Menu Chiudi

Newsletter del centro Informare un’h, 24 ottobre 2019

La Camera “scopre” la discriminazione multipla delle donne con disabilità
Lo scorso 15 ottobre alla Camera dei Deputati del nostro Parlamento sono state discusse e approvate all’unanimità quattro diverse Mozioni presentate da diversi schieramenti, e finalizzate a contrastare la discriminazione multipla che colpisce le donne con disabilità. Ciò costituisce certamente un fatto di grande rilevanza politica, specie se si considera che non era mai successo prima. Tante, importanti e utili le azioni proposte nelle diverse aree di intervento. Ma anche qualche lacuna che potrà essere colmata con il necessario e doveroso coinvolgimento delle donne con disabilità.

Un’importante Sentenza della Cassazione sulle strisce blu
«Condotta discriminatoria ai sensi della Legge 67/06»: questo ha stabilito un’importante Sentenza della Cassazione, destinata a creare un prezioso precedente giurisprudenziale. In sostanza, il provvedimento – rovesciando un precedente pronunciamento della Corte d’Appello di Torino – ha stabilito che anche le persone con disabilità senza patente e un’auto propria, come coloro che hanno problemi intellettivi o motòri molto gravi, possano parcheggiare gratuitamente l’automobile di chi li accompagna nei posti tra le strisce blu, quando siano occupati i parcheggi riservati a persone con disabilità.

Fondo nazionale politiche sociali, quasi 18 milioni alle Zone distretto
Quasi 18 milioni alle Zone distretto/Società della Salute dal Fondo nazionale politiche sociali, annualità 2018. Lo prevede il decreto regionale n. 16.544 dello scorso 8 ottobre. Le cifre verranno subito liquidate, per un totale di 17.791.006.

SdS Senese, verso il ‘Progetto di vita’ per persone con disabilità
La Società della Salute Senese ha messo in pista un nuovo strumento di lavoro che sintetizza il budget di salute per la realizzazione del progetto di vita di persone con disabilità.

Non autosufficienza, ecco il “Piano Zero”: più risorse ed equamente ripartite
La Rete per la protezione ed inclusione sociale si è riunita per esaminare il primo Piano per la non autosufficienza. Lamanna: “Per la prima volta abbiamo uno strumento per misurare lo stato di bisogno reale. Ora si applichi la classificazione in tutte le regioni”. Fish: “Attenzione ai gravi, non solo ai gravissimi”. Fand: “Piano tutela solo 2,7% di non autosufficienti”.

Al via “a scuola di inclusione”
L’Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare avvia la promozione sul territorio nazionale dell’iniziativa che mira a sensibilizzare sul tema della disabilità 17 amministrazioni comunali e altrettanti istituti scolastici, oltre a installare giochi accessibili in aree verdi e parchi nazionali.

Una lettera alla Commissione Europea per garantire i diritti (e finanziamenti)
«Le organizzazioni della Società Civile dovrebbero partecipare a un dialogo regolare e strutturato con le istituzioni dell’Unione Europea su tutte le politiche. E in particolare con l’avvio della nuova Commissione, dovrebbero diventare un partner fondamentale per individuare le violazioni, promuovere la democrazia e i diritti fondamentali»: lo ha scritto il Coordinamento Civil Society Europe – di cui fa parte anche il Forum Europeo sulla Disabilità – alla Commissaria Europea Jourová, in una lettera che anche le organizzazioni nazionali di persone con disabilità possono sottoscrivere.

Elena, mamma caregiver, vince contro l’Inps: annullato il “debito”
L’Istituto aveva chiesto di restituire 1.100 euro per un mese di ricovero della figlia gravemente disabile, subito dopo la nascita. Ora ha ricevuto il provvedimento di “annullamento in autotutela”, perché ha dimostrato di essere stata accanto alla figlia. “Questa vittoria incoraggi altri a non accettare quest’ingiustizia”.

Ma è proprio giusto chiamarle Rare?
«Prese globalmente le Malattie Rare non sono affatto tali, ma sono una vera e propria priorità di salute pubblica, coinvolgendo milioni di persone che finora sono stati letteralmente gli “orfani della salute” e che hanno un’acuta necessità di assistenza sanitaria, di accesso a trattamenti innovativi e di un sistema sociale che sostenga il loro diritto al maggior benessere possibile»: lo dichiara uno degli autori di un importante studio internazionale, secondo il quale sarebbero circa 300 milioni le persone nel mondo con una Malattia Rara, un numero, tra l’altro, quasi certamente sottostimato.

Assegno unico e dote unica: la FISH in audizione
È in discussione alla Camera una proposta di legge (Atti della Camera 687) che prevede di affidare al Governo una delega per riordinare e potenziare le misure a sostegno dei figli a carico attraverso l’assegno unico e la dote unica per i servizi. La FISH è stata audita sul testo dalla Commissione XII della Camera dei deputati ed ha depositato una propria memoria.

“Italia bella e accessibile”, la cultura migliora la vita delle persone
La fruizione dell’immenso patrimonio artistico e culturale del nostro paese favorisce il benessere e rappresenta uno degli elementi utili a favorire l’inclusione sociale di tutte le persone con disabilità. La collaborazione fra Inail e Mibact per rafforzare le azioni sul campo.

“Terapia del treno”: il viaggio delle emozioni per le persone con demenze
Prende il via a Catanzaro la “trenoterapia”. Cilesi: “Un contenitore affettivo per migliorare la qualità di vita”. Sodano (Ra.Gi.): “Dimostriamo che qui non c’è solo criminalità”. I benefici e gli ambiti di applicazione.

Giulia Ghiretti, il nuoto paralimpico e quello sguardo inglese sulla disabilità
La diversità come chiave di lettura delle potenzialità di un Paese, e di un’azienda. «Per un Paese come la Gran Bretagna la diversità, l’inclusione, sono sempre stati chiave di volta del successo, di una formula vincente», dice Aaron Pugliesi, segretario generale e ceo della British Chamber of Commerce for Italy che ha fortemente voluto un momento di confronto pubblico proprio sul tema della disabilità e della diversità.

Greta Thunberg e la sindrome di Asperger
Quando si parla di Greta Thunberg, la giovane attivista che ha richiamato l’attenzione del mondo sui cambiamenti climatici, uno degli elementi che vengono tirati fuori è la sua diagnosi di sindrome di Asperger. La maggior parte delle volte questo dato è citato a sproposito, per screditarne l’operato e la capacità di agire. Valigia Blu pubblica un approfondimento per capire cosa sia la sindrome di Asperger, e come parlarne.

Per ascoltarmi, dovete aprire gli occhi
Per parlare, Paolo Puddu sposta gli occhi su una tavoletta con l’alfabeto. Con questo tipo di comunicazione, è stato il primo in Italia a laurearsi e oggi è impegnato nel turismo accessibile. Questi traguardi, raccontati ora in un corto, li ha raggiunti anche grazie ai piani personalizzati, per cui la Sardegna è un modello.

Regione che vai, ticket che trovi. Ecco la mappa della più evidente disuguaglianza in sanità
Farmaceutica, specialistica e superticket a macchia di leopardo tra le Regioni. E i cittadini pagano cifre diverse in base alla loro residenza, spesso rinunciando alle cure o preferendo il privato che a volte costa meno. La proposta del ministro della Salute di abrogare il superticket va nella giusta direzione e anche l’idea della rimodulazione degli altri risponde a quanto scritto nel Patto per la salute 2014-2016, ma finora mai applicato. Ecco la situazione Regione per Regione.

 

Il centro Informare un’h promuove la lettura, l’adozione e l’applicazione di questo importante strumento, ed invita caldamente tutte e tutti a contribuire alla sua divulgazione:
Forum Europeo sulla Disabilità, Secondo Manifesto sui diritti delle Donne e delle Ragazze con Disabilità nell’Unione Europea. Uno strumento per attivisti e politici, adottato a Budapest il 28-29 maggio 2011 dall’Assemblea Generale del Forum Europeo sulla Disabilità (EDF) in seguito ad una proposta del Comitato delle Donne dell’EDF, approvato dalla Lobby Europea delle Donne, revisione realizzata alla luce della Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle Persone con Disabilità, versione in lingua italiana approvata dal Forum Europeo sulla Disabilità, traduzione a cura di Simona Lancioni e Mara Ruele, Peccioli (PI), Informare un’h, 2017, p. 70, in formato pdf.
Esso è disponibile che in versione facile da leggere (qui la presentazione), e nella versione in comunicazione aumentativa alternativa – CAA (qui la presentazione).

Un cordiale saluto e buona lettura
Informare un’h – Centro Gabriele e Lorenzo Giuntinelli, Peccioli (PI)

 

Questa newsletter è un servizio offerto da Informare un’h – Centro Gabriele e Lorenzo Giuntinelli della UILDM sezione di Pisa (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare).
Per richiedere informazioni, inviare segnalazioni, per ricevere o non ricevere più la newsletter scrivi a: info@informareunh.it
Seguici anche su Facebook.
Consulta l’archivio delle nostre newsletter.

Da gennaio 2018 il centro Informare un’h inizia una collaborazione con il Coordinamento DiPoi – Durante e dopo di noi (www.dipoi.it), ospitando nella propria newsletter le informazioni e le segnalazioni prodotte dagli enti aderenti al Coordinamento stesso.

Ultimo aggiornamento il 24 Ottobre 2019 da simona