiedere interventi tempestivi, certamente non differibili al Terzo programma d’azione.

Cittadinanza italiana e disabilità: un’importante Sentenza della Consulta
Ad alcuni anni dalla vicenda emblematica di Cristian Ramos, giovane con sindrome di Down che si era visto in un primo tempo negare la cittadinanza italiana, perché giudicato incapace di prestare il giuramento necessario, è arrivata nelle scorse settimane una Sentenza della Corte Costituzionale, che ha dichiarato l’illegittimità costituzionale della Legge 91/92, nella parte in cui non prevede che sia esonerata dal giuramento la persona incapace di soddisfare tale adempimento in ragione di grave e accertata condizione di disabilità.

Il Diario di Anna Frank tradotto in simboli
Il 25 gennaio verrà presentata a Milano una versione de Il Diario di Anna Frank tradotto in simboli per essere fruibile da adulti con disabilità che hanno difficoltà ad utilizzare i testi tradizionali. L’evento si colloca nell’ambito delle iniziative legate al Giorno della memoria. Se sino ad ora erano stati tradotti in simboli soprattutto libri per bambini, la traduzione in simboli de Il Diario di Anna Frank denota la volontà di prestare attenzione anche ai lettori adulti.

Lucca, i pazienti psichiatrici coltivano e vendono i prodotti dell’orto
Si chiama “orto condiviso” e viene coltivato dai pazienti e dagli operatori del servizio “Progetto Lavoro”, gestito della cooperativa lucchese “La Mano Amica”.

Salute prima di tutto, Sanità per tutti
«Sono sempre più evidenti – scrive Nino Cartabellotta, presidente della Fondazione GIMBE – i segnali di involuzione della Sanità Pubblica e del Sistema di Welfare, in particolare in alcune aree del Paese e per le fasce socio-economiche più deboli. Esortiamo dunque tutte le forze politiche impegnate nelle prossime consultazioni elettorali a mettere nero su bianco proposte convergenti per la Sanità Pubblica, perché se è vero che non esiste un piano occulto di smantellamento e privatizzazione del Sistema Sanitario Nazionale, non vi è nemmeno un preciso programma politico per salvarlo.

Una classe inclusiva? Le 5 regole da rispettare secondo Save the children
Rispettosa, bambino-centrica, salutare, protettiva e famigliare: deve essere così una classe in cui viene garantita a tutti i bambini la piena fruizione del diritto all’educazione e il rispetto del diritto di non-discriminazione.

“Esperti per esperienza”, in ospedale per aiutare chi affronta la disabilità
Genitori e parenti di persone disabili che “ci sono già passati” e adesso si mettono a disposizione per dare “un supporto umano, da persona a persona” in ospedale a chi scopre di essere nella stessa situazione. Accade a Reggio Emilia.

Distrofie e atrofie muscolari, la terapia genica avanza a grandi passi
Un progetto americano sta studiando l’impiego di questa strategia terapeutica in sette diverse patologie, grazie anche al prezioso contributo di associazioni come GFB Onlus (Gruppo Familiari Beta-Sarcoglicanopatie).

Si prega di toccare
Il museo tattile statale Omero di Ancona è uno spazio per non vedenti ma è aperto a tutti. Nasce nel 1985, da un’idea di Aldo Grassini e Daniela Bottegoni, una coppia di appassionati di arte e viaggi, entrambi non vedenti.Le opere riprodotte, in scala uno a uno, sono circa centocinquanta e sono realizzate in gesso o resina. È possibile toccare, ed esplorare con le mani la riproduzione di opere come il Discobolo, la Venere di Milo, la Lupa Capitolina, la Pietà di Michelangelo, il Mosè, l’enorme testa del David. Ma anche ai modelli della basilica di San Pietro, del Pantheon e del Duomo di Firenze.

Elezioni 2018: tre proposte alla politica da Luca Spaziani, disabile appassionato di hi-tech
In vista dell’appuntamento elettorale, l’autore di “DigitAbili – L’innovazione tecnologica come opportunità per superare l’handicap” fa le sue proposte al governo che verrà: favorire l’uso del digitale e consentirne pari opportunità di utilizzo. Perché la digitalizzazione della società può portare vantaggi a tutti.

I terrestri che hanno paura degli autistici
La triste realtà è che i terrestri hanno paura degli autistici e di qualsiasi altra categoria protetta, per disabilità, sindrome, razza o religione. Non una paura fisica, naturalmente, ma il terrore di dire o fare qualcosa di sbagliato, che li faccia diventare – nel giudizio degli altri – brutte persone.

Supereroi con disabilità: un fumetto che disintegra le barriere
«Anche con questo fumetto vogliamo dare nuovo impulso alla nostra sfida alla disabilità, fatta di progetti mirati che vanno nella direzione dell’inclusione e dell’abbattimento delle barriere del pregiudizio»: così viene presentato “Four Energy Heroes”, fumetto interpretato da supereroi con e senza disabilità, dall’ideatrice Daniela Alleruzzo, già fondatrice dell’Accademia L’Arte nel Cuore, l’Associazione romana che conduce ormai da anni un progetto di formazione artistica integrata multidisciplinare per persone con e senza disabilità.

Il centro Informare un’h promuove la lettura, l’adozione e l’applicazione di questo importante strumento, ed invita caldamente tutte e tutti a contribuire alla sua divulgazione:

Forum Europeo sulla Disabilità, Secondo Manifesto sui diritti delle Donne e delle Ragazze con Disabilità nell’Unione Europea. Uno strumento per attivisti e politici, adottato a Budapest il 28-29 maggio 2011 dall’Assemblea Generale del Forum Europeo sulla Disabilità (EDF) in seguito ad una proposta del Comitato delle Donne dell’EDF, approvato dalla Lobby Europea delle Donne, revisione realizzata alla luce della Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle Persone con Disabilità, versione in lingua italiana approvata dal Forum Europeo sulla Disabilità, traduzione a cura di Simona Lancioni e Mara Ruele, Peccioli (PI), Informare un’h, 2017, p. 70, in formato pdf.

 

Un cordiale saluto e buona lettura

Informare un’h – Centro Gabriele e Lorenzo Giuntinelli, Peccioli (PI)

 

Questa newsletter è un servizio offerto da Informare un’h – Centro Gabriele e Lorenzo Giuntinelli della UILDM (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare) sezione di Pisa.

Per richiedere informazioni, inviare segnalazioni, per ricevere o non ricevere più la newsletter scrivi a: info@informareunh.it.
Seguici anche su Facebook.