Menu Chiudi

Newsletter del centro Informare un’h, 3 ottobre 2019

La violenza di genere, disabilità e connivenza
Nel barese una donna con disabilità mentale subisce violenza sessuale nella propria abitazione. «Sapevano tutti ma nessuno ha fatto niente», denuncia la madre. Un altro caso, l’ennesimo, che mette in luce come gli autori della violenza di genere possano contare su una buona dose di tolleranza e sulla connivenza di larghi strati della popolazione.

Ancora troppo pietismo, ancora troppi disabili “supereroi”
«Quando qualcuno sente che sei autistico, o ti pone immediatamente sotto una cappa di vetro, presumendo che tu non possa fare nulla oppure ti ritiene una sorta di “supereroe” che probabilmente vincerà il Nobel!»: è stato detto a Bruxelles durante una recente audizione del CESE (Comitato Economico e Sociale Europeo) – fondamentale organo consultivo della Commissione Europea – dedicata al tema “Comunicare i diritti delle persone con disabilità”, nella quale si è parlato sia di contenuti che di accessibilità e anche del linguaggio sulla disabilità usato dagli operatori dell’informazione.

L’assistenza domiciliare alla persona anziana, un corso di formazione a Volterra
Con l’aumento dell’aspettativa di vita e l’invecchiamento complessivo della popolazione, una grande percentuale delle nostre famiglie si trova a confrontarsi con l’accudimento di una persona anziana. Conoscere e saper gestire le problematiche legate all’invecchiamento rappresenta un obiettivo fondamentale verso un miglioramento della qualità di vita. Per rispondere a questo tipo di domanda il centro Auxilium Vitae Volterra sta organizzando per il prossimo novembre un corso di formazione gratuito intitolato “Formazione e addestramento del care-giver nell’assistenza alla persona anziana o disabile al proprio domicilio”. Il corso si svolgerà a Volterra ed sarà strutturato in quattro sessioni a cadenza settimanale.

Pisa, con Scuolomnibus gli alunni disabili andranno a scuola con i loro compagni
Integrare il servizi di trasporto scolastico e sociale garantendo, al contempo, l’inclusione e la sicurezza: è questa, in estrema sintesi, la finalità del progetto Scuolomnibus, un servizio integrato di mobilità assistita del Comune di Pisa, cogestito con la Società della Salute della Zona Pisana. E, finalmente, il primo alunno con disabilità coinvolto può andare a scuola assieme ai suoi compagni.

A Pisa, l’incontro “Passi verso l’inclusione scolastica”
Il prossimo 12 ottobre si svolgerà a Pisa l’incontro “Passi verso l’inclusione scolastica”. L’evento è organizzato da DIPOI, il Coordinamento toscano delle organizzazioni attive nel durante e dopo di noi, in collaborazione con il CESVOT (Centro servizi per il Volontariato Toscana), e rappresenta il proseguimento di un cammino intrapreso lo scorso anno con la finalità di aprire nuove prospettive per la disabilità parlandone in positivo.

Alunni con disabilità: FIRST denuncia la “tempesta perfetta”
Molti alunni con disabilità senza docenti di sostegno, un numero di ore di sostegno inferiore alle reali necessità degli studenti, docenti di sostegno non specializzati, problemi anche sul fronte dell’assistenza igienico-personale, dell’assistenza all’autonomia e alla comunicazione, del numero di alunni per classe, del trasposto scolastico, e delle barriere architettoniche. Questo il quadro delineato dalla FIRST – Federazione Italiana Rete Sostegno e Tutela diritti delle persone con disabilità – in merito all’inclusione scolastica degli alunni con disabilità. Una sorta di “tempesta perfetta” di cui ha riferito 1° ottobre all’Osservatorio del MIUR.

Osservatorio MIUR: FAND e FISH abbandonano il tavolo
L’anno scolastico è iniziato, ancora una volta, con diffusi disagi per le alunne e gli alunni con disabilità. Il Ministro dell’Istruzione, Lorenzo Fioramonti, ha convocato l’Osservatorio sull’inclusione scolastica ma, dopo i saluti di rito e dopo brevi interventi terzi che esulavano dal tema più centrale ed urgente e dai richiami della Federazione tra le Associazioni Nazionali delle persone con Disabilità e della Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap, si è assentato ed ha lasciato la conduzione dell’incontro ad un dirigente del MIUR. Di fronte a tale gesto FAND e FISH e le organizzazioni loro aderenti presenti in Osservatorio hanno abbandonato il tavolo.

Ricerca e consultazione dei prodotti: un questionario per capire le esigenze
Sviluppare soluzioni tecnologiche facilmente accessibili a tutti e in grado di agevolare le operazioni di ricerca e consultazione dei prodotti tramite un dispositivo dedicato e una app mobile per il proprio smartphone, utilizzabile sia a casa che in negozio: è questo l’obiettivo di un recente accordo intercorso tra le componenti toscane dell’UICI e dell’IRIFOR, il CNR di Pisa e l’azienda Edigroup. Ora i promotori di quell’iniziativa hanno elaborato un questionario online, aperto a tutti, per individuare al meglio le esigenze dei potenziali utilizzatori di tale tecnologia.

“Wall of Life”, un’app che aiuta i ragazzi autistici a fare la spesa
“Wall of Life” è stata sviluppata per la cooperativa sociale “I Corrieri dell’Oasi” per supportare i ragazzi con disturbi dello spettro autistico in una serie di attività quotidiane, come fare la spesa. Rilasciata in modalità open source, è implementabile con nuovi setting.

Ddl caregiver, uno “schiaffo in pieno viso”
Sara Bonanno, mamma di Simone, evidenzia i punti critici del testo depositato in Senato: “La nomina del caregiver da parte dell’assistito è un pasticcio, ma il riconoscimento di tre anni di contributi e un vero insulto”. Con Elena Improta, chiede un’audizione e lancia la campagna #Ddlcaregiverunoschiaffoinfaccia.

Giardini Martinetti: nuovo parco inclusivo a Milano
Sabato 28 settembre è stata inaugurata un’area verde inclusiva di circa 2.700 mq all’interno dei Giardini Martinetti di Milano. Il parco è dotato di una pavimentazione anti-trauma colorata e di giochi e giostre accessibili a bambini con diversi tipi di disabilità.

Gli stakeholder nel campo della disabilità
La conoscenza dell’Altro, la comprensione dei suoi bisogni e del suo linguaggio, creano rapporti positivi. Anche nel mercato del lavoro. Il testo prende in considerazione le posizioni e gli approcci dei principali stakeholder nei percorsi di inclusione lavorativa delle persone con disabilità. Il focus di apertura è sulle aziende private.

Alberghi pronti ad accogliere le persone con autismo e i loro familiari
Qualche mese dopo la presentazione, presenta una serie di risultati concreti il progetto “Inclusive Hotel”, frutto di una collaborazione tra il gruppo alberghiero Best Western Italia e l’Associazione L’abilità di Milano, che punta a rendere accessibile e inclusivo il soggiorno negli hotel di tale gruppo agli ospiti con disturbo dello spettro autistico, bambini e adulti, ma anche ai loro familiari e caregiver. Sin d’ora, infatti, le famiglie e i caregiver possono facilmente identificare e prenotare in alcuni alberghi Best Western, pronti e formati per accoglierli, e altri ne arriveranno presto.

Samuele, disabile 18enne che ha costruito da sé rampe mobili in 3D
Dieci anni fa in Italia entrava in vigore la legge sull’obbligo di eliminare gli impedimenti fisici alla mobilità. Molto resta ancora da fare. Lo dimostra la storia di Samuele, che ci ha pensato da solo.

L’amministrazione di sostegno e il servizio di protezione giuridica       
L’introduzione della figura dell’amministratore di sostegno nel nostro ordinamento giuridico rappresenta un aggiornamento importante che ridisegna la condizione delle persone in condizione di fragilità nel rispetto dei loro diritti. Cambia, con essa, il paradigma interpretativo: non più limitazione delle libertà e sostituzione da parte di un soggetto nei confronti di chi viene considerato non capace di poter gestire le proprie risorse e le proprie scelte; ma sostegno alla capacità di scelta e minor limitazione possibile della libertà. Un tema complesso e ambiguo che definisce confini di responsabilità necessariamente mobili e potenzialmente controversi.

Federsolidarietà, 60mila persone occupate di cui la metà con disabilità e svantaggi
Con 20 road show itineranti nelle regioni italiane la Federazione delle coop sociali di Confcooperative ha deciso, dal 1 ottobre, di «accendere un faro sulle cooperative di tipo B, quelle di inserimento lavorativo», sottolinea il presidente Stefano Granata.

La poesia in lingua dei segni, “un’arte da vivere”
Rime, metafore, onomatopee: la poesia in lingua dei segni ha le stesse figure retoriche del parlato. Ma, non potendo essere trascritta, viene “recitata” e diffusa attraverso video e workshop. Calderone (interprete Lis): “L’aspetto performativo è fondamentale”.

 

Il centro Informare un’h promuove la lettura, l’adozione e l’applicazione di questo importante strumento, ed invita caldamente tutte e tutti a contribuire alla sua divulgazione:
Forum Europeo sulla Disabilità, Secondo Manifesto sui diritti delle Donne e delle Ragazze con Disabilità nell’Unione Europea. Uno strumento per attivisti e politici, adottato a Budapest il 28-29 maggio 2011 dall’Assemblea Generale del Forum Europeo sulla Disabilità (EDF) in seguito ad una proposta del Comitato delle Donne dell’EDF, approvato dalla Lobby Europea delle Donne, revisione realizzata alla luce della Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle Persone con Disabilità, versione in lingua italiana approvata dal Forum Europeo sulla Disabilità, traduzione a cura di Simona Lancioni e Mara Ruele, Peccioli (PI), Informare un’h, 2017, p. 70, in formato pdf.
Esso è disponibile che in versione facile da leggere (qui la presentazione), e nella versione in comunicazione aumentativa alternativa – CAA (qui la presentazione).

Un cordiale saluto e buona lettura
Informare un’h – Centro Gabriele e Lorenzo Giuntinelli, Peccioli (PI)

 

Questa newsletter è un servizio offerto da Informare un’h – Centro Gabriele e Lorenzo Giuntinelli della UILDM sezione di Pisa (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare).

Per richiedere informazioni, inviare segnalazioni, per ricevere o non ricevere più la newsletter scrivi a: info@informareunh.it

Seguici anche su Facebook.

Consulta l’archivio delle nostre newsletter.

 

Da gennaio 2018 il centro Informare un’h inizia una collaborazione con il Coordinamento DiPoi – Durante e dopo di noi (www.dipoi.it), ospitando nella propria newsletter le informazioni e le segnalazioni prodotte dagli enti aderenti al Coordinamento stesso.

Ultimo aggiornamento il 3 Ottobre 2019 da simona