Menu Chiudi

“Por mi”, un’app per donne disabili vittime di violenza

È stata presentata in Spagna una nuova app – “Por mi” (Per me), questo il nome dell’applicazione – pensata per le donne con disabilità vittime di violenza domestica, e finalizzata a sensibilizzarle, informarle ed, eventualmente, indurle alla denuncia. Il dispositivo è dotato anche di alcuni accorgimenti di accessibilità.

 

Un cerchio viola con una scritta bianca: “Por mi”.
Il logo dell’applicazione “Por mi”

Mentre il mondo si accingeva a celebrare l’amore, alla vigilia del giorno di San Valentino, in Spagna, è stata presentata una nuova app – “Por mi” (Per me), questo il nome dell’applicazione – pensata per le donne con disabilità vittime di violenza domestica, e finalizzata a sensibilizzarle, informarle ed, eventualmente, indurle alla denuncia. L’app può essere utilizzata anche da chi, pur non essendo vittima di violenza, desidera informarsi su questo tema. La sua realizzazione è stata promossa dalla Fondazione CERMI Mujeres, un ente senza scopo di lucro il cui scopo principale è quello di favorire le condizioni affinché le donne e le ragazze con disabilità, così come le donne e le madri che assistono persone disabili, possano godere pienamente, ed in condizione di uguaglianza, dei diritti umani e delle libertà fondamentali. “Por mi” raccoglie diverse testimonianze di donne con disabilità che hanno subito violenza da parte di compagni o familiari, e che hanno trovato il coraggio di denunciare i propri aggressori. Gli esempi di violenza forniti hanno lo scopo di rendere la violenza riconoscibile, poiché spesso le vittime di violenza non la percepiscono come tale*. L’applicazione è dotata di alcuni accorgimenti di accessibilità: il formato “lettura facile” la rende fruibile anche da persone con difficoltà di apprendimento, quello in lingua dei segni da parte delle persone sorde che utilizzano questo linguaggio per comunicare. Tra le informazioni fornite ci sono dei numeri telefonici da contattare per avere informazioni o per presentare denunce.

Simona Lancioni
Responsabile del centro Informare un’h di Peccioli (PI)

 

* Sulle forme in cui si può manifestare la violenza nei confronti delle donne con disabilità si veda, solo a titolo esemplificativo, Marta Sousa, Le donne con disabilità e la ruota del potere e del controllo, «Gruppo donne UILDM», 21 novembre 2013.

Per approfondire:

La pagina di Google Play dalla quale si può scaricare l’applicazione “Por mi”.

Il sito della Fondazione CERMI Mujeres.

Il filmato di presentazione dell’applicazione “Por mi” (in lingua spagnola, sottotitolato in lingua spagnola).

Ivano Abbadessa, A San Valentino arriva l’app per donne disabili vittime di violenza, «West – Welfare Società Territorio», 13 febbraio 2017.

 

Sezione del centro Informare un’h dedicata al tema “Donne con disabilità”.

 

 

Data di creazione: 14 febbraio 2017
Ultimo aggiornamento: 15 febbraio 2017

Ultimo aggiornamento: