Sono diventate trecento le stazioni del Circuito Sale Blu

Diventano trecento, alla luce dell’inserimento di venti nuovi scali in dodici Regioni italiane, le stazioni ferroviarie del Circuito Sale Blu, che fornisce assistenza ai viaggiatori con disabilità e a ridotta mobilità. Sono inoltre già trenta le cosiddette stazioni “fast”, per le quali è sufficiente una sola ora di preavviso per la prenotazione del servizio. *

 

Una persona con disabilità in carrozzina davanti alla Sala Blu della Stazione di Trani, in Puglia.

Una persona con disabilità in carrozzina davanti alla Sala Blu della Stazione di Trani, in Puglia.

Diventano trecento, in questi giorni, le stazioni ferroviarie del Circuito Sale Blu, gestito e coordinato dalle quattordici Sale Blu Nazionali di Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane), presenti nelle principali stazioni italiane, per fornire assistenza ai viaggiatori con disabilità e a ridotta mobilità. Lo comunica in una nota l’Ufficio Rapporti con le Associazioni di Ferrovie dello Stato Italiane, alla luce dell’inserimento di venti nuovi scali in dodici Regioni.

«L’ampliamento del circuito di assistenza delle Sale Blu – dichiara a tal proposito Gianfranco Battisti, amministratore delegato e direttore generale delle Ferrovie dello Stato Italiane – ci permetterà di essere ancora più vicini alle persone che ogni giorno viaggiano a bordo dei nostri treni e transitano per le nostre stazioni».

«A questo nostro servizio di fondamentale importanza – aggiunge dal canto suo Maurizio Gentile, amministratore delegato e direttore generale di Rete Ferroviaria Italiana – si affianca il programma di interventi di natura strutturale e tecnologica che stiamo portando avanti nelle nostre stazioni per eliminare le barriere architettoniche e assicurare a tutti i viaggiatori autonomia negli spostamenti».

Alcune altre informazioni e dati: a partire dal 2011, anno di inizio delle attività per conto di RFI, i servizi erogati gratuitamente negli scali ferroviari appartenenti al Circuito delle Sale Blu sono passati da 150.000 a circa 360.000 forniti a fine 2018.

Negli ultimi cinque anni, inoltre, è raddoppiato il numero delle cosiddette stazioni fast, che oggi sono trenta, per le quali è sufficiente una sola ora di preavviso per la prenotazione del servizio.
E ancora, è in corso la fornitura di circa quattrocento nuovi carrelli elevatori per l’assistenza alle persone in carrozzina.

Da segnalare infine che allo scalo ferroviario di Fiumicino Aeroporto, grazie a un accordo di collaborazione sottoscritto con Aeroporti di Roma, i viaggiatori possono richiedere un servizio di assistenza integrato treno/aereo.

 Ecco dunque, nel dettaglio, le nuove stazioni inserite nel Circuito Sale Blu:
° Lombardia: Busto Arsizio e Porto Ceresio.
° Friuli Venezia Giulia: Sacile.
° Liguria: Finale Ligure Marina, Genova Sestri Ponente Aeroporto e Loano.
° Toscana: Montevarchi-Terranuova e Pontedera-Casciana Terme.
° Umbria: Orvieto.
° Abruzzo: Teramo.
° Lazio: Roma Trastevere, Valle Aurelia, Monterotondo-Mentana e Maccarese-Fregene.
° Sardegna: Ozieri-Chilivani.
° Puglia: Bari Torre a Mare.
° Basilicata: Ferrandina-Scalo Matera e Metaponto.
° Campania: Pietrarsa-San Giorgio a Cremano.
° Sicilia: Punta Raisi

A queste vanno poi aggiunte quelle di Trani e Mola di Bari, in Puglia, entrate nel circuito nel mese di dicembre scorso.

Le quattordici Sale Blu, invece, che coordinano e gestiscono gli interventi e sono aperte tutti i giorni (ore 6.45-21.30), sono presenti nelle principali stazioni italiane, ovvero Ancona, Bari Centrale, Bologna Centrale, Firenze Santa Maria Novella, Genova Principe, Messina Centrale, Milano Centrale, Napoli Centrale, Reggio Calabria Centrale, Roma Termini, Torino Porta Nuova, Trieste Centrale, Venezia Santa Lucia e Verona Porta Nuova. (S.B.)

Le persone interessate al servizio possono prenotare inviando un’email a una delle quattordici Sale Blu nazionali, oppure telefonando al numero verde gratuito 800 906060 (da telefono fisso) o al numero nazionale a tariffa ordinaria 02 323232 (da telefono fisso e mobile).
Grazie poi al portale Sala Blu on line, è possibile richiedere assistenza direttamente dal web, con un preavviso minimo di ventiquattr’ore. Maggiori informazioni sui servizi delle Sale Blu sono disponibili nello spazio dedicato del sito di Rete Ferroviaria Italiana.

 

* Il presente testo è già stato pubblicato su Superando.it, il portale promosso dalla FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap), e viene qui ripreso per gentile concessione.

 

Ultimo aggiornamento: 22 gennaio 2019

Pubblicato in News