Newsletter del centro Informare un’h, 27 settembre 2018

La sperimentazione del Budget di salute nell’area della disabilità
Tra le varie cose previste dal modello toscano di Presa in carico della persona con disabilità varato a fine 2017, vi era anche era l’introduzione un nuovo strumento organizzativo-gestionale denominato Budget di salute, la cui sperimentazione sta partendo proprio in questi giorni. Vediamo meglio di cosa si tratta.

La dimensione del rischio nella vita delle donne con disabilità
“Vogliamo una storia politica comune con le donne con disabilità”: è questa una delle motivazioni che ha spinto l’UDI Catania (Unione Donne in Italia) ad inserire un’azione di “Sostegno al 2° Manifesto delle Donne e delle Ragazze disabili” nell’ambito di “8 mesi stop femminicidio”, una manifestazione contro la violenza di genere, che quest’anno avrà come filo conduttore l’importante tema de “La dimensione del rischio nella vita delle donne”.

Anche Volterra partecipa al “Premio città blu”
Sabato 29 settembre la gara di solidarietà “Premio città blu”, promossa dall’associazione Autismo Pisa e Valdera, arriva a Volterra con un’intera giornata di eventi volti a far conoscere e sensibilizzare la popolazione sulle tematiche dell’autismo. L’iniziava ha lo scopo di finanziare la terapia multisistemica in acqua (TMA) e dei laboratori per ragazzi con autismo.

Otto video per il diritto di decidere
Sono online e disponibili a tutte le persone con disabilità, le famiglie, gli operatori dei servizi, gli operatori dei sistemi di giustizia e del sociale, otto video-tutorial realizzati dall’ANFFAS nell’àmbito di “Capacity: la legge è eguale per tutti”, progetto che punta a sperimentare modelli innovativi di sostegno al processo decisionale per le persone con disabilità, in particolare per quelle con disabilità intellettive e disturbi del neurosviluppo, in attuazione dell’articolo 12 della Convenzione ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità (“Uguale riconoscimento dinanzi alla Legge”).

Passi verso l’inclusione scolastica
Come affrontare nel contesto scolastico il tema della diversità/disabilità attraverso la formazione attiva: a questa esigenza tenterà di rispondere “Passi verso l’inclusione”, uno sei seminari organizzati, da ottobre a dicembre, da DIPOI, il Coordinamento toscano delle organizzazioni attive nel durante e dopo di noi, in collaborazione con il CESVOT (Centro servizi per il Volontariato Toscana). Il primo seminario si terrà a Prato il prossimo 4 ottobre.

Sostegno a scuola: un sondaggio per le famiglie
Le difficoltà sperimentate dagli alunni con disabilità all’inizio di ogni anno scolastico continuano ad essere tante: ritardi nell’assegnazione di insegnanti di sostegno, assenza di assistenti all’educazione o alla comunicazione, lacune nell’assistenza igienica, ecc. Proprio sul tema della reale inclusione scolastica la Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap ha predisposto un sondaggio anonimo rivolto alle famiglie. Vi invitiamo a compilarlo.

Una classe “pollaio” per l’alunna disabile? Il Tar dispone lo sdoppiamento
La recente sentenza del Tar Toscana accoglie il ricorso dell’associazione Autismo-Pisa onlus, che denunciava il caso di una prima classe di liceo, costituita da 25 alunni, di cui una con autismo. Ora le classi saranno due, rispettivamente di 12 e 13 alunni.

Scuola: per gli alunni con disabilità il solito inaccettabile ritardo
«Altro che cambiamento!», afferma Roberto Speziale, «siamo costretti ad assistere al solito rimpallo di responsabilità tra chi avrebbe dovuto evitare il perpetuarsi di tale situazione. Situazione che però non è più accettabile».

Picchia compagno autistico, assisterà disabile. “Una lezione, non una punizione”
DeMartis (Angsa) e Speziale (Anffas) commentano il provvedimento adottato dal consiglio dei docenti di un istituto superiore di Palermo nei conforti del ragazzo che ha picchiato un compagno autistico: dovrà affiancare uno studente disabile. “Entrare in contatto con questa realtà rende diversi e migliori, ma servono accortezze”.

Mamma Danila: “Hai un figlio autistico? Anche io, chiamami che ci aiutiamo”
A Viareggio crea e gestisce gratuitamente un numero verde per sostenere chi vive la battaglia quotidiana della disabilità, tra ostacoli burocratici, assistenziali e sociali.

Salute mentale degli adolescenti, “spesso l’aiuto arriva troppo tardi”
È quanto emerge da un documento voluto dalla Garante per l’infanzia e l’adolescenza. Cismai: “Il ruolo degli adulti è in crisi, ma è fondamentale garantire il dialogo con i ragazzi”. Msna e minori autori di reato i più a rischio per la salute mentale.

Il paradosso dei caregiver
«C’è un vero e proprio paradosso per i caregiver nel nostro Paese, essere cioè – loro malgrado – figure centrali e di riferimento in ogni fase dell’assistenza, senza avere però alcuna collocazione né riconoscimento formale e sostanziale, dalla struttura, dalla politica e dalla società»: lo ha dichiarato Lorenzo Cuffini, dell’Associazione GILO CARE, aprendo un convegno organizzato da quest’ultima a Orbassano (Torino), dedicato alle relazioni che si stabiliscono tra la persona che si prende cura di un ammalato, la struttura sanitaria e gli operatori che lavorano all’interno di essa.

Wheelchair hockey, lo sport per chi pensa(va) di non poter fare sport
Dal 26 settembre al 1° ottobre a Lignano Sabbiadoro si disputano i Campionati Mondiali di hockey in carrozzina elettrica, con otto nazioni in gara. Uno sport accessibile davvero a tutti, che la Uildm portò in Italia negli anni Ottanta, praticato oggi da almeno 300 atleti.

Passione, entusiasmo e gioco di squadra contro la sclerosi sistemica
«Passione ed entusiasmo sono le parole chiave per affrontare le sfide che ci si pongono davanti e grazie al gioco di squadra faremo ancora la differenza!»: a dirlo è Carla Garbagnati Crosti, presidente del GILS (Gruppo Italiano Lotta alla Sclerodermia), in vista di una nuova “Giornata del Ciclamino”, tradizionale iniziativa promossa dallo stesso GILS, che dal 28 al 30 settembre animerà più di cento piazze italiane, raccogliendo fondi e informando sulla sclerosi sistemica (sclerodermia), malattia autoimmune, cronica, multiorgano, invalidante e finalmente dichiarata “rara”.

Scherma paralimpica, inarrivabile Bebe Vio: oro europeo nel fioretto
Terzo successo continentale consecutivo per la fuoriclasse azzurra. È ancora Bebe Vio. L’azzurra non finisce di stupire ed arricchisce di un’altra medaglia d’oro la sua bacheca. Il trionfo nel fioretto categoria B ai campionati europei di scherma paralimpica di Terni.

Amore, handicap e bugie: ‘Tutti in piedi’, la disabilità è una lezione di vita
Al cinema dal 27 il film diretto e interpretato dalla star della commedia francese Franck Dubosc. L’incontro fra un manager playboy che si finge paraplegico e una donna affascinante che vive davvero su una sedia a rotelle.

Si è ciò che si decide di essere
L’insegnamento di vita dell’artista nata senza braccia, protagonista del decimo International Mountain Summit di Bressanone dove presenta il suo ultimo libro “La strada nuova”.

 

Il centro Informare un’h promuove la lettura, l’adozione e l’applicazione di questo importante strumento, ed invita caldamente tutte e tutti a contribuire alla sua divulgazione:
Forum Europeo sulla Disabilità, Secondo Manifesto sui diritti delle Donne e delle Ragazze con Disabilità nell’Unione Europea. Uno strumento per attivisti e politici, adottato a Budapest il 28-29 maggio 2011 dall’Assemblea Generale del Forum Europeo sulla Disabilità (EDF) in seguito ad una proposta del Comitato delle Donne dell’EDF, approvato dalla Lobby Europea delle Donne, revisione realizzata alla luce della Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle Persone con Disabilità, versione in lingua italiana approvata dal Forum Europeo sulla Disabilità, traduzione a cura di Simona Lancioni e Mara Ruele, Peccioli (PI), Informare un’h, 2017, p. 70, in formato pdf.
Esso è disponibile che in versione facile da leggere (qui la presentazione).

Un cordiale saluto e buona lettura
Informare un’h – Centro Gabriele e Lorenzo Giuntinelli, Peccioli (PI)

 

Questa newsletter è un servizio offerto da Informare un’h – Centro Gabriele e Lorenzo Giuntinelli della UILDM (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare) sezione di Pisa.
Per richiedere informazioni, inviare segnalazioni, per ricevere o non ricevere più la newsletter scrivi a: info@informareunh.it
Seguici anche su Facebook.

Da gennaio 2018 il centro Informare un’h inizia una collaborazione con il Coordinamento DiPoi – Durante e dopo di noi (www.dipoi.it), ospitando nella propria newsletter le informazioni e le segnalazioni prodotte dagli enti aderenti al Coordinamento stesso.