Newsletter del centro Informare un’h, 30 agosto 2018

Cresce la violenza contro le donne, ma i servizi antiviolenza sono ancora inaccessibili
Diminuiscono i reati comuni, ma aumentano quelli contro le donne. Lo dicono i dati diffusi nei giorni scorsi dal Viminale. Eppure i servizi antiviolenza sono ancora largamente inaccessibili alle donne con disabilità, sebbene queste siano esposte a violenza in misura maggiore delle altre donne. I servizi antiviolenza sono rivolti a tutte le donne, e le donne con disabilità, non essendo escluse, possono fruirne: è questa, in estrema sintesi, la spiegazione comunemente addotta da chi gestisce i servizi per spiegare l’attuale assetto organizzativo. Ma è una spiegazione accettabile?

UILDM: ancora disatteso il diritto allo studio degli alunni con disabilità
A pochi giorni dalla riapertura delle scuole, l’Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare segnala criticità e problemi: assistenza carente e barriere architettoniche, specialmente nelle regioni del Sud. L’Associazione fa un appello alle istituzioni e promuove iniziative di supporto su tutto il territorio attraverso le sue 66 Sezioni locali.

Fai il Servizio Civile Volontario alla UILDM!
È stato aperto il bando 2018 con i progetto di Servizio Civile Volontario della l’Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare (UILDM), un’esperienza utile a chi la fa e a chi la riceve. Ecco i dettagli e la documentazione.

Musei, archivi, biblioteche per tutti
“La cultura dell’accessibilità”, “Front-office e accoglienza per tutti”, e “Accessibilità digitale” sono i contenuti delle tre giornate previste nel percorso formativo gratuito denominato “Musei, archivi, biblioteche per tutti”. Un’iniziativa organizzata dalla Regione Toscana, dall’Anci Toscana e dall’AIB Toscana, che si terrà nelle sedi di Firenze, Pontedera e Siena, con date distribuite nel periodo che va dal 12 settembre al 18 ottobre, ed un seminario conclusivo, a Pistoia, il 29 novembre 2018. Destinatari: personale pubblico e privato dei musei regionali, di archivi e biblioteche degli enti locali e di altri enti purché aderenti alle Reti documentarie locali.

“Reddito di libertà”, nessuna attenzione specifica per le donne disabili vittime di violenza
Il Consiglio Regionale della Sardegna ha istituito una misura specifica di sostegno economico per favorire l’autonomia e l’emancipazione delle donne vittime di violenza domestica in condizioni di povertà. La misura in questione si chiama “Reddito di libertà”, ed impegna la beneficiaria a partecipare ad un progetto personalizzato finalizzato all’acquisizione o riacquisizione della propria autonomia e indipendenza personale, sociale ed economica. Nell’accesso alla misura è data priorità alle donne con figli minori o con disabilità. Nessuna attenzione specifica è invece riservata alle donne disabili vittime di violenza, sebbene anch’esse, al pari delle madri, siano caratterizzate da una maggiore vulnerabilità, sebbene la mancanza di attenzione spesso si traduca, per queste donne, in inadeguatezza e inaccessibilità dei servizi antiviolenza, sebbene la presenza della disabilità sia essa stessa causa di impoverimento.

Al via la prima edizione del “Premio città blu”
Si canta, si balla, si gioca e si mangia, ma, soprattutto, si fa solidarietà: parte dal Comune di Capannoli, il prossimo venerdì 31 agosto, con una “Tombolata solidale”, la prima edizione del “Premio città blu”. Una gara di solidarietà che coinvolge cinque comuni toscani in un unico apprezzabile obbiettivo: raccogliere fondi per finanziare importanti progetti per bambini ed adulti affetti da disturbi dello spettro autistico.

“Autismo colpa delle mamme”, bufera su scienziati a Erice
L’autismo dei bambini è “colpa delle mamme”. Una frase che sarebbe stata pronunciata da alcuni scienziati ospiti dei Seminari internazionali di Erice (in provincia di Trapani), ha fatto arrabbiare l’Associazione nazionale genitori soggetti autistici (Angsa Onlus).

“Dopo di noi” a Milano: primi progetti finanziati
Nella Città di Milano, l’attuazione della L. 112/2016 ha avuto avvio con la Deliberazione della Giunta regionale n° X/6674 del 7 giugno 2017 e ha costituito un banco di prova per tutti gli Enti del nostro territorio, richiedendo tavoli di lavoro in prima battuta proprio con Regione e ATS della Città Metropolitana di Milano, per meglio condividerne gli approcci culturali, le modalità di lettura dei bisogni territoriali e i percorsi di programmazione delle risposte.

Rappresentare la disabilità. Nuovi percorsi, oltre il mito e la pietà
Come molte delle categorizzazioni stereotipali con cui il mondo dei media e l’universo della comunicazione ritengono di poter rappresentare ogni singola sfaccettatura della nostra complessa società, anche il tema della disabilità, risulta essere soggetto di descrizioni e narrazioni che concorrono a creare, nell’opinione pubblica, una visione condivisa e un senso, considerati, dai più, accettabili.

Boys in Care, nove storie di uomini che si prendono cura degli altri, per mestiere
Le professioni di cura non sono un territorio solo femminile. E lo dimostrano le storie, le esperienze e le passioni di nove uomini impegnati come educatori, assistenti sociali e psicologi, raccontate nelle video interviste raccolte dall’Istituto degli Innocenti nell’ambito del progetto europeo Boys in Care.

A chi andrà questa volta il premio di città più accessibile?
Dopo Ávila, Salisburgo, Berlino, Göteborg, Borås, Milano, Chester e Lione, chi si aggiudicherà la nona edizione dell’“Access City Award”, iniziativa lanciata nel 2010 dalla Commissione Europea, in partnership con il Forum Europeo sulla Disabilità, allo scopo di dare visibilità e di premiare quelle città che abbiano preso iniziative esemplari, per migliorare l’accessibilità nell’ambiente urbano alle persone con disabilità? L’invio delle candidature è ancora possibile fino al 16 settembre, mentre la premiazione si avrà il 4 dicembre a Bruxelles.

Università impreparate alla disabilità, la denuncia degli studenti
“Per il bagno devo avvisare una settimana prima”. “Io torno a casa”. La legge n.17 del 1999 impone alle università italiane di offrire adeguati servizi, sia per l’accesso fisico alle strutture sia per le normali attività didattiche. Invece ci sono carenze di assistenti personali, di materiale didattico e di banchi, aule e strutture accessibili. Cinque studenti raccontano la loro esperienza diretta a Ilfattoquotidiano.it

Il mutismo selettivo e la “vacanzina” che ha fatto parlare Sara
Armeno è una piccola località di villeggiatura sulle alture del lago d’Orta, nell’alto Piemonte meta di novaresi e milanesi non più giovanissimi. Da qualche anno, a fine agosto, è diventato anche il centro di una particolare Terapia Residenziale, la “vacanzina” per bambini e adolescenti che soffrono di Mutismo Selettivo, disturbo che consiste nell’incapacità di parlare in varie situazioni sociali, mentre il loro linguaggio è fluido e spigliato in famiglia.

Vela, arrampicata e windsurf: sport a misura di Sclerosi multipla
Si è intitolato “Ms and sport activity: wind of Change” l’evento all’Isola d’Elba che ha visto persone con Sclerosi multipla praticare sport all’aria aperta in un progetto che vede insieme Fondazione italiana sclerosi multipla e Università degli Studi di Genova. i partecipanti sono migliorati dopo l’evento di circa il 10% sia in test che valutano la resistenza durante il cammino sia in quelli relativi all’abilità nel compiere gesti di motilità fine delle mani, senza riscontrare un aumento della fatica.

Europei di atletica paralimpica. Cinque medaglie nell’ultima giornata di gare
Due ori, un argento e due bronzi. È questo il bilancio dell’ultima giornata di gare a Berlino. A chiudere in bellezza ci hanno pensato Martina Caironi, Assunta Legnante a cui va l’oro, argento per Monica Contrafatto e bronzo per Simone Manigrasso e alla staffetta universale 4×100 con Oxana Corso, Riccardo Bagaini, Diego Gastaldi e Carlotta Bertoli.

Atletica paralimpica: Giuseppe Campoccio sul tetto d’Europa
L’azzurro ha trionfato ai Campionati Europei di Berlino nel peso di categoria F33. “Gli anni passano ma più invecchio e più divento pregiato. Io sono quello che palesa il risultato ma dietro c’è tutta una organizzazione che deve essere valorizzata e rispettata col sacrificio che ciascuno di noi dà”.

Livelli Essenziali di Assistenza: serve un controllo più puntuale
«La forbice che ancora c’è tra le Regioni è inaccettabile e conferma le profonde disuguaglianze presenti nel nostro Servizio Sanitario Pubblico. Per questo è indispensabile rafforzare il ruolo del Ministero della Salute nell’attività di coordinamento, verifica sostanziale e intervento nei confronti delle Regioni, quando i LEA non sono garantiti»: lo dichiara Tonino Aceti, coordinatore nazionale del Tribunale per i Diritti del Malato di Cittadinanzattiva, commentando i dati ancora provvisori del monitoraggio 2016 dei LEA (Livelli Essenziali di Assistenza), da parte del Ministero della Salute.

Tumori. Arriva in Europa la Car-T, la prima terapia personalizzata contro il cancro
Un anno dopo il via libera negli Stati Uniti, la Commissione Europea ha dato parere favorevole all’immissione in commercio di Tisagenlecleucel di Novartis per leucemia linfoblastica acuta a cellule B e per linfoma diffuso a grandi cellule B e di Axicabtagene Ciloleucel di Gilead per due forme aggressive di linfoma non Hodgkin. Entrambe le strategie terapeutiche prevedono l’utilizzo dei linfociti T del paziente opportunamente ingegnerizzate per riconoscere e combattere il tumore.

Celiachia. Cambiano i tetti di spesa per l’erogazione gratuita dei prodotti
Nuova divisione delle fasce di età, con differenze tra uomini e donne, e con tetti di spesa più alti rispetto al passato per i minori. Scendono invece i limiti di spesa per gli adulti e ancora di più per gli over 60 (dal 20 fino a quasi il 50% in meno). Il decreto pubblicato in Gazzetta Ufficiale.

 

Il centro Informare un’h promuove la lettura, l’adozione e l’applicazione di questo importante strumento, ed invita caldamente tutte e tutti a contribuire alla sua divulgazione:
Forum Europeo sulla Disabilità, Secondo Manifesto sui diritti delle Donne e delle Ragazze con Disabilità nell’Unione Europea. Uno strumento per attivisti e politici, adottato a Budapest il 28-29 maggio 2011 dall’Assemblea Generale del Forum Europeo sulla Disabilità (EDF) in seguito ad una proposta del Comitato delle Donne dell’EDF, approvato dalla Lobby Europea delle Donne, revisione realizzata alla luce della Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle Persone con Disabilità, versione in lingua italiana approvata dal Forum Europeo sulla Disabilità, traduzione a cura di Simona Lancioni e Mara Ruele, Peccioli (PI), Informare un’h, 2017, p. 70, in formato pdf.
Esso è disponibile che in versione facile da leggere (qui la presentazione).

Un cordiale saluto e buona lettura
Informare un’h – Centro Gabriele e Lorenzo Giuntinelli, Peccioli (PI)

Questa newsletter è un servizio offerto da Informare un’h – Centro Gabriele e Lorenzo Giuntinelli della UILDM (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare) sezione di Pisa.
Per richiedere informazioni, inviare segnalazioni, per ricevere o non ricevere più la newsletter scrivi a: info@informareunh.it
Seguici anche su Facebook.

Da gennaio 2018 il centro Informare un’h inizia una collaborazione con il Coordinamento DiPoi – Durante e dopo di noi (www.dipoi.it), ospitando nella propria newsletter le informazioni e le segnalazioni prodotte dagli enti aderenti al Coordinamento stesso.