Menu Chiudi

Newsletter del centro Informare un’h, 20 febbraio 2020

Inadeguate le misure per le donne con disabilità vittime di violenza. Ulteriore richiamo all’Italia
Il GREVIO, vale a dire il Gruppo di esperti indipendenti responsabile del monitoraggio dell’attuazione Convenzione di Istanbul, la Convenzione del Consiglio d’Europa in tema di contrasto alla violenza sulle donne, riconosce e segnala all’Italia la vulnerabilità delle donne con disabilità alla discriminazione multipla e alla violenza di genere. È il secondo richiamo autorevole che l’Italia riceve su questa materia, infatti già nel 2016 il Comitato ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità, nelle sue Osservazioni conclusive al primo Rapporto dell’Italia sull’applicazione della Convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità, aveva rivolto molteplici richiami al nostro Paese sulle questioni relative alla condizione delle donne e delle ragazze con disabilità in generale, ed anche su temi specifici, tra i quali, appunto, anche uno sulla violenza nei loro confronti.

Un’indagine approfondita sul lavoro delle persone con disabilità
Viene lanciata in questi giorni una delle azioni centrali di JobLab, progetto promosso dalla Federazione FISH, con il finanziamento del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. Si tratta di un questionario online, rivolto a tutti i lavoratori con disabilità, che è particolarmente importante compilare e condividere, per aiutare finalmente a descrivere in modo scientifico gli ostacoli, le barriere, i supporti, la qualità delle relazioni esistenti nel contesto lavorativo.

Approvato un importante emendamento sullo screening neonatale esteso
Una grande novità per lo screening neonatale esteso. Il 13 febbraio 2020 è stato approvato l’emendamento presentato dall’on. Lisa Noja al decreto Milleproroghe.

Toscana, lavoratori svantaggiati e disabili, firmata la convenzione
È stata firmata il 13 febbraio da Arti, l’agenzia regionale per l’impiego, la convenzione per favorire l’inserimento dei lavoratori svantaggiati e disabili nel mondo del lavoro. Il testo è stato sottoscritto dalle associazioni sindacali dei datori di lavoro e dei lavoratori più rappresentative a livello territoriale e con le associazioni di rappresentanza, assistenza e tutela delle cooperative: Confindustria, Confcommercio, Confesercenti, Confartigianato, Cna, Coldiretti, Cia, Lega Cooperative, Confcooperative, Agci, Cgil, Cisl e Uil.

Domiciliari “speciali” per le detenute con figli disabili: sentenza della Consulta
La Corte Costituzionale, nella sentenza 18/2020, accoglie il ricorso di una detenuta che aveva chiesto i domiciliari per poter assistere la figlia gravemente disabile. Il Tribunale aveva respinto l’istanza, perché la bambina ha più di 10 anni. Ma quell’articolo dell’ordinamento penitenziario è incostituzionale.

19.585 posti per i nuovi corsi di specializzazione per il sostegno
Partono in tutta Italia i corsi di specializzazione per il sostegno. I posti a disposizione sono in totale 19.585 fra scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di I e II grado. Prove d’accesso il 2 e 3 aprile.

Come conciliare le parole del Papa con il rifiuto di quel bimbo con disabilità?
È a dir poco stridente il contrasto tra il messaggio diffuso in occasione dell’ultima Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità da Papa Francesco – che aveva chiesto a tutti di impegnarsi per l’inclusione e la qualità della vita delle persone con disabilità – e comportamenti come quello di un sacerdote romano, che ha rifiutato l’accesso al catechismo di un bimbo con disabilità motoria, affermando, a quanto riferiscono gli organi di stampa, «che la chiesa non è un centro di riabilitazione, né un “parcheggio” per bambini con disabilità, per le mamme che cercano un’ora di svago».

Caregiver, da aprile a Bologna numero telefonico per aiutarli
Offrirà ascolto, informazioni utili e suggerimenti per affrontare le situazioni emergenziali alle persone che si occupano di propri familiari. Il Comune stanzia un milione di euro all’anno sul triennio 2020-2022.

Taglio ingiustificato del sostegno: si risarciscano anche i danni esistenziali!
È decisamente interessante una Sentenza del TAR della Campania, destinata a costituire un importante precedente giurisprudenziale, rispetto alle conseguenze economiche, per l’Amministrazione Scolastica, degli ingiustificati tagli al numero di ore di sostegno spettanti agli alunni con disabilità. Il provvedimento, infatti, ha stabilito tra l’altro il diritto al risarcimento per la famiglia di una bimba con disabilità, sia per il danno alla vita di relazione, dovuto alla mancanza del docente di sostegno, sia per il danno esistenziale, causato dalla sofferenza per l’emarginazione in classe.

Martina, disabile campionessa di equitazione e nuoto: ma per l’Asl non è in grado di lavorare
A Sangano, nel Torinese, il caso denunciato dalla madre che lancia l’hashtag #iostoconmartina. La commissione l’ha giudicata “Non autonoma, con poca capacità di usare gambe e braccia”.

Il giorno che un cavallo azzurro entrò in manicomio a liberare i matti
Quarant’anni fa, alla fine di agosto, moriva Franco Basaglia, lo psichiatra veneziano che liberò i matti, mostrando poco alla volta come si sarebbe potuto fare per restituire giustizia a chi le norme, anche antiche, il senso comune, una rassegnata consuetudine, persino la cultura accademica avevano confinato tra le mura di uno spietato carcere a vita.

Autismo: come affrontare i problemi del sonno? Pubblicate negli Usa nuove linee guida
Il documento è stato approvato dall’American Academy of Sleep Medicine, dalla Child Neurology Society e dalla Society for Developmental and Behavioral Pediatrics. Si raccomanda di modificare alcuni comportamenti e, se necessario, di aggiungere la melatonina per facilitare il sonno e migliorare la qualità della vita di questi pazienti in cui la difficoltà nell’addormentarsi e i risvegli notturni sono molto comuni.

 

Il centro Informare un’h promuove la lettura, l’adozione e l’applicazione di questo importante strumento, ed invita caldamente tutte e tutti a contribuire alla sua divulgazione:
Forum Europeo sulla Disabilità, Secondo Manifesto sui diritti delle Donne e delle Ragazze con Disabilità nell’Unione Europea. Uno strumento per attivisti e politici, adottato a Budapest il 28-29 maggio 2011 dall’Assemblea Generale del Forum Europeo sulla Disabilità (EDF) in seguito ad una proposta del Comitato delle Donne dell’EDF, approvato dalla Lobby Europea delle Donne, revisione realizzata alla luce della Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle Persone con Disabilità, versione in lingua italiana approvata dal Forum Europeo sulla Disabilità, traduzione a cura di Simona Lancioni e Mara Ruele, Peccioli (PI), Informare un’h, 2017, p. 70, in formato pdf.
Esso è disponibile che in versione facile da leggere (qui la presentazione), e nella versione in comunicazione aumentativa alternativa – CAA (qui la presentazione).

Un cordiale saluto e buona lettura
Informare un’h – Centro Gabriele e Lorenzo Giuntinelli, Peccioli (PI)

 

Questa newsletter è un servizio offerto da Informare un’h – Centro Gabriele e Lorenzo Giuntinelli della UILDM sezione di Pisa (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare).

Per richiedere informazioni, inviare segnalazioni, per ricevere o non ricevere più la newsletter scrivi a: info@informareunh.it

Seguici anche su Facebook.

Consulta l’archivio delle nostre newsletter.

 

Da gennaio 2018 il centro Informare un’h inizia una collaborazione con il Coordinamento DiPoi – Durante e dopo di noi (www.dipoi.it), ospitando nella propria newsletter le informazioni e le segnalazioni prodotte dagli enti aderenti al Coordinamento stesso.

Ultimo aggiornamento: