Menu Chiudi

Welfare: osservare il passato per ripensare il futuro

È questo il titolo dell’incontro online organizzato dalla FISH per analizzare e riflettere, a più voci, sullo stato di salute e le sorti del welfare italiano e delle sue comunità. L’evento, previsto per la mattinata del 26 giugno, terrà in debita considerazione anche l’esperienza maturata in occasione dell’emergenza COVID-19 di questi mesi.

 

Cartello segnaletico con tre frecce che indicano, in inglese, le tre direzioni del passato del futuro e del presente.

Un confronto, quello promosso da FISH – Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap per il prossimo 26 giugno (ore 9.30-13.30), che si trova all’incrocio di convergenti riflessioni e approfondimenti con la comune attenzione per lo stato di salute e le sorti del welfare italiano e delle sue comunità.

Sono analisi condizionate – non potrebbe essere altrimenti – dall’emergenza di questi mesi. Cosa è accaduto alle persone con disabilità durante la Fase 1? Come ha reagito il sistema degli interventi e dei servizi? Quali lezioni abbiamo finora appreso e quali prospettive politiche si possono delineare per il futuro?

L’obiettivo è di tratteggiare, con buona approssimazione ma sulla base di evidenze scientifiche, il perimetro finora consolidato del sistema degli interventi e dei servizi rivolti alle persone con disabilità, con l’esplicito intento di condividere futuribili scenari di politiche e servizi per l’abitare e per l’inclusione sociale, con i loro differenti approcci, soluzioni, risorse, ma anche di porre in evidenza i rischi di segregazione.

Ed è proprio lungo questi tre assi che si articolano i diversi contributi.

Nella prima sessione viene posto al centro della riflessione il sistema dei servizi e degli interventi rivolti alle persone con disabilità.

Elisabetta Notarnicola ed Eleonora Perobelli (Ricercatrici CERGAS – Centro di Ricerche sulla Gestione dell’Assistenza Sanitaria e Sociale dell’Università di Milano “Bocconi”) presentano un’indagine condotta su quattro regioni: qual è il punto di vista delle persone con disabilità e delle loro famiglie sul sistema dei servizi? Una ricerca commissionata da FISH e finanziata da tre grandi Fondazioni (Fondazione Cariplo, Fondazione Compagnia di San Paolo e Fondazione con il Sud).

Da un’altra prospettiva parte il secondo intervento, quello proposto da Ciro Tarantino (Università della Calabria, Direttore Atypicalab for Cultural Disability Studies) che si interroga su rischi e opportunità dei servizi residenziali rivolti alle persone con disabilità e non autosufficienza.

La riflessione di Tarantino è ripresa con maggiore dettaglio nella seconda sessione dedicata specificamente agli impatti della pandemia da COVID-19 sui servizi residenziali rivolti agli anziani e alle persone con disabilità con l’intervento di Gilda Losito (Responsabile Unità organizzativa “Privazione della libertà e salute” dell’Ufficio del Garante nazionale dei diritti delle persone detenute o private della libertà personale).

E ancora con una intervista doppia, tenuta da Cristiano Gori (Direttore Lombardia Sociale) a Giovanni Merlo (Direttore Ledha) e Valeria Negrini (Presidente di Confcooperative Federsolidarietà Lombardia). Tema caldo quello dell’intervista perché è incentrato sul modello di welfare lombardo e gli impatti del COVID 19 sulle RSA e RSD.

L’ultima sessione è dedicata invece alle soluzioni possibili e alle politiche inclusive con un intervento sui sostegni e sui servizi per l’abitare affidato a Carlo Giacobini (Direttore di Handylex.org) e una relazione di Giuseppe Recinto (Consigliere del Presidente del Consiglio dei Ministri in tema di disabilità).

Al presidente FISH, Vincenzo Falabella, è affidato il delicato incarico di ricomporre in una sintesi congruente gli interventi senza dubbio densi di contenuti.

L’evento è aperto a tutti ed è gratuito. Verrà garantito il servizio di sottotitolazione.

Per partecipare è sufficiente collegarsi dalle ore 9.30 al seguente link:

https://us02web.zoom.us/meeting/register/tZMlc-yoqzwoHdKuhA3bhjahzhvIhQZvv9FI

 

L’evento è organizzato con il supporto tecnico di FPA Srl

Fonte: comunicato stampa FISH

 

Per approfondire:

Scarica il programma dell’evento (pdf)

 

FISH – Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap

 

Ultimo aggiornamento: