Menu Chiudi

Toscana, una campagna per promuovere comportamenti sicuri nelle RSA e RSD

È stata lanciata nei giorni scorsi la nuova campagna di comunicazione/formazione della Regione Toscana finalizzata ad affrontare le criticità causate dal Covid-19 ed a promuovere comportamenti sicuri all’interno delle strutture residenziali che ospitano persone anziane e con disabilità. Diversi gli strumenti messi a disposizione, tutti liberamente fruibili online.

 

Un signore con disabilità motoria in una struttura residenziale per persone con disabilita.

Nelle Residenze sanitarie assistenziali (RSA) e nelle Residenze assistenziali per disabili (RSD) della Toscana sono ospitate oltre 12.000 persone e vi lavorano circa 10.000 operatori e operatrici, soggetti che, in questo periodo di pandemia, devono essere adeguatamente tutelati dal rischio contagio. A tal fine la Regione Toscana ha lanciato una specifica campagna di comunicazione/formazione finalizzata ad affrontare le criticità causate dal Covid-19 ed a promuovere comportamenti sicuri all’interno delle strutture residenziali che ospitano persone anziane e con disabilità.

La campagna è stata presentata da Serena Spinelli, assessora regionale al welfare, con queste parole: «Vogliamo promuovere la sicurezza all’interno delle Residenze sanitarie assistenziali e delle Residenze assistenziali per disabili. Il nostro intento è quello di continuare ad investire sulla riduzione dei rischi e tutelare meglio ospiti ed operatori. Migliorare la situazione delle strutture è doveroso e possibile, con l’impegno assiduo da parte di tutti i soggetti coinvolti. La sicurezza, come la qualità, è un processo continuo, fatto spesso di piccoli gesti quotidiani, tanto importanti, quanto difficili da rappresentare, ma che meritano attenzione, riconoscimento e strumenti adeguati» (comunicato pubblicato su «Toscana Notizie», 23 dicembre 2020).

In specifico sono pubblicate le “Linee di indirizzo regionali per la gestione delle strutture residenziali sociosanitarie nel periodo di proroga dello stato di emergenza epidemiologica da Covid 19” (approvate con l’Ordinanza n. 93/2020, e relativo Allegato A contenente le Linee di indirizzo), sono state predisposte diverse schede informative che illustrano i comportamenti sicuri che devono essere tenuti da tutti coloro che a vario titolo frequentano le residenze, è stato realizzato un video tutorial intitolato “Sicurezza in RSA e pandemia Covid-19” (della durata di 9.05 minuti) per fornire indicazioni semplici e pratiche a tutti coloro che lavorano in RSA sui comportamenti sicuri, sia in aree no-Covid, che nel momento della vestizione e svestizione nelle aree Covid. Tutto il materiale è liberamente fruibile dalla sezione tematica sul “Coronavirus” ospitata nel sito della Regione Toscana, al paragrafo “Regole per le strutture sociosanitarie (RSA e RSD)”.

Oltre alla campagna in questione, sono in cantiere ulteriori iniziative, tra le quali: un corso di formazione online sulla sicurezza e la gestione del rischio sanitario in RSA, accessibile da piattaforma regionale gratuitamente per tutti gli operatori e le operatrici delle RSA; la realizzazione, in tutte le strutture dove sarà possibile, di una stanza degli abbracci così da accorciare la distanza fra i/le residenti e i familiari. Nelle strutture nelle quali non sarà possibile predisporre una stanza dedicata saranno la comunicazione tra le persone assistite e i familiari sarà incentivata con iniziative di varia natura. (Simona Lancioni)

 

Vedi anche:

Sezione tematica sul “Coronavirus” ospitata nel sito della Regione Toscana, da cui si accede al paragrafo “Regole per le strutture sociosanitarie (RSA e RSD)”, dove sono pubblicati tutti gli strumenti della campagna di comunicazione/formazione sui comportamenti sicuri da tenere nelle strutture residenziali che ospitano persone anziane e con disabilità.

Toscana, misure per prevenire la diffusione del Covid-19 nelle residenze sociosanitarie, «Informare un’h», 20 ottobre 2020.

 

Ultimo aggiornamento il 5 Gennaio 2021 da simona