Newsletter del centro Informare un’h, 5 dicembre 2018

Le donne con disabilità nel Rapporto ufficiale sull’applicazione della Convenzione di Istanbul
Dall’esame del Rapporto ufficiale sull’applicazione delle Convenzione di Istanbul, il primo prodotto dal Governo italiano dall’entrata in vigore della Convenzione, emerge come all’enunciato di principio, che riconosce la discriminazione multipla a cui sono esposte le donne con disabilità vittime di violenza, non faccia seguito un’adeguata declinazione operativa. Manca quell’attenzione competente, scrupolosa ed inclusiva che abbiamo riscontrato nel Rapporto ombra (quello prodotto dalle associazioni di donne). A leggerli in sequenza, i due Rapporti – quello ufficiale e quello ombra –, si ricava la desolante immagine dell’abissale distanza tra le istituzioni e la società civile.

Donne con disabilità, violenze e abusi: basta silenzi!
Martedì 11 dicembre 2018, nella prestigiosa sede del Senato della Repubblica, si terrà l’incontro “Donne con disabilità, violenze e abusi: basta silenzi!”, un evento promosso dalla FISH – Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap. L’incontro è pubblico ma è necessario accreditarsi entro il giorno 7 dicembre.

Federazioni soddisfate dell’incontro col Ministero dell’Istruzione
Il 3 dicembre, Giornata internazionale delle persone con disabilità, il Ministero dell’Istruzione ha tenuto un incontro con le più importanti federazioni operanti nel settore della disabilità per discutere diverse modifiche alla normativa sull’inclusione scolastica. FISH, FAND e FIRST esprimono soddisfazione per le intese raggiunte.

Aumento del fondo, Osservatorio tecnico, Dopo di noi: l’impegno del governo per le disabilità
Il Fondo per la non autosufficienza passerà da 450 milioni a 550 milioni strutturali e il Fondo per il sociale che arriverà a 400 milioni, annuncia il ministro per la Famiglia e le disabilità. Presto al via un Osservatorio tecnico scientifico sulla disabilità.

Persone disabili spesso sole, scarsi aiuti e pochi servizi: focus dell’Osservatorio nazionale salute nelle regioni italiane
Troppo basse rispetto ad altri Paesi Ue le risorse destinate a politiche per la disabilità. Finanziamenti sbilanciati sul fronte pensionistico e scarsi i servizi. E “in futuro la situazione è destinata a peggiorare a causa dell’invecchiamento e della diminuzione delle reti di aiuto”.

Giornata internazionale della disabilità: un europeo su quattro ha avuto problemi di disabilità nel corso dell’anno. Italia in media
Eurostat ha pubblicato i dati 2016 e 2017. Le percentuali più basse di disabilità di lunga durata (sei mesi o più in un anno) sono state segnalate a Malta (12%) e Svezia (13%) e le più alte in Lettonia (41%), Slovenia (36%) e Estonia (35%). L’Italia è subito sotto la meda Ue (24 contro 25%).

Matilde, judoka sordocieca: «è la società che ci rende disabili, non lo siamo noi»
In Italia l’approccio alla disabilità continua ad essere medico-sanitario. Inclusione sociale, autodeterminazione, autonomia, un cambiamento culturale per andare oltre l’handicap e vedere la disabilità come una condizione che può essere superata se supportata da un ambiente favorevole: è questo l’impegno della Lega del Filo d’Oro.

Screening neonatale: emendamento approvato!
Si dichiarano «felicissime» le organizzazioni che si erano appellate al Governo e ai Parlamentari, chiedendo l’approvazione di un emendamento alla Legge di Bilancio, riguardante l’estensione dello screening neonatale a patologie diverse da quelle metaboliche rare. Quell’emendamento è ora stato approvato, «e da oggi – sottolineano le organizzazioni – lo screening neonatale potrà essere esteso a tante altre patologie, come le malattie neuromuscolari genetiche, le immunodeficienze congenite severe e le malattie da accumulo lisosomiale», ciò che viene ritenuto «un’enorme conquista di civiltà».

Undici domande chiave sul “Dopo di Noi” rivolte alle Istituzioni
«La Legge sul “Dopo di Noi” semplifica la vita solo a chi mette a disposizione degli immobili? Si tiene conto di percorsi di autonomia già maturati tra persone con disabilità? Chi assicurerà per tutta la vita futura della persona con disabilità la copertura delle spese?»: da queste e altre tracce di quesiti, Casa al Plurale, Coordinamento di Case Famiglia di Roma e del Lazio, ha elaborato undici domande chiave su tale tema, che sono state discusse e dipanate insieme al Comune di Roma e alla Regione Lazio, nel corso di un incontro pubblico organizzato nella Capitale.

Le 10 cose da fare (e non fare) in presenza di un cane guida per ciechi
Un buon pezzo di Simona Zanella di Blindsight Project per Village for All per conoscere più da vicino i cani guida che accompagnano le persone cieche.

Persone con disabilità che spiegano i quadri in modo accessibile
Ci sono due articoli della Convenzione ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità, quello sull’accessibilità e quello sulla partecipazione alla vita culturale, che in riferimento alle persone con disabilità intellettiva, stanno trovando piena attuazione a Cremona, grazie alla collaborazione tra il Comune e l’ANFFAS locale. Come già accaduto, infatti, anche in un’importante mostra d’arte attualmente in corso, è disponibile una guida in linguaggio facile da leggere e da capire, redatta da un gruppo di persone con disabilità dell’ANFFAS, le stesse che conducono anche alcune visite guidate.

Ecco il manuale per avere negozi accessibili alle persone disabili
Dalla segnaletica al posizionamento dei prodotti in negozio agli spazi interni, ai servizi igienici: le linee guida per esercizi commerciali attenti anche alla clientela disabile.

Agricoltura sociale e Disabilità: un modello di inclusione sociale
Con la promulgazione della L. 141 del 18 agosto 2015, che promuove l’Agricoltura sociale (AS) quale aspetto della multifunzionalità delle imprese agricole, si dà avvio allo sviluppo di interventi e di  servizi sociali, sociosanitari, educativi e di inserimento socio-lavorativo, allo scopo di facilitare l’accesso adeguato e uniforme alle prestazioni essenziali da garantire alle persone, alle famiglie e alle comunità locali in tutto il territorio nazionale e in particolare nelle zone rurali o svantaggiate.

Maratona Telethon: tutto pronto per la ventinovesima edizione
Dal 15 al 22 dicembre si terrà sulle reti Rai la ventinovesima edizione della maratona televisiva di Fondazione Telethon. Domani a Roma la presentazione.

“Tornando a casa”: il Dopo di noi in uno spot delle associazioni
L’iniziativa delle onlus “Oltre lo sguardo” e “Hermes”: uno spot nelle case dei ragazzi con disabilità, che promuova il mantenimento di una condizione di vita che sia il più possibile simile a quella della casa familiare. In una lettera alle associazioni, la richiesta di adesione, perché lo spot possa essere virale.

Raccontare la vita delle persone disabili, al via concorso fotografico
Immagini sul tema ‘Una speciale normalità’. Il concorso è promosso da Istituto Diplomatico Internazionale in collaborazione Federazione Nazionale Sport Paralimpici degli Intellettivo Relazionali. In palio 3.500 euro.

Atassia. Scoperto il difetto cellulare responsabile di una rara malattia neurologica
Un malfunzionamento dei mitocondri, le centrali energetiche delle cellule, causa lo sviluppo della SCA28, una forma ereditaria di atassia. Dopo 10 anni di studi e grazie al sostegno di Fondazione Telethon, la scoperta del team di ricerca guidato dai proff. Alfredo Brusco e Filippo Tempia dell’Università di Torino e NICO.

 

Il centro Informare un’h promuove la lettura, l’adozione e l’applicazione di questo importante strumento, ed invita caldamente tutte e tutti a contribuire alla sua divulgazione:
Forum Europeo sulla Disabilità, Secondo Manifesto sui diritti delle Donne e delle Ragazze con Disabilità nell’Unione Europea. Uno strumento per attivisti e politici, adottato a Budapest il 28-29 maggio 2011 dall’Assemblea Generale del Forum Europeo sulla Disabilità (EDF) in seguito ad una proposta del Comitato delle Donne dell’EDF, approvato dalla Lobby Europea delle Donne, revisione realizzata alla luce della Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle Persone con Disabilità, versione in lingua italiana approvata dal Forum Europeo sulla Disabilità, traduzione a cura di Simona Lancioni e Mara Ruele, Peccioli (PI), Informare un’h, 2017, p. 70, in formato pdf.
Esso è disponibile che in versione facile da leggere (qui la presentazione).

Un cordiale saluto e buona lettura
Informare un’h – Centro Gabriele e Lorenzo Giuntinelli, Peccioli (PI)

 

Questa newsletter è un servizio offerto da Informare un’h – Centro Gabriele e Lorenzo Giuntinelli della UILDM (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare) sezione di Pisa.
Per richiedere informazioni, inviare segnalazioni, per ricevere o non ricevere più la newsletter scrivi a: info@informareunh.it
Seguici anche su Facebook.

Da gennaio 2018 il centro Informare un’h inizia una collaborazione con il Coordinamento DiPoi – Durante e dopo di noi (www.dipoi.it), ospitando nella propria newsletter le informazioni e le segnalazioni prodotte dagli enti aderenti al Coordinamento stesso.