Menu Chiudi

Newsletter del centro Informare un’h, 20 agosto 2020

Toscana, primi risultati della protesta per la Vita Indipendente delle persone con disabilità
Firenze. In seguito al protrarsi per quasi due settimane del presidio di protesta da parte delle persone con disabilità e delle loro associazioni, e all’occupazione continuativa per nove giorni e otto notti della sede della presidenza della Regione Toscana da parte dell’attivista Luigi Gariano, la Giunta Regionale ha stabilito, con propria Delibera, che il fondo regionale annuale di 9 milioni per i progetti di Vita Indipendente delle persone con grave disabilità sarà incrementato di ulteriori 2,5 milioni di euro. La somma servirà a smaltire una lista di quasi 300 persone con disabilità in attesa di vedere finanziato il proprio progetto di assistenza personale autogestita.

La nuova campagna di D.i.Re sulle discriminazioni multiple delle donne con disabilità
All’interno della più ampia iniziativa denominata “Violenza sulle donne. In che Stato siamo?”, D.i.Re – Donne in rete contro la violenza ha lanciato una nuova campagna di sensibilizzazione centrata sul tema “donne con disabilità e discriminazioni multiple”. La campagna è rivolta alla popolazione e alle istruzioni e si protrarrà sino all’8 marzo 2021.

Anche le donne con disabilità hanno il diritto di poter fare pipì quando escono di casa
Che esistano orinatoi portatili per uomini (i cosiddetti pappagalli) è abbastanza risaputo, meno noto, anche alle donne che si spostano in sedia a rotelle, è che ne siano state sviluppate anche versioni adatte alle donne. Su facebook Valentina Tomirotti, giornalista pubblicista, blogger e attivista dei diritti delle persone con disabilità, ne ha segnalato l’esistenza. Può sembrare una notizia banale, invece è molto importante, come lo è qualsiasi cosa possa contribuire ad accrescere l’autonomia delle persone.

Il mito romantico della cura ed il senso del limite smarrito
Un vecchio romanzo dello scrittore ungherese Sándor Márai offre lo spunto per riflettere sulla relazione che intercorre tra il/la caregiver e la persona con disabilità, per indagarne alcune ambiguità, sino a coglierne alcuni risvolti oscuri.

Incremento della pensione: ne ho diritto? e quanto mi spetta?
Il combinato della sentenza della Corte Costituzionale 152/2020 e del decreto legge “agosto” produce una serie di effetti per gli invalidi, i ciechi e i sordi aprendo alcune possibilità di incremento delle loro pensioni. Essendo complesso orientarsi correttamente HandyLex.org ha predisposto un semplice script che con pochi click fornisce una prima risposta.

Scuola: i diritti di 284 mila alunni disabili si possono ignorare?
Oggi solo un istituto su 3 è accessibile a chi ha una disabilità motoria: mancano gli ascensori, mancano le rampe e mancano i bagni a norma. Alle elementari e alle medie, sottolinea l’Istat, le disabilità più frequenti sono invece quelle intellettive, per le quali serve personale altamente competente, che però non c’è. Il 36% degli insegnati di sostegno non è specializzato per prendersi cura di questi alunni, in palese contrasto con quanto previsto dalla 104 e ribadito dalla legge 107/2015.

Ritorno a scuola, (solo) per alunni disabili indagine sierologica. “È discriminazione”
La regione Lazio sta inviando ai genitori di studenti con disabilità una lettera con l’invito a sottoporre i figli all’esame, prima del rientro in classe. Oltre lo sguardo onlus: “Perché stigmatizzare gli studenti certificati con disabilità rispetto a ogni altro studente? Grave forma di discriminazione successiva al già brutto periodo passato dagli studenti con disabilità con il lockdown”.

Firenze, una quercia in memoria dei disabili vittime del Covid
A Diacceto, nel parco secolare che circonda il centro riabilitativo della Fondazione Oda, è stata piantata una quercia in memoria dei ragazzi disabili che nei mesi scorsi hanno perso la vita a causa della pandemia.

Una vita indipendente, oltre la malattia: la sfida di Stefano, Riccardo, Marta e gli altri
Per chi ha una disabilità scegliere di vivere in base ai propri bisogni e desideri, al pari degli altri cittadini, è un diritto sancito dalle norme in vigore. Più risorse col Decreto Rilancio per i progetti di vita indipendente, ma la possibilità di attivarli varia a seconda del luogo di residenza.

Disabilità. Indi mates, quando l’indipendenza passa (anche) da un blog
Elena e Margherita sono due coinquiline e hanno deciso di lanciare un blog per raccontare la loro quotidianità. Elena è in sedia a ruote, Margherita le dà una mano la sera a mettersi a letto e la mattina ad alzarsi: “La nostra convivenza è nata come progetto di scambio, ma è diventata molto di più: siamo amiche”.

Dolomiti per tutti, anche in carrozzina: ecco l’estate di Aism
La proposta arriva dalla sezione di Venezia e dal gruppo operativo di Martellago: fino al 30 agosto vacanze settimanali con escursioni giornaliere accompagnate: dalla Marmolada al Pordoi, dal Falzarego al lago di Alleghe. “Possiamo convivere con la sclerosi multipla come con il coronavirus, restando sempre persone libere”.

Un camper (accessibile) per superare le barriere. La storia di Claudio e Cristina
Campeggiatori da sempre, prima di diventare genitori viaggiavano con moto e tenda, poi sono passati al camper. Anche ora che Cristina non può più muoversi, a causa di una patologia rara, “questa è l’unica vacanza che la rende felice”. E quest’anno, con l’adeguamento del mezzo, sarà tutto più facile.

Il cammino di Camilla, a occhi chiusi sulla Via degli Dei
Camilla è una giovane non vedente con la passione per lo sport e i viaggi. Pochi giorni fa ha percorso la strada che, attraverso l’Appennino, unisce Emilia e Toscana: “È stata tosta, ma ne è valsa la pena: il cammino ti insegna tanto, impari ad assaporare rumori, profumi, sapori inattesi. E la soddisfazione provata all’arrivo è impagabile”.

Ausili per disabili. Confindustria DM: “Gli iter di fornitura non garantiscono personalizzazione e tempistiche celeri”
L’appello del Presidente dell’Associazione Ausili: “La nuova Commissione Lea ascolti le nostre proposte. In Italia oltre 3 milioni di disabili gravi che hanno bisogno di ausili personalizzati”.

 

Il centro Informare un’h promuove la lettura, l’adozione e l’applicazione di questo importante strumento, ed invita caldamente tutte e tutti a contribuire alla sua divulgazione:
Forum Europeo sulla Disabilità, Secondo Manifesto sui diritti delle Donne e delle Ragazze con Disabilità nell’Unione Europea. Uno strumento per attivisti e politici, adottato a Budapest il 28-29 maggio 2011 dall’Assemblea Generale del Forum Europeo sulla Disabilità (EDF) in seguito ad una proposta del Comitato delle Donne dell’EDF, approvato dalla Lobby Europea delle Donne, revisione realizzata alla luce della Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle Persone con Disabilità, versione in lingua italiana approvata dal Forum Europeo sulla Disabilità, traduzione a cura di Simona Lancioni e Mara Ruele, Peccioli (PI), Informare un’h, 2017, p. 70, in formato pdf.
Esso è disponibile che in versione facile da leggere (qui la presentazione), e nella versione in comunicazione aumentativa alternativa – CAA (qui la presentazione).

Un cordiale saluto e buona lettura
Informare un’h – Centro Gabriele e Lorenzo Giuntinelli, Peccioli (PI)

 

Questa newsletter è un servizio offerto da Informare un’h – Centro Gabriele e Lorenzo Giuntinelli della UILDM sezione di Pisa (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare).

Per richiedere informazioni, inviare segnalazioni, per ricevere o non ricevere più la newsletter scrivi a: info@informareunh.it

Seguici anche su Facebook.

Consulta l’archivio delle nostre newsletter.

 

Da gennaio 2018 il centro Informare un’h inizia una collaborazione con il Coordinamento DiPoi – Durante e dopo di noi (www.dipoi.it), ospitando nella propria newsletter le informazioni e le segnalazioni prodotte dagli enti aderenti al Coordinamento stesso.

 

Ultimo aggiornamento: