Menu Chiudi

Newsletter del centro Informare un’h, 29 ottobre 2020

L’assistenza sanitaria alle persone con disabilità ai tempi del Covid
«Dalle esperienze della prima fase della pandemia – scrivono Nicola Panocchia e Filippo Ghelma dell’ASMeD (Associazione per lo Studio dell’assistenza Medica alla persona con Disabilità) – è emersa la necessità di definire urgentemente, sia a livello nazionale che regionale, protocolli clinico assistenziali rivolti ai pazienti con disabilità, che tengano conto delle diverse tipologie di disabilità, delle loro peculiarità e della necessità di un’assistenza continua. L’emergenza, infatti, non giustifica in alcun modo la negazione dei diritti delle persone».

Bene la didattica in presenza per gli studenti con disabilità, ma “in condizione di reale inclusione”
La seconda ondata della pandemia di Covid-19 ha portato alcuni presidenti di Regione a emanare diverse ordinanze volte a introdurre la didattica a distanza, prevedendo per i soli alunni e alunne con disabilità la didattica in presenza a scuola col proprio docente di sostegno. C’è chi interpreta queste iniziative come un accomodamento ragionevole, ma ci sono anche alcune associazioni operanti nell’ambito della disabilità che temono il rischio di ritorno, sia pur temporaneo, alle scuole speciali. Per comprendere meglio quale sia la corretta interpretazione di queste situazioni ci siamo rivolti a Salvatore Nocera, uno dei maggiori esperti di didattica inclusiva.

Violenza contro le donne con disabilità, è necessario combattere anche l’abilismo
Tutta la rete dei servizi antiviolenza nasce in risposta ad un sistema patriarcale che si regge sulla disuguaglianza di genere. Anche le donne con disabilità sono soggette a questo sistema, e, proprio per questo, sono anch’esse esposte a violenza di genere. Tuttavia esse sono soggette anche ad un altro squilibrio di potere: quello tra persone con disabilità e persone “non disabili”. Per questo motivo il contrasto alla violenza nei confronti delle donne con disabilità non può eludere il tema del contrasto all’abilismo.

Contact Center della Protezione Civile diventa accessibile alle persone sorde
Grazie ad una collaborazione del Dipartimento della Protezione Civile con l’App Mobile Pedius anche le persone sorde potranno accedere autonomamente al Contact Center del Dipartimento stesso. Il Contact Center è un servizio creato nel 2011 allo scopo di garantire un canale di dialogo dedicato tra il Dipartimento e i cittadini e le cittadine, in situazione ordinaria, di criticità o di emergenza.

Una modifica alla Proposta di Legge sull’omotransfobia estende la protezione anche alle vittime con disabilità
Dopo un percorso accidentato, la Proposta di Legge che mira a punire i crimini d’odio contro la comunità LGBT e le donne torna in discussione alla Camera con un’importante novità: un emendamento estende le tutele previste dalla Legge punendo anche crimini commessi per ragioni legate alla disabilità della vittima.

Dipoi aggiorna le Linee guida per le persone disabili ai tempi del Covid
Dipoi, il Coordinamento Toscano delle Associazioni per il Durante e Dopo di Noi, ha appena aggiornato le Linee guida per le persone disabili ai tempi del Covid. Le Linee guida si compongono di otto immagini che rispondono a specifici quesiti che riguardano le persone con disabilità.

Blocco delle visite nelle strutture: la scelta più responsabile o la più comoda?
«Non ci può essere contraddizione tra la prevenzione del contagio e il mantenimento delle relazioni con i familiari»: lo dichiarano una serie di organizzazioni delle Marche, a proposito della decisione, da parte di molte strutture residenziali per persone con disabilità e anziane, di bloccare l’accesso alle visite dei parenti, «una scelta – si dice – che non ci sembra la più responsabile, ma la più comoda. Se davvero, infatti, si tiene alla tutela della salute psicofisica delle persone, vanno responsabilmente trovate le modalità per non interrompere le relazioni».

Rsa, in Emilia-Romagna test immediati e in loco ai familiari per far visita ai propri cari
Nei prossimi giorni l’incontro con i gestori delle strutture. I parenti avrebbero la possibilità di effettuare il tampone direttamente in struttura e, se negativo, incontrare i propri cari. Schlein e Donini: “Accanto all’emergenza sanitaria ne esiste un’altra, quella affettiva. Il dolore dei familiari non può essere ignorato”.

Covid. Toscana. Limitate le visite in ospedale, ma la sanità ordinaria non si ferma
Giani: “Cerchiamo di non concentrare tutto sul Covid a scapito delle altre patologie che devono continuare ad essere curate. Per questo stiamo investendo risorse per potenziare personale medico, infermieristico e assistenziale”. Con una nuova ordinanza prevista l’istituzione di 30 Usca per la gestione dei casi Covid a domicilio o presso alberghi sanitari. Previsto il reclutamento di personale medico anche proveniente dagli ultimi due anni dei corsi universitari.

