Menu Chiudi

Newsletter del centro Informare un’h, 17 settembre 2020

Parte “Indipendenza e autonomia – InAut”, un progetto rivolto alle persone con disabilità
C’è tempo fino al 14 ottobre 2020 per presentare domanda di partecipazione a “Indipendenza e autonomia – InAut” un progetto che finanzia interventi in materia di vita indipendente delle persone con disabilità dell’Alta Val di Cecina e Valdera. Lo scorso 15 settembre la Società della Salute pertinente ha pubblicato l’avviso pubblico e la relativa modulistica.

Perché si voterà al referendum: lo si spiega in linguaggio facile da leggere
Realizzato dall’ANFFAS di Udine e testato dalle persone afferenti a tale Associazione, è disponibile un documento in linguaggio facile da leggere, che spiega che cos’è il referendum costituzionale del 20 e 21 settembre, il motivo per cui si andrà a votare e le modalità di voto. «Il tutto – come viene spiegato – per supportare in maniera concreta le persone con disabilità intellettive e disturbi del neurosviluppo ad esercitare il loro diritto di voto e di farlo al pari degli altri cittadini, nel rispetto della Convenzione ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità».

Una decisione “storica” della Corte di Strasburgo sul diritto allo studio
Non è certo un’esagerazione definire come “storica” la decisione assunta il 10 settembre dalla Corte Europea dei Diritti dell’Uomo di Strasburgo, che per la prima volta, a quanto consta, ha condannato l’Italia per la violazione del diritto allo studio di uno studente con disabilità, basandosi sulla Convenzione Europea dei Diritti dell’Uomo. Questa importante Sentenza segna una tappa decisiva verso il rafforzamento dei diritti delle persone con disabilità nello scenario europeo ed internazionale.

Libri di testo in Braille per gli alunni e le alunne cieche della Toscana
Grazie alla Stamperia Braille regionale, gli alunni e le alunne cieche della Toscana hanno potuto disporre di tutti i libri di testo in Braille sin dal primo giorno di apertura delle scuole. Il servizio, che non comporta alcun costo per le famiglie, ha portato alla realizzazione di 137 libri, corrispondenti a più di 1000 volumi Braille.

Toscana, Dipoi chiede più attenzione per le persone con disabilità intellettive e relazionali
Decine di migliaia di famiglie di persone con disabilità psichiche, intellettive e relazionali non hanno visibilità ma esistono. Qui in Toscana si registrano troppi ritardi sul budget di salute e sul progetto di vita, ed anche i progetti sul Dopo di Noi sono bloccati da mesi. Servono più risorse. Lo denuncia con forza Patrizia Frilli, presidente di Dipoi, il Coordinamento toscano delle Organizzazioni per il durante e dopo di noi, avvertendo che, in assenza di cambiamenti, si renderà necessario ricorrere a manifestazioni plateali.

Il “Dopo di Noi”, l’elastico di Clara e il martello di Thor
Quando si tratta di impostare le politiche ed i servizi per le persone con disabilità non è sempre facile distinguere immediatamente cosa sia giusto e cosa non lo è, ma, per capirlo, possiamo utilizzare due strumenti: controllare se ciò che viene proposto/realizzato è in linea con le disposizioni contenute nella Convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità, ed interpellare le persone con disabilità. Le disposizioni sul “Dopo di Noi” supererebbero queste due verifiche?

Lavoro, successi e fatiche di Chiara, giovane donna con disabilità intellettiva
Il progetto della FISH “JobLab” – vera e propria “dedica a chi pensa che il lavoro sia inconciliabile con la disabilità” – continua a raccogliere apprezzamenti e a produrre contenuti. È recente, ad esempio, la notizia del riconoscimento internazionale ottenuto a un festival californiano dal cortometraggio “O L T R E – oltre il pregiudizio / oltre la disabilità”, e ora arriva “La storia di Chiara”, video recitato dall’attrice con sindrome di Down Ludovica Boccacini, che racconta il percorso di inclusione lavorativa, tra successi e fatiche, di una giovane con disabilità intellettiva.

La campanella non suona per tutti: ad alcuni alunni disabili si chiede di aspettare
Non tutte le scuole sono pronte per ripartire. E molte non sono preparate ad accogliere chi ha bisogno di maggiore attenzione. E’ quanto denuncia il Coordinamento degli insegnanti di sostegno, al quale risulta che “ad alcuni genitori di alunni con disabilità arrivano richieste o comunicazioni di rinvio dell’inizio o riduzione dell’orario”.

“Assistenti familiari”: nel nuovo contratto, così cambiano colf e badanti
Frutto dell’intesa tra le associazioni dei datori di lavoro e le organizzazioni sindacali dei lavoratori, prevede un nuovo inquadramento professionale unico, aumenti e indennità per chi si occupa di non autosufficienza e per chi è più competente. Arriva anche l’educatore formato.

Scuola e disabilità, il ministero: accertamenti sul caso di Pisa
Con riferimento al caso denunciato da una mamma di Pisa il cui figlio con disabilità sarebbe rimasto a casa, oggi, senza poter andare a scuola, il ministero dell’Istruzione fa sapere di avere disposto subito i necessari accertamenti.

Diritti Umani e disabilità: le luci e le ombre di quella Risoluzione
La Commissione per i Diritti Umani del Senato ha approvato una Risoluzione sul diritto a una vita libera e dignitosa per le persone con disabilità, che impegna il Governo ad attuare varie iniziative. Per elaborare il documento, la Commissione si è avvalsa anche del contributo di specifiche audizioni, tra le quali innanzitutto quella della Federazione FISH, il cui presidente Falabella, pur esprimendo apprezzamento, rileva anche la mancanza nel documento di riferimenti alla vita indipendente. Altro elemento di cui non si parla nella Risoluzione è quello concernente le donne con disabilità.

La XIII Giornata nazionale Sla nel segno del diritto alla mobilità
Con lo slogan “un contributo versato con gusto”, sarà celebrata domenica 20 l’iniziativa annuale promossa dall’Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica. Numerose le attività in programma. La novità 2020 è la collaborazione con l’Istituto Italiano della Donazione che sostiene il progetto “Quattro ruote e una carrozza”. Attivo fino al 4 ottobre il numero solidale 45595. Centinaia di monumenti si illumineranno di verde nella notte di sabato 19 settembre.

La scomparsa di una guerriera dei diritti umani delle persone con disabilità
Con la scomparsa di Rachel Kachaje, il movimento mondiale che si batte per i diritti delle persone con disabilità perde una delle sue figure più illustri, una donna «che ha dedicato la vita – come è stato scritto – a promuovere i diritti umani delle persone con disabilità, vivendo saldamente nel presente e combattendo per il futuro». Già Ministra per gli Affari della Disabilità e della Terza Età nel Malawi, il proprio Paese dell’Africa, Kachaje, che ha anche fondato il DIWA (Disabled Women in Africa), era divenuta nel 2015 presidente mondiale di DPI (Disabled Peoples’ International).

Sclerosi multipla: una diagnosi ogni 5 minuti nel mondo
Ogni 5 minuti, nel mondo, c’è una persona che riceve una diagnosi di sclerosi multipla. Le persone che convivono con la malattia sono aumento 2,8 milioni nel mondo, che significa una persona su 3mila. Rispetto al 2013, sono mezzo milione in più i malati di SM stimati. Tutti i dati dell’Atlas of MS.

Al via la seconda stagione di “In the Dark”, il crime con la detective cieca
Protagonista l’investigatrice Murphy Mason. Nel cast della serie tv anche Calle Walton, non vedente nella realtà, nei panni di Chloe. In onda ogni domenica alle 19.30 e poi in replica su RaiPlay.

In classe con la “La SMAgliante Ada”, per parlare di Sma ed educare all’inclusione
Mai come quest’anno il rientro a scuola è tanto atteso. Dopo mesi di esclusione dalla socialità della classe e dal gioco, i bambini tornano alla normalità, anche se ancora condizionata dall’esperienza del Covid. Ai più grandicelli degli ultimi anni delle elementari è rivolto un progetto, “La SMAgliante Ada”, che parla di disabilità e inclusione. Con il linguaggio del fumetto Ada, una cagnolina affetta da Sma che vive le sue avventure su una carrozzina elettrica rosso fuoco, accompagnerà i bambini in un percorso di conoscenza scientifica e di inclusione come opportunità.

 

Il centro Informare un’h promuove la lettura, l’adozione e l’applicazione di questo importante strumento, ed invita caldamente tutte e tutti a contribuire alla sua divulgazione:
Forum Europeo sulla Disabilità, Secondo Manifesto sui diritti delle Donne e delle Ragazze con Disabilità nell’Unione Europea. Uno strumento per attivisti e politici, adottato a Budapest il 28-29 maggio 2011 dall’Assemblea Generale del Forum Europeo sulla Disabilità (EDF) in seguito ad una proposta del Comitato delle Donne dell’EDF, approvato dalla Lobby Europea delle Donne, revisione realizzata alla luce della Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle Persone con Disabilità, versione in lingua italiana approvata dal Forum Europeo sulla Disabilità, traduzione a cura di Simona Lancioni e Mara Ruele, Peccioli (PI), Informare un’h, 2017, p. 70, in formato pdf.
Esso è disponibile che in versione facile da leggere (qui la presentazione), e nella versione in comunicazione aumentativa alternativa – CAA (qui la presentazione).

Un cordiale saluto e buona lettura
Informare un’h – Centro Gabriele e Lorenzo Giuntinelli, Peccioli (PI)

 

Questa newsletter è un servizio offerto da Informare un’h – Centro Gabriele e Lorenzo Giuntinelli della UILDM sezione di Pisa (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare).
Per richiedere informazioni, inviare segnalazioni, per ricevere o non ricevere più la newsletter scrivi a: info@informareunh.it
Seguici anche su Facebook.
Consulta l’archivio delle nostre newsletter.

 

Da gennaio 2018 il centro Informare un’h inizia una collaborazione con il Coordinamento DiPoi – Durante e dopo di noi (www.dipoi.it), ospitando nella propria newsletter le informazioni e le segnalazioni prodotte dagli enti aderenti al Coordinamento stesso.

 

Ultimo aggiornamento il 17 Settembre 2020 da simona