Menu Chiudi

Newsletter del centro Informare un’h, 25 novembre 2020

Donne con disabilità: contrastare discriminazioni e violenze con la buona informazione
Sensibilizzare e informare sono le prime azioni da mettere in campo per contrastare discriminazioni e violenze. In questa prospettiva, e per celebrare la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, anche il centro Informare un’h ha voluto fare la propria parte aggiornando, o producendo ex novo, materiali documentari su queste tematiche.

“Contatta come vuoi il 1522!” Questo dovrebbe essere il messaggio da dare ovunque
Nonostante le incredibili possibilità offerte oggi dalla comunicazione multicanale e accessibile, continuiamo a leggere su manifesti e in campagne, come sulle Panchine Rosse sparse in tutta Italia: “Chiama il 1522”. In concreto la chiamata telefonica è solo una delle modalità di accesso al servizio 1522, perché sono attive anche una chat ed un’applicazione, che sarebbero più adeguate e comode per molte donne che non possono o non vogliono utilizzare il telefono, ad esempio perché sorde, perché afasiche, perché sono straniere, perché hanno problemi di pronuncia, o, più semplicemente, per mancanza di privacy.

Diventerai diamante, storie e ritratti di quaranta donne con disabilità
Si intitola “Diventerai diamante: racconti fotografici di donne, disabilità e diritti”, il nuovo progetto editoriale fotografico ideato da Sergio Santinelli, di Muggito Creativo, e PoT Agency. Scopo della pubblicazione è quello di raccontare e mostrare le storie ed i ritratti di quaranta donne con disabilità diverse. Per finanziarne la stampa il prossimo 3 dicembre verrà lanciata una raccolta fondi. Una parte del ricavato sarà devoluta alla UILDM (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare).

Nuove strategie per la presa in carico di donne con disabilità vittime di violenza
Si terrà il prossimo 3 dicembre, in occasione della Giornata Internazionale delle persone con disabilità, l’interessante tavola rotonda online dal titolo “Nuove strategie per l’emersione e la presa in carico di donne con disabilità vittime di violenza”. L’evento è organizzato dallo Sportello CHIAMA chiAMA, il recente servizio antiviolenza con specifica attenzione alle donne con disabilità diverse gestito congiuntamente dall’Associazione MondoDonna onlus e dall’AIAS di Bologna.

Superare la violenza. Gestione responsabile del conflitto e riduzione del danno
Si svolgerà il prossimo giovedì 26 novembre, e durerà un’intera giornata, l’importante convegno online organizzato dal Comitato per le Pari Opportunità dell’Università di Genova dal titolo “Superare la violenza. Gestione responsabile del conflitto e riduzione del danno”, all’interno del quale, com’è giusto che sia, è previsto anche uno spazio per trattare il tema della violenza nei confronti delle donne con disabilità.

La percezione dei giovani sulla disabilità, un’indagine nelle scuole superiori di Prato
Sono più di mille gli studenti e le studentesse delle scuole superiori della provincia di Prato che hanno preso parte alla ricerca denominata “La percezione dei giovani sulla disabilità. Un’indagine nelle scuole superiori di Prato”. Realizzata dall’associazione di volontariato Amici della CUI e dalla Cooperativa CUI di Prato (Cooperativa Unitaria Invalidi), l’indagine ha rilevato il ruolo chiave svolto dall’istituzione scolastica nell’orientare e influenzare i giudizi degli intervistati in tema di disabilità, sia per la conoscenza del fenomeno, sia riguardo al tema dell’accessibilità, sia, infine, riguardo ai servizi dedicati. I risultati dell’indagine sono stati pubblicati dal CESVOT in un omonimo volume scaricabile gratuitamente dal sito dell’editore.

La Consulta di Massa Carrara denuncia l’isolamento delle persone disabili
Nella seconda fase della pandemia di Covid-19 le persone con disabilità e le loro famiglie stanno sperimentando la stessa solitudine e le stesse difficoltà di accesso alle cure sanitarie riscontrate nella prima fase della pandemia. Lo denuncia ai media locali Pier Angelo Tozzi, presidente della Consulta Provinciale delle Persone con Disabilità di Massa Carrara, che, contestualmente, sollecita un chiarimento da parte della Regione Toscana.

Evitare una generazione perduta a causa del Covid
Sono decisamente inquietanti e devono far riflettere, anche pensando che i minori con disabilità sono sempre “i più vulnerabili tra i vulnerabili” in ogni Paese del mondo, i dati prodotti da un rapporto dell’UNICEF, presentato alla vigilia della Giornata Mondiale dell’Infanzia e dell’Adolescenza del 20 novembre scorso, secondo il quale più persisterà la crisi causata dalla pandemia, più profondo sarà il suo impatto sull’istruzione, la salute, la nutrizione e il benessere di bambini e bambine, mettendo a rischio il futuro di un’intera generazione.

Dialoghi intorno e dentro la violenza sulle donne con disabilità
Si parla ancora troppo poco e male delle violenze e delle discriminazioni nei confronti di donne e ragazze con disabilità, persone vittime di una discriminazione multipla, da una parte di genere, dall’altra legata alla disabilità. Un interessante appuntamento su tale tema sarà la tavola rotonda in streaming “Disviolenza. Dialoghi intorno e dentro la violenza sulle donne con disabilità”, promossa per il 26 novembre su un’idea di Anna Maria Gioria, sostenuta da “InVisibili”, blog del «Corriere della Sera.it», in collaborazione con Cinemanchìo-+Cultura Accessibile e con il patrocinio della FISH.

Donne disabili e violenza: il racconto delle vittime
Sono 235 in tutto le donne con disabilità che hanno ricevuto un supporto materiale, psicologico e legale negli ultimi sei anni dall’associazione Differenza donna. Ma dietro i numeri ci sono delle donne in carne e ossa e le loro storie.

Alla scoperta dei 12 sensi con Felice Tagliaferri e Davide Ratti
Sarà una vecchia stazione in disuso da 25 anni ad ospitare il primo Corso di formazione in Specialistica Sensoriale organizzato dallo scultore cieco Felice Tagliaferri e da Flavia Rossignoli, arte terapeuta del centro AetherArtes. Un luogo simbolico e resiliente. Un luogo dove i «sensi hanno senso e riacquistano senso», come dice Tagliaferri. Abbastanza articolato da farti chiedere quanto tu abbia sacrificato i tuoi sensi all’altare del dio della vista. «Oggi mio figlio è tornato da scuola con un voto eccellente – chiosa Felice – gli avevano chiesto di descrivere il suo zaino e lui l’ha perfino assaggiato».

Che succede a questi esseri umani se muoiono i genitori che se ne prendono cura?
È la drammatica domanda posta da un medico greco, nel raccontare l’arrivo al Pronto Soccorso di un uomo adulto con autismo e un grave ritardo mentale e motorio, trovatosi solo nella vita, con una diagnosi di Covid, dopo la perdita della madre sempre a causa del virus. «È il peggior incubo – scrivono dal Comitato Uniti per l’Autismo – che incombe su di noi genitori di autistici gravi e che la pandemia ha intensificato ancora di più. Per questo abbiamo scritto al Presidente del Consiglio, chiedendo un piano operativo per la disabilità grave e intellettiva che prevenga simili tragici episodi».

Stefano, la quarantena a vita dell’essere caregiver. Lo sguardo (senza filtro) di Laura
Cosa significa prendersi cura del partner con disabilità. E cosa significa, per una persona con disabilità, sentire la fatica di chi gli sta accanto. “Il vero carcerato non sono io con la malattia, è lui. Mi decido dopo molto a scrivere di Stefano perché è un tema lacerante”.

Fondo non autosufficienza, “ma quale aumento?”. Lettera a Conte
Il Comitato 16 Novembre rivolge un appello al premier: “Nella bozza di Bilancio non vediamo incrementi significativi del fondo, fermo a 570 milioni di euro. Si porti ad almeno 1 miliardo, con le risorse del Recovery Fund. Oggi si parla di cure domiciliari per il Covid: noi siamo abituali fruitori, ma senza sostegno. Servono mille euro al mese per l’assistenza”.

“PSICOdizioRADIO”: il dizionario per parlare (in modo corretto) di salute mentale
Al via una nuova serie di podcast: con l’aiuto dei redattori di Psicoradio proviamo a diffondere maggiore consapevolezza sulle parole che riguardano la salute mentale. Brevi pillole da ascoltare, con un dizionario dalla A alla Z sul disagio psichico.

Legge di Bilancio: 25.000 assunzioni in più ma tra gli obiettivi futuri la riduzione del numero docenti di sostegno
La legge di bilancio 2021, tra le disposizioni in materia di personale scolastico, pone l’accento sul problema annoso dell’eccessivo numero dei docenti di sostegno. Al 2019 risultano esserci in Italia un totale di 245.723 alunni con disabilità, per 165.970 posti di sostegno. L’obiettivo è la riduzione di quest’ultimi. Cambiano i parametri che caratterizzano l’entità della disabilità.

Lo zio ha la sindrome di down, il nipote asintomatico si fa ricoverare con lui: “Era mio dovere”
Lo zio 50enne del ragazzo era stato ricoverato in condizioni serie a seguito di un’infezione da Covid-19.

Sma. Aifa approva il programma di accesso anticipato per Zolgensma
Si tratta della prima terapia genica per l’atrofia muscolare spinale, di Novartis Gene Therapies – nell’elenco dei medicinali erogabili a totale carico del Servizio Sanitario Nazionale, ai sensi della legge del 23 dicembre 1996, n. 648, per il trattamento entro i primi sei mesi di vita di pazienti con diagnosi genetica (mutazione bi-allelica nel gene SMN1 e fino a 2 copie del gene SMN2) o diagnosi clinica di Atrofia Muscolare Spinale di tipo 1.

 

Il centro Informare un’h promuove la lettura, l’adozione e l’applicazione di questo importante strumento, ed invita caldamente tutte e tutti a contribuire alla sua divulgazione:
Forum Europeo sulla Disabilità, Secondo Manifesto sui diritti delle Donne e delle Ragazze con Disabilità nell’Unione Europea. Uno strumento per attivisti e politici, adottato a Budapest il 28-29 maggio 2011 dall’Assemblea Generale del Forum Europeo sulla Disabilità (EDF) in seguito ad una proposta del Comitato delle Donne dell’EDF, approvato dalla Lobby Europea delle Donne, revisione realizzata alla luce della Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle Persone con Disabilità, versione in lingua italiana approvata dal Forum Europeo sulla Disabilità, traduzione a cura di Simona Lancioni e Mara Ruele, Peccioli (PI), Informare un’h, 2017, p. 70, in formato pdf.
Esso è disponibile che in versione facile da leggere (qui la presentazione), e nella versione in comunicazione aumentativa alternativa – CAA (qui la presentazione).

Un cordiale saluto e buona lettura
Informare un’h – Centro Gabriele e Lorenzo Giuntinelli, Peccioli (PI)

 

Questa newsletter è un servizio offerto da Informare un’h – Centro Gabriele e Lorenzo Giuntinelli della UILDM sezione di Pisa (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare).
Per richiedere informazioni, inviare segnalazioni, per ricevere o non ricevere più la newsletter scrivi a: info@informareunh.it
Seguici anche su Facebook.
Consulta l’archivio delle nostre newsletter.

 

Da gennaio 2018 il centro Informare un’h inizia una collaborazione con il Coordinamento DiPoi – Durante e dopo di noi (www.dipoi.it), ospitando nella propria newsletter le informazioni e le segnalazioni prodotte dagli enti aderenti al Coordinamento stesso.

 

Ultimo aggiornamento il 2 Dicembre 2020 da simona