Gli alunni con disabilità dimenticati nell’ultimo DPCM. Denuncia di AIPD
Il decreto dispone “il ricorso alla didattica digitale integrata, per una quota pari almeno al 75 per cento delle attività”. Per AIPD, “nemmeno un accenno a misure specifiche da adottare per gli alunni con disabilità”. L’associazione chiede: “Il Governo preveda misure adeguate per permettere ai nostri studenti la frequenza scolastica in presenza”.

Gianni Rodari in simboli e la letteratura per tutti
Il centenario dello scrittore per l’infanzia viene celebrato dalle edizioni la meridiana con la pubblicazione del libro “Giacomo di Cristallo e altre storie”, stampato in Comunicazione Aumentativa Alternata. «Fare innovazione culturale non è solo tecnologizzare i processi, ma anche includere tutti nei processi di cambiamento».

Ma il mondo è “un paese per persone con disabilità”?
Vien davvero da dubitarne, leggendo il rapporto sui “Diritti delle persone con disabilità durante la pandemia” elaborato da sette organizzazioni internazionali e basato su oltre 3.000 testimonianze provenienti da 134 Stati, che evidenzia «la catastrofica incapacità di proteggere la vita, la salute e i diritti delle persone con disabilità durante la pandemia». E alla luce di quanto sta accadendo, con i tassi di contagio che aumentano ovunque, non si può certo leggere tale rapporto come una semplice “ricognizione storica”, quanto come uno strumento di pressione a intervenire rapidamente.

È pronto The Specials, il film sull’autismo di Toledano e Nakache
Dai registi di “Quasi amici” una pellicola per raccontare il non profit francese e l’autismo in Francia. Il film denuncia l’abuso di farmaci, la contenzione e il rifiuto di prendersi cura dei casi più difficili. Un film che tutti gli operatori sociali dovrebbero vedere.

Barbuto (Uici) «Compiamo 100 anni e puntiamo a nuovi obiettivi»
Il 26 ottobre 1920 veniva fondata a Genova l’Unione italiana ciechi e ipovedenti, un compleanno che – causa emergenza Covid – viene celebrato in streaming. Il presidente nazionale Mario Barbuto conferma l’impegno associativo su scuola e lavoro mentre sul Recovery Fund «Chiederemo al Governo di assegnare lo 0,1% delle risorse previste per un Piano di interventi straordinari sulla disabilità che guardi al futuro».

Al Sanga-Bar cappuccini, torte e inclusione
Apre a Thiene “in tempi di chiusure e paure” il bistrot in cui lavorano i ragazzi con disabilità cognitive del progetto “Abilmente” di Engim. “Fare formazione attraverso luoghi di lavoro reali”. Possibile acquistare uno speciale kit per sostenere i progetti.

 

Il centro Informare un’h promuove la lettura, l’adozione e l’applicazione di questo importante strumento, ed invita caldamente tutte e tutti a contribuire alla sua divulgazione:
Forum Europeo sulla Disabilità, Secondo Manifesto sui diritti delle Donne e delle Ragazze con Disabilità nell’Unione Europea. Uno strumento per attivisti e politici, adottato a Budapest il 28-29 maggio 2011 dall’Assemblea Generale del Forum Europeo sulla Disabilità (EDF) in seguito ad una proposta del Comitato delle Donne dell’EDF, approvato dalla Lobby Europea delle Donne, revisione realizzata alla luce della Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle Persone con Disabilità, versione in lingua italiana approvata dal Forum Europeo sulla Disabilità, traduzione a cura di Simona Lancioni e Mara Ruele, Peccioli (PI), Informare un’h, 2017, p. 70, in formato pdf.
Esso è disponibile che in versione facile da leggere (qui la presentazione), e nella versione in comunicazione aumentativa alternativa – CAA (qui la presentazione).

Un cordiale saluto e buona lettura
Informare un’h – Centro Gabriele e Lorenzo Giuntinelli, Peccioli (PI)

 

Questa newsletter è un servizio offerto da Informare un’h – Centro Gabriele e Lorenzo Giuntinelli della UILDM sezione di Pisa (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare).
Per richiedere informazioni, inviare segnalazioni, per ricevere o non ricevere più la newsletter scrivi a: info@informareunh.it
Seguici anche su Facebook.
Consulta l’archivio delle nostre newsletter.

 

Da gennaio 2018 il centro Informare un’h inizia una collaborazione con il Coordinamento DiPoi – Durante e dopo di noi (www.dipoi.it), ospitando nella propria newsletter le informazioni e le segnalazioni prodotte dagli enti aderenti al Coordinamento stesso.

 

Ultimo aggiornamento il 29 Ottobre 2020 da simona