Newsletter del centro Informare un’h, 27 marzo 2018

Pausa pasquale

Informiamo la gentile Utenza che il centro Informare un’h sarà chiuso da mercoledì 28 marzo a martedì 2 aprile 2018 per le feste pasquali.
Vi auguriamo di trascorrere feste serene.
Il centro Informare un’h

I falsi miti sulla sterilizzazione forzata delle donne con disabilità
Se la sterilizzazione forzata ai danni di molte ragazze e donne con disabilità è ancora praticata anche in Europa, ciò non dipende più da quella follia che inseguiva il mito della “razza pura” – un mito dal quale abbiamo imparato a difenderci –, dipende da altri miti, miti che si basano su pregiudizi ancora troppo radicati perché le persone comuni, e talvolta le stesse persone con disabilità, si dispongano a metterli in discussione. Miti che, proprio per questo motivo, devono essere conosciuti. Anche da questi dobbiamo imparare a difenderci.

UILDM prima con il progetto PLUS
Nella graduatoria dei progetti finanziati dal Ministero del lavoro e delle politiche sociali con il primo bando “unico” previsto dalla riforma del Terzo settore, l’Unione italiana lotta alla distrofia muscolare si aggiudica la prima posizione con il progetto ‘PLUS’ in tema di inclusione lavorativa e sociale.

Giampaolo e la patente: una sfida vinta per sé e per molti altri
«L’afasia di Giampaolo – raccontano dall’AAT (Associazione Afasici Toscana) – è molto grave: dopo due anni riesce a dire poche parole e anche la capacità di comprenderle è ridotta. Ma a un certo punto decide di ricominciare a guidare la macchina, aprendo una strada che in futuro potranno percorrere anche altri. E così, dopo che la mancanza di conoscenza del suo problema gli costa una prima bocciatura, al secondo tentativo ce la fa, creando un precedente importante e diffondendo l’informazione sui problemi della persone afasiche in un posto strategico come la Motorizzazione della sua città».

“Durante e dopo di noi”: aspetti legali e sociali
Garantire assistenza alle persone con disabilità gravi prive del sostegno familiare, a questo mira la cosiddetta “Legge sul dopo di noi”, e proprio a partire dalle diposizioni in essa contenute si svilupperà il convegno, che si terrà a Pisa il prossimo 7 aprile, dal titolo «“Durante e dopo di noi”. Come tutelare il presente ed il futuro di una persona diversamente abile: aspetti legali e sociali della Legge n.112/2016».

“Dopo di noi” parte il progetto di vita autonoma per i disabili
A Grosseto, grazie a una progettazione condivisa tra Società della Salute e Fondazione Il Sole, Aggbph (Associazione Grossetana Genitori di Bambini Portatori di Handicap) e le cooperative Arcobaleno, Cuore e Uscita di Sicurezza al via un progetto per favorire la vita autonoma delle persone disabili.

Assistenza e disabili: pessimi segnali
Le dichiarazioni rilasciate a «La Repubblica» da Alberto Brambilla, autorevole esponente della Lega Nord, che individua fra le risorse necessarie per una revisione della legge Fornero un «intervento chirurgico e fattibile: 50 miliardi in dieci anni. Che si coprono tagliando quell’assistenza che va ai falsi invalidi e a chi non se lo merita, perché mente sui requisiti.», ripropone ancora una volta l’invito a guardare alle persone con disabilità con sospetto, ed a rafforzare lo stigma dei “falsi invalidi”. Una narrazione contro la quale si esprime duramente la FISH – Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap.

Stomizzati, un accordo tra Regione e Associazione toscana per migliorare l’assistenza
Un accordo tra Regione Toscana e A.S.TOS, Associazione Stomizzati Toscani, per migliorare i percorsi diagnostico-terapeutici dei pazienti stomizzati. Lo hanno siglato il 21 marzo nella sede dell’assessorato, via Alderotti, l’assessore al diritto alla salute Stefania Saccardi e il presidente dell’associazione Paolo Cantini.

Calimala, la linea di foulard disegnati dai disabili
È la produzione “Calimala – Atelier del Tessuto”, con sede a Prato, nata grazie ad una campagna di crowdfunding, che ha permesso di raccogliere 27 mila euro attraverso il supporto di Fondazione CR Firenze.

Si presenta a Pisa un nuovo centro specializzato sull’autismo
È stato presentato il 23 marzo, dall’IRCCS Fondazione Stella Maris di Calambrone (Pisa), il CETRA (CEntro specializzato sul TRattamento precoce dell’Autismo), nuova struttura specializzata, che intende rispondere, con modelli innovativi di cura, ai bisogni delle famiglie di bambini con autismo. Si tratterà di un’esperienza inedita, voluta per catalizzare attorno a sé una rete di servizi ben integrati, affidabili e continuativi, andando oltre i confini stessi della Toscana.

Aumentano i casi di autismo
L’Università di Pisa lancia un master di secondo livello per formare gli specialisti sui disturbi dello spettro autistico dal bambino all’adulto.

La matematica accessibile ai disabili visivi: il sogno diventa realtà
Grazie a un proficuo lavoro che ha unito varie competenze e professionalità, «sembra realizzarsi – come racconta Luciano Paschetta – il sogno di un centro di eccellenza per l’accessibilità dei testi scientifici da intitolare a Sergio Polin, giovane non vedente prematuramente scomparso, che aveva reso possibili le prime sperimentazioni in tale àmbito». Come informa infatti l’Università di Torino, quel Centro è in fase di realizzazione e nel frattempo è pronto il primo sistema per realizzare in maniera automatizzata testi scientifici in formato digitale accessibile a ciechi e ipovedenti.

Incontro Fand-Inps per migliorare le tutele delle persone disabili
La delegazione della Federazione tra le Associazioni Nazionali dei Disabili e i componenti del Consiglio di indirizzo e vigilanza dell’Istituto Nazionale Previdenza Sociale hanno deciso di creare un Tavolo di collaborazione, con incontri periodici e scambio di valutazioni e proposte.

Sentenza di cassazione 4069/2018 part time e permessi 104/92
La corte di cassazione con sentenza 4069 del 20/2/2018 ribadisce che un lavoratore dipendente che assiste un familiare con handicap grave ha diritto di 3 giorni di permesso legge 104/92, anche nei casi che sia un lavoratore part-time.

Cassazione: “Il medico deve usare sempre un linguaggio che sia comprensibile al paziente”
Una informazione assente, così come una incompleta, lede il diritto del paziente alla autodeterminazione. Condannato un ospedale a risarcire il danno ai familiari di una donna deceduta per tumore alla mammella dopo che le erano stati effettuati diversi esami dai quali si evidenziava la malattia ma senza che i medici avessero debitamente informato la paziente stessa della gravità del suo stato di salute.

Il centro Informare un’h promuove la lettura, l’adozione e l’applicazione di questo importante strumento, ed invita caldamente tutte e tutti a contribuire alla sua divulgazione:
Forum Europeo sulla Disabilità, Secondo Manifesto sui diritti delle Donne e delle Ragazze con Disabilità nell’Unione Europea. Uno strumento per attivisti e politici, adottato a Budapest il 28-29 maggio 2011 dall’Assemblea Generale del Forum Europeo sulla Disabilità (EDF) in seguito ad una proposta del Comitato delle Donne dell’EDF, approvato dalla Lobby Europea delle Donne, revisione realizzata alla luce della Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle Persone con Disabilità, versione in lingua italiana approvata dal Forum Europeo sulla Disabilità, traduzione a cura di Simona Lancioni e Mara Ruele, Peccioli (PI), Informare un’h, 2017, p. 70, in formato pdf.

Un cordiale saluto e buona lettura
Informare un’h – Centro Gabriele e Lorenzo Giuntinelli, Peccioli (PI)

Questa newsletter è un servizio offerto da Informare un’h – Centro Gabriele e Lorenzo Giuntinelli della UILDM (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare) sezione di Pisa.

Per richiedere informazioni, inviare segnalazioni, per ricevere o non ricevere più la newsletter scrivi a: info@informareunh.it
Seguici anche su Facebook.

Da gennaio 2018 il centro Informare un’h inizia una collaborazione con il Coordinamento DiPoi – Durante e dopo di noi (www.dipoi.it), ospitando nella propria newsletter le informazioni e le segnalazioni prodotte dagli enti aderenti al Coordinamento stesso.