Una nuova sezione tematica e un’intervista in tema di violenza sulle donne con disabilità

Un’intervista ad Anna Capaccioli e Cosma Ognissanti, registi di un corto, “AnnaCaregiver: storie di ordinaria violenza”, che affronta il tema della violenza nei confronti delle donne e bambine con disabilità, apre la nuova e specifica sezione tematica in tema di violenza del centro Informare un’h. Una sezione i cui obbiettivi consistono nel fornire alle persone interessate materiale per informarsi sul tema della violenza nei confronti delle donne con disabilità, sollecitare la riflessione su questo fenomeno, e magari anche la voglia di impegnarsi per trovare risposte.

 

In uno sfuocato bosco dai colori autunnali alcune foglie danzano in aria trasportate dal vento.

In uno sfuocato bosco dai colori autunnali alcune foglie danzano in aria trasportate dal vento.

Nei giorni che hanno preceduto e seguito il 25 novembre, data nella quale ricorre la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, il centro Informare un’h ha ricevuto molte richieste di informazioni, dati e documentazione sul tema più specifico della violenza sulle donne con disabilità. Questo ci ha indotto a organizzare il materiale pubblicato dal centro in una sezione tematica apposita, denominata “La violenza nei confronti delle donne con disabilità”. Non si tratta di una semplice raccolta di testi, anche se formalmente potrebbe sembrare così. In realtà la sua creazione esprime la determinazione politica di non permettere che di violenza sulle donne (con o senza disabilità) si parli solo il 25 novembre. La sezione è dedicata ad Oriana Fioccone, insegnante con disabilità, venuta a mancare lo scorso 20 ottobre, per tanti anni attiva nella causa della disabilità al femminile, con la persuasione che custodire la memoria di persone che hanno sposato cause apprezzabili, sia anch’esso un modo per coltivare e divulgare il pensiero non violento.

Nel 2015 avevamo presentato il filmato «Violences du silence» (Violenze del silenzio), realizzato dall’associazione francese Femmes pour le Dire, Femmes pour Agir (FDFA), e tradotto, sottotitolato e audiodescritto in italiano dall’associazione Blindsight Project. La nuova sezione si apre con un’intervista a due persone, una donna ed un uomo, che in qualche modo hanno saputo raccogliere le sollecitazioni suscitate dall’opera francese. Anna Capaccioli (caregiver e assistente domiciliare di base) e Cosma Ognissanti (videomaker) sono infatti registi di un filmato, “AnnaCaregiver: storie di ordinaria violenza”, messo on line il 30 dicembre 2015, che affronta il tema della violenza nei confronti delle donne e bambine con disabilità. Anche loro hanno reso accessibile una versione della propria opera supportandola con l’audiodescrizione e la sottotitolazione (entrambe le versioni sono pubblicate su YouTube), ed alcune delle storie narrate sono tratte proprio dal filmato francese.

Fornire alle persone interessate materiale per informarsi sul tema della violenza nei confronti delle donne con disabilità, sollecitare la riflessione su questo fenomeno, e magari anche la voglia di impegnarsi per trovare risposte, sono gli obiettivi della nuova sezione tematica. Perché conoscere e riflettere è fondamentale, ma iniziare anche a chiedersi “io, riguardo a questo tema, cosa potrei fare?” apre un mare di promettenti possibilità.

Simona Lancioni
Responsabile del centro Informare un’h di Peccioli (PI)

 

Per approfondire:

Sezione del centro Informare un’h dedicata al tema “La violenza nei confronti delle donne con disabilità”.

Anna Capaccioli e Cosma Ognissanti, La violenza contro le donne disabili narrata in un corto, a cura di Simona Lancioni, «Informare un’h», 16 dicembre 2017.

Simona Lancioni, Copriti bene Ori, è arrivato il freddo, «Informare un’h», 21 ottobre 2017.

Sezione del centro Informare un’h dedicata al tema “Donne con disabilità”.

 

Ultimo aggiornamento: 16 dicembre 2017