Menu Chiudi

Newsletter del centro Informare un’h, 27 febbraio 2020

Dopo di noi, inaugurato a Marciana l’appartamento “Abitate sicuro”
Nei giorni scorsi, a Marciana, una frazione del comune di Cascina, in provincia di Pisa, è stato inaugurato “Abitare sicuro“, un appartamento per la coabitazione assistita che può ospitare sino a tre persone con disabilità. Gestito dalla Cooperativa Paim, il progetto si colloca nell’ambito di un complesso di interventi di “Co-living” promosso dalla SdS Pisana (Società della Salute) in attuazione della legge sul “Dopo di Noi” da parte della Regione Toscana.

Coronavirus e persone con disabilità: misure straordinarie
Il 24 febbraio, a seguito di un confronto tra le federazioni FAND (Federazione tra le Associazioni Nazionali delle Persone con Disabilità) e FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap) e l’Ufficio per le politiche in favore delle persone con disabilità, il Capo Ufficio Antonio Caponetto ha emanato una nota indirizzata al Capo del Dipartimento per la Protezione Civile e all’Ufficio di Gabinetto del Ministro della Salute per segnalare che le misure straordinarie adottate dal Governo per fronteggiare il rischio della diffusione del Coronavirus potrebbero avere un impatto sulle persone con disabilità e per minimizzare l’insorgere di ulteriori problematiche per le situazioni di fragilità. Un comunicato FISH evidenzia i passaggi rilevanti della nota in questione.

L’Associazione Verba e quell’anima attenta al genere
Contrastare la discriminazione multipla che riguarda le donne con disabilità è «una delle anime» che ispira l’agire dell’Associazione Verba di Torino. Verba gestisce, in collaborazione l’ASL Città di Torino – Consultori Familiari, l’ambulatorio Il Fior di Loto creato per garantire l’accesso alle prestazioni ginecologiche alle donne con disabilità anche grave; attraverso il progetto Ben-Essere propone percorsi per prendersi cura di sé stessi e cercare il proprio stile di rappresentazione; offre un servizio antiviolenza rivolto sia a donne che a uomini con disabilità; gestisce o collabora anche ad altri progetti nei quali la questione di genere potrebbe non essere preminente, ma è difficile che, anche in relazione ad essi, uno sguardo allenato non sappia coglierla qualora si ponga. Per conoscerla meglio, abbiamo preso contatto con l’Associazione, e abbiamo rivolto qualche domanda.

Quel che chiedono i caregiver familiari italiani
L’Associazione Genitori Tosti in Tutti i Posti ha reso pubblico il rapporto relativo a quasi 1.500 risposte giunte al proprio questionario, tuttora aperto, rivolto ai caregiver familiari che giorno dopo giorno si prendono cura di una persona cara in condizioni di non autosufficienza, assicurandole una vita dignitosa. L’obiettivo è quello di offrire al Legislatore una prospettiva sulle molteplici sfaccettature che rappresentano la complessa vita dei caregiver, tentando di arrivare finalmente a una buona norma sul settore, che superi le criticità del Disegno di Legge attualmente in discussione.

Prima i Diritti, poi il Bilancio: un altro provvedimento che parla chiaro
«È la garanzia dei diritti incomprimibili ad incidere sul bilancio e non l’equilibrio di questo a condizionarne la doverosa erogazione»: lo ha stabilito una recente Ordinanza prodotta dal Tribunale di Catania, riconoscendo la condotta discriminatoria nei confronti di un alunno con disabilità posta in essere dall’Ente Locale che aveva inizialmente omesso l’assegnazione di un assistente per l’autonomia e la comunicazione per 24 ore settimanali, come previsto dal PEI (Piano Educativo Individualizzato) e che successivamente aveva assegnato l’assistenza specialistica per sole 6 ore alla settimana.

I piccoli eroi della Lega del Filo d’Oro? Uno su due ha una malattia rara
Giulia ha 6 anni e la sindrome di Charge, Riccardo due anni e mezzo e la sindrome di Pelizaeus-Merzbache, che colpisce una ventina di persone in tutta Italia. Con la campagna #EroiOgniGiorno fino al 29 marzo con una chiamata da rete fissa o un sms al numero solidale 45514 si contribuirà a realizzare le aule per le attività educative del nuovo Centro Nazionale di Osimo: per far fiorire tutte le potenzialità di questi bambini.

Le nuove Linee Guida per l’accessibilità di siti e app degli Enti Pubblici
Un altro passo è stato fatto nell’iter italiano per il recepimento della Direttiva Comunitaria del 2016, riguardante l’accessibilità dei siti web e delle applicazioni mobili degli Enti Pubblici. È del 9 gennaio scorso, infatti, la pubblicazione da parte dell’AGID (Agenzia per l’Italia Digitale) delle “Linee Guida sull’accessibilità degli strumenti informatici”, contenenti indicazioni rivolte alle Amministrazioni, con l’obiettivo di migliorare l’accessibilità degli strumenti informatici, compresi appunto i siti web e le applicazioni mobili. Vediamo tutte le novità nel dettaglio.

SemaForAll: un semaforo intelligente, anche per non vedenti
L’idea di un gruppo di studenti toscani arriva alle finali interregionali di una gara di scienza e robotica.

Sordità, si chiude la terza Conferenza nazionale
Organizzate dall’Ente nazionale Sordi, le tre giornate di Napoli hanno fornito, a dieci anni di distanza dall’ultima edizione di Verona, un quadro scientifico aggiornato sulla sordità dal punto di vista medico, riabilitativo, didattico, sociale e assistenziale. Con uno sguardo al futuro.

Perché un Manifesto per la Voce delle persone con disabilità?     
Un vero e proprio manifesto, elaborato con un percorso partecipato all’interno di Ledha, presentato in occasione del Convegno per il quarantennale dell’Associazione di Promozione Sociale che raggruppa 180 organizzazioni di persone con disabilità e familiari della Lombardia e rappresenta la Fish a livello regionale.

Un secolo accanto a chi non vede: nella Giornata del Braille, Uici compie 100 anni
A partire dal 21 febbraio, una serie di iniziative e appuntamenti in tutta Italia: 17 città coinvolte con spettacoli teatrali, performance artistiche, eventi sportivi, esperienze sensoriali, attività di prevenzione, dimostrazioni con cani guida e tanto altro. Per raccontare le battaglie vinte e le sfide future.

Dove i lavoratori con disabilità guadagnano un Plus
Formazione individuale e inserimento professionale: il progetto nazionale dell’Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare fa scuola. «Ritagliamo un percorso su misura per tutti i partecipanti. Li aiutiamo a scrivere un cv e cerchiamo insieme il luogo di lavoro più adatto. Li supportiamo poi nell’inserimento aziendale, attraverso una formazione pratica della durata di 30 ore», spiega il presidente Uildm Marco Rasconi.

Ospedali e disabilità, 15 reparti “Dama”: primo incontro nazionale
Si è svolto a Milano, presso l’ospedale San Paolo, il primo raduno nazionale delle strutture ospedaliere dedicate all’accoglienza e alla cura dei pazienti con disabilità: 50 rappresentanti di 15 reparti, su tutto il territorio nazionale.

Malattie rare. Mosca (Società Neonatologia): “Aumentare livelli sicurezza sociale per le famiglie”
Il termine certo per l’aggiornamento degli screening neonatali e l’aumento dei finanziamenti stabiliti con il Milleproroghe sono un passo avanti fondamentale nella diagnosi e cura delle malattie rare, ma rimane la differenza nei livelli di assistenza tra Nord e Sud. Per i neonatologi prioritario migliorare la diagnosi per garantire cure ed assistenza adeguate per tutti.

 

Il centro Informare un’h promuove la lettura, l’adozione e l’applicazione di questo importante strumento, ed invita caldamente tutte e tutti a contribuire alla sua divulgazione:
Forum Europeo sulla Disabilità, Secondo Manifesto sui diritti delle Donne e delle Ragazze con Disabilità nell’Unione Europea. Uno strumento per attivisti e politici, adottato a Budapest il 28-29 maggio 2011 dall’Assemblea Generale del Forum Europeo sulla Disabilità (EDF) in seguito ad una proposta del Comitato delle Donne dell’EDF, approvato dalla Lobby Europea delle Donne, revisione realizzata alla luce della Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle Persone con Disabilità, versione in lingua italiana approvata dal Forum Europeo sulla Disabilità, traduzione a cura di Simona Lancioni e Mara Ruele, Peccioli (PI), Informare un’h, 2017, p. 70, in formato pdf.
Esso è disponibile che in versione facile da leggere (qui la presentazione), e nella versione in comunicazione aumentativa alternativa – CAA (qui la presentazione).

Un cordiale saluto e buona lettura
Informare un’h – Centro Gabriele e Lorenzo Giuntinelli, Peccioli (PI)

 

Questa newsletter è un servizio offerto da Informare un’h – Centro Gabriele e Lorenzo Giuntinelli della UILDM sezione di Pisa (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare).

Per richiedere informazioni, inviare segnalazioni, per ricevere o non ricevere più la newsletter scrivi a: info@informareunh.it

Seguici anche su Facebook.

Consulta l’archivio delle nostre newsletter.

 

Da gennaio 2018 il centro Informare un’h inizia una collaborazione con il Coordinamento DiPoi – Durante e dopo di noi (www.dipoi.it), ospitando nella propria newsletter le informazioni e le segnalazioni prodotte dagli enti aderenti al Coordinamento stesso.

Ultimo aggiornamento: