Newsletter del centro Informare un’h, 24 maggio 2018

Interventi in tema di violenza nei confronti delle donne con disabilità
Nell’ormai noto “Contratto per il Governo del Cambiamento” è contenuta un’unica disposizione che sembra interessare in modo specifico le donne con disabilità vittime di violenza. Essa prevede l’introduzione di nuove aggravanti ed aumenti di pena quando la vittima è un soggetto particolarmente vulnerabile, ovvero quando le condotte siano particolarmente gravi. Una misura in realtà già presente nel nostro ordinamento giuridico, ma che offre il pretesto per provare a buttar giù qualche indicazione operativa per chi volesse fare qualcosa di concreto per affrontare/contrastare la violenza nei confronti delle donne con disabilità.

Discriminazione e segregazione: se ne parla al Congresso FISH
Si avvicina il Congresso della Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap. Esso si terrà a Roma, il 26 e il 27 maggio, con un ricco programma che trova nel contrasto alla discriminazione e alla segregazione delle persone con disabilità i temi portanti delle sessioni aperte a tutti e tutte.

Una Circolare del Ministero dell’Istruzione che fa a dir poco discutere
C’è chi parla di illegittimità per quella recente Circolare del Ministero, ove si chiede tra l’altro alle scuole «di riconoscere e valorizzare le diverse normalità, andando oltre le etichette, senza la necessità di avere alcuna classificazione “con Bisogni Educativi Specializzati” o di redigere Piani Didattici Personalizzati». «Non arrivo a tanto – scrive Salvatore Nocera – anche se l’ipotesi sembra godere di fondamento. E tuttavia, se il Ministero avesse prima chiesto un parere all’Osservatorio per l’Inclusione, probabilmente non si sarebbe creato tanto disorientamento nelle scuole».

I fratelli e le sorelle delle persone con disabilità CAAntano
Si terrà a Pisa, il prossimo 25 maggio, “CareSiblings CAAntano”, l’evento conclusivo di un progetto attraverso il quale si è voluto riconoscere il ruolo fondamentale dei fratelli e delle sorelle delle persone con disabilità nell’equilibrio e nella comunicazione in famiglia, dando loro attenzione, ascolto e sostegno. L’iniziativa è organizzata dal Coordinamento Etico dei Caregivers di Pisa, e mette insieme divertimento ed impegno.

Mille atleti paralimpici ai campionati italiani dei disabili intellettivi
L’evento, in programma dal 25 al 27 maggio a Firenze, prevede gare di atletica leggera e di calcio ed è organizzato in collaborazione con la Regione Toscana.

Il Contratto di Governo e le persone con disabilità
Leggendo la bozza del “Contratto per il Governo di Cambiamento” fra Lega e Movimento 5 Stelle, che dovrebbe guidare l’azione del prossimo Esecutivo, concentriamo la nostra attenzione sui passaggi che riguardano la disabilità. Non sono poche le incertezze, le incongruenze e le lacune che si sarebbero potute evitare su un tema che riguarda milioni di persone e su cui già esistono vari provvedimenti che attendono di essere applicati.

“Contratto di governo”, la disabilità non è solo un ministero
Un intero articolo è dedicato alla disabilità: prevede l’istituzione di un ministero dedicato e fa riferimento a inclusione scolastica e lavorativa, a fondo non autosufficienze e accessibilità. Fish: “Mancano aumento pensioni e indennità accompagnamento e riferimento a Programma d’azione. Niente anche su Dopo di noi”. Fand: “Bene il ministero. Non c’è tutto, ma aiuteremo a completare”.

Il “Dopo di Noi” tra opportunità e mistificazioni
«È nella responsabilità delle Regioni – scrive Guido Trinchieri, a due anni dalla Legge 112/16, meglio nota come “Legge sul Dopo di Noi” – attuare, utilizzando anche gli strumenti previsti nella Legge 112/16, proprie scelte politiche, necessarie per dare al problema del “Dopo di Noi” una soluzione solidaristica ed universalistica. E tutte le Regioni dovrebbero istituire un organismo regionale permanente di gestione e garanzia, il quale assumesse la governance di un sistema che non può essere lasciato allo spontaneismo di un’utenza tanto più debole quanto più impellente è il bisogno».

Disabilità. Tutti al volante, per una mobilità davvero democratica
È uscito il numero di maggio di Superabile Inail, il mensile sui temi della disabilità pubblicata dall’Istituto nazionale per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro. L’inchiesta è dedicata alle patenti speciali, qualcosa di più di una tessera rosa: è il simbolo dell’autonomia per antonomasia. La pubblicazione è consultabile anche on line.

L’integrazione interiore è un processo strategico permanente
«Tutta la nuova tecnologia supportiva – scrive Laura Bonanni, piscologa, psicoterapeuta e persona con albinismo e ipovisione – rappresenta veramente un’ottima strategia per l’integrazione sociale? Di certo agevolerà quel “saper fare” che aiuta a stancarci meno sia nel quotidiano che nello straordinario della nostra vita. La vera e duratura integrazione sociale, però, passa attraverso “l’aversi a cuore”, riconoscendo il proprio mondo interno e lavorando sulla propria storia interiore».

Vaccini e autismo? Su YouTube vincono le bufale
Sulla rivista internazionale Human Vaccines and Immunotherapeutics, l’analisi dell’Università di Pisa su 560 video pubblicati dal 2007 al 2017. Il numero annuale di video caricati è aumentato durante il periodo considerato con un picco di 224 nei primi sette mesi del 2017.

Emofilia. Presentata la Carta dei diritti del malato. Melazzini: “Contenuti importanti per tutte le malattie rare”
Secondo le Istituzioni la Carta costituisce un importante strumento perché traslabile a tutte le malattie rare per garantire l’applicazione e l’implementazione dei percorsi terapeutici e un’ottimale adesione alle terapie.

Disabili, risvolti positivi per tutti i dipendenti
N egli ultimi anni il tema lavoro e disabili è stato più volte sotto i riflettori. Anche e soprattutto per una forte mobilitazione sociale che ha attraversato tutti i territori della penisola. Il Jobs Act è ad esempio intervenuto con alcuni decreti legislativi ad hoc per favorirne l’inclusione nel mondo del lavoro. Attraverso, tra le altre iniziative, l’istituzione di una banca dati del collocamento per far incontrare domanda e offerta. A muoversi sono anche le regioni con iniziative dedicate. Tra queste, la Toscana ha stanziato per il 2018 oltre cinque milioni di euro sotto forma di agevolazioni e incentivi.

“Per chi non lo SLA”, la canzone dei comici sardi contro la malattia commuove i social
Una parte del ricavato è andata alla fondazione #IostoconPaolo, dedicata al ragazzo italiano più giovane malato di Sla. Che ha avuto un’idea geniale e commovente: un tampone per far rivivere agli ammalati più gravi, alimentati con il sondino, il gusto e i sapori dei cibi.

Come spiegare la disabilità a scuola: 10 film da far vedere agli alunni
L’ultimo rapporto Istat sulla disabilità, segnala che il totale degli alunni con disabilità nell’anno scolastico 2016/2017 è cresciuto dell’8,3%, rispetto all’ultimo dato pubblicato dal MIUR relativo all’a.s. 2014/2015. Un aumento che mette senza dubbio al centro sempre più il problema della disabilità e dell’inclusione scolastica. Fra i vari metodi per spiegare la disabilità a scuola spesso gli insegnanti provano con la visione di film in classe, ovvero pellicole che vedono come protagonisti dei personaggi affetti da qualche forma di disabilità e dove viene, seppur romanzato, snocciolato il tema a volte in modo impeccabile.

 

Il centro Informare un’h promuove la lettura, l’adozione e l’applicazione di questo importante strumento, ed invita caldamente tutte e tutti a contribuire alla sua divulgazione:
Forum Europeo sulla Disabilità, Secondo Manifesto sui diritti delle Donne e delle Ragazze con Disabilità nell’Unione Europea. Uno strumento per attivisti e politici, adottato a Budapest il 28-29 maggio 2011 dall’Assemblea Generale del Forum Europeo sulla Disabilità (EDF) in seguito ad una proposta del Comitato delle Donne dell’EDF, approvato dalla Lobby Europea delle Donne, revisione realizzata alla luce della Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle Persone con Disabilità, versione in lingua italiana approvata dal Forum Europeo sulla Disabilità, traduzione a cura di Simona Lancioni e Mara Ruele, Peccioli (PI), Informare un’h, 2017, p. 70, in formato pdf.

Un cordiale saluto e buona lettura
Informare un’h – Centro Gabriele e Lorenzo Giuntinelli, Peccioli (PI)

Questa newsletter è un servizio offerto da Informare un’h – Centro Gabriele e Lorenzo Giuntinelli della UILDM (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare) sezione di Pisa.

Per richiedere informazioni, inviare segnalazioni, per ricevere o non ricevere più la newsletter scrivi a: info@informareunh.it
Seguici anche su Facebook.

Da gennaio 2018 il centro Informare un’h inizia una collaborazione con il Coordinamento DiPoi – Durante e dopo di noi (www.dipoi.it), ospitando nella propria newsletter le informazioni e le segnalazioni prodotte dagli enti aderenti al Coordinamento stesso